MotoGP

Alex e Marc Marquez ancora in video: la stagione e il futuro. Il braccio attira l'attenzione dei social

- "Non mi aspettavo che Alex salisse sul podio in questa stagione" - ha detto Marc Marquez, che ha aggiunto: "Il risultato di Aragon più importante di quello di Le Mans"

“Mi sono mancate moltissimo le gare, guardarle da casa è stato triste, perché non potevo vivere quella sensazione del paddock che ti travolge. Alex, però, mi ha regalato gioie” – Marc Marquez è comparso in un nuovo video con il fratello Alex Marquez e questa volta niente siparietti comici o giochini da dare in pasto al web, ma una vera e propria intervista sulla stagione, sulla sorpresa di vedere Alex sul podio e sul futuro. Di quest’ultimo, in verità, ha parlato poco, ma sono stati in molti, soprattutto sui social, a notare che questa volta il braccio destro del Cabroncito è apparso molto più dinamico e vivace di altre occasioni e di altri filmati in cui era tenuto praticamente immobile. L’otto volte campione del mondo, però, non ha detto se ha deciso di sottoporsi o meno ad un nuovo intervento chirurgico e l’impressione è che ci sarà da aspettare ancora per capire se tifosi e appassionati lo vedranno al via della prossima stagione in MotoGP e, soprattutto, se sarà in sella alla sua Honda del Team Repsol nei test di febbraio 2021.

Chi non ci sarà sicuramente è, invece, proprio suo fratello Alex, che guiderà comunque una RC213V ufficiale, anche se con i colori del Team di Lucio Cecchinello. “Non riesco a considerare mio fratello un avversario – ha detto Marc Marquez – l’anno prossimo saremo rivali, ma lo saremmo stati anche da compagni di squadra. E’ chiaro che in pista saremo piloti da battere l’uno per l’altro, ma la parola avversario riferita a mio fratello non mi piace. Ognuno vorrà vincere, ma se non potrà vincere, vorrà che a farlo sia il fratello”.  Marc Marquez ha anche aggiunto di essere rimasto molto sorpreso dalla stagione del fratello Alex: “Quando mi diceva che avrebbe fatto un podio in qualche modo, gli rispondevo che ne ero certo. Ma volevo dargli fiducia, anche se dentro di me pensavo che non sarebbe stato possibile. Invece c’è riuscito ed è stato davvero molto bravo. Non tanto la prima volta in Francia, ma ancora di più ad Aragon. Ha avuto una progressione costante”.

Marc Marquez ha poi spiegato che la chiave dei buoni risultati ottenuti dal fratello è stata nella capacità di adeguardi alla Honda e modificare i propri punti di forza in relazione alla moto, scherzando anche su chi dei due è più veloce tra le curve e, soprattutto, sui modi "esagitati" di Marc durante le gare di Alex. "In questa stagione molto fredda ed in cui è mancato il calore del pubblico - ha ribadito Alex - E' stato molto importante per me sapere che a casa c'era un tifoso super agitato come Marc a credere in me. Mi mandava foto, video, messaggi in continuazione".

  • arian79, Cirie' (TO)

    Quanta faziosità nei commenti!!Non ho niente contro VR ma veramente non vedo l'ora che arrivi la pensione per lui e se ne vadano fuori dalle palle anche i pseudo suoi tifosi.Tutto il rispetto del mondo per il 46 ma per il tifo fazioso no.VR ha dato tanto a questo sport ma i suoi tifosi ci hanno tolto la leggerezza delle gare vissute tutti insieme e a fare il tifo un po' per tutti i piloti, invece loro sono contro tutti i vari piloti contendenti dell loro idolo.Rivoglio il clima degli anni 90.Scusate lo sfogo.Grazie e saluti a tutti i veri appassionati di moto.
  • kamadella, Roma (RM)

    il karma...
Inserisci il tuo commento