Intervista

Casey Stoner e Ducati. Vicini al divorzio?

- Da un'intervista pubblicata in Australia sembra che Stoner potrebbe non voler più fare il tester per la Casa di Borgo Panigale. "Se non usano i miei dati e il mio feedback - ha detto - non me la sento di rischiare facendo test"
Casey Stoner e Ducati. Vicini al divorzio?

Dopo l'addio di Jorge Lorenzo anche Casey Stoner potrebbe presto non vestire più il rosso Ducati. Il pilota australiano è il gioiello dei tester di Borgo Panigale, ma a stare alle sue ultime dichiarazioni la collaborazione tra la Casa italiana e Casey potrebbe essere al capolinea. In un'intervista rilasciata al giornalista autraliano Colin Young è stato - come sua abitudine - molto diretto nel descrivere il suo rapporto con Ducati.

 

«Io sono tornato alla Ducati per lavorare duro e aiutarli a vincere un altro Mondiale, non per essere soltanto un ragazzo da poster per l’azienda - ha dichiarato Casey Stoner -. Niente mi darebbe soddisfazione più grande di poter celebrare un altro titolo con la Ducati, ma sento di non poter dare niente di più di quello che loro già hanno, visto che pare che non vogliano utilizzare i dati e le indicazioni che io segnalo loro. Ho suggerito da tempo cambiamenti che loro sembrano riluttanti a fare. Se non usano i miei dati e il mio feedback, non me la sento di rischiare facendo test, visto che per ottenere risultati devi sempre e comunque avvicinarti al limite».

Leggi tutti i commenti 128

Commenti

  • mirko.papi, Pomezia (RM)

    x mezzania
    il trattamento che la honda fece a rossi è stato piu che giusto,l hanno semplicemente mandato via perchè voleva fare quelo che sta facendo in yamaha,se gli avessero lasciato fare quello che diceva lui la honda finiva come la yamaha,se la honda sviluppa la moto come dice lei,tu guidi quella moto punto e basta,non si fanno prendere in giro,arrivando addirittura a scusarsi pubblicamente con i piloti se la moto non va,non si è mai vista nella storia del motorsport una cosa del genere
  • Nemus, Roma (RM)

    Parlo da uomo della strada, ma mi sembra che già ora la Ducati sia l'unica moto con cui vincono regolarmente entrambi i piloti. Quindi non mi stupisco che siano riluttanti al cambiamento per adesso.
Leggi tutti i commenti 128

Commenti

Inserisci il tuo commento