Alex Márquez e Bulega sono i più veloci dei test Moto2 e Moto3 a Jerez

 Alex Márquez e Bulega sono i più veloci dei test Moto2 e Moto3 a Jerez
Si conclude la "tre giorni" spagnola di test Moto2 e Moto3, con Márquez e Bulega che dominano il Day3
10 marzo 2017

Punti chiave


Si conclude oggi la tre giorni di test delle classi Moto2 e Moto3 a Jerez de la Frontera. I più veloci del venerdì sono stati Alex Márquez e Nicolò Bulega.

La febbre e il clima rovente non hanno fermato Alex Márquez, che nella prima sessione ha messo a referto il miglior tempo di tutte le prove: 1'41"989 è il tempo sul giro di riferimento dei primi test ufficiali della stagione, con Morbidelli vicino e staccato di soli 0,114 secondi.


Seconda forza della classe leggera fino ad ora si rivela la scuderia Red Bull KTM Ajo, esordiente nella classe intermedia. A inizio mattina Oliveira ha lavorato sulla ruota anteriore, mentre Brad Binder si è concentrato principalmente sulla stabilità. Il portoghese ha chiuso a 0"327 dalla vetta nella combinata, grazie al tempo messo ottenuto il primo giorno.

Quarto crono per Dominique Aegerter (Kiefer Racing): il pilota Svizzero è in crescita, e la scuderia ha provato le novità stagionali che gli hanno permesso di stare costantemente nelle posizioni di vertice.


Problemi fisici, invece, per Jorge Navarro. Il portacolori del team Federal Oil Gresini ha comunque lavorato con il suo box sulla sospensione e sulla ruota posteriore, alla ricerca del miglior grip; lo spagnolo ha chiuso la tre giorni al quinto posto (1'42"376).


Notizia della mattinata è il rientro di Stefano Manzi (Sky Team VR46), dopo il problema al ginocchio che lo ha costretto alla defezione nelle prime due giornate di test. L’occasione gli è servita per valutare le sue condizioni fisiche in vista delle prossime prove in Qatar, mentre il suo compagno di box, Francesco Bagnaia, anche nel secondo giorno ha messo a referto giri su giri per accrescere il suo apprendimento con la nuova categoria: come ha detto lo stesso "Pecco" a fine test, una cilindrata difficile, nella quale la competizione è altissima, ma la sfida ancor più esaltante.
 

Fuori anche Lorenzo Baldassarri, ma presente ai box. L’italiano ha studiato la situazione da vicino, in vista dei prossimi test in Qatar, dove tornerà in sella. Il team Forward Racing e il suo team mate Luca Marini hanno lavorato su alcune novità, come ad esempio la nuova forcella: per il numero 10 questi sono stati dei test positivi, con l’ultimo giorno durante il quale la ricerca del miglior tempo è stata messa da parte per concentrarsi su determinate aree della moto.


Prosegue la preparazione al 2017 del team Italtrans Racing, con Mattia Pasini vicino ai migliori tempi ieri, e che oggi ha lavorato sulle componenti migliori poi usate in una simulazione di gara. Pasini ha chiuso la combinata dei test al sesto posto. Continua l’apprendimento con la classe intermedia per il compagno di team Andrea Locatelli, autore di ottimi test. Anche la parte di box dell' ex plota di Moto3 ha lavorato sulle nuove componenti.


Bene Fabio Quartararo (Pons HP40), altro rookie della classe, che ha chiuso la combinata all'ottavo posto.


Il box Dynavol Intact lascia l'Andalusia con un importante lavoro sulla nuova moto. Sandro Cortese si è concentrato sui tempi, mentre Marcel Schrotter sulla geometria, con l’obiettivo di fare un grande salto in avanti.
 


MOTO3

Si è chiusa anche la tre giorni di test ufficiali Moto3 in Andalusia. Il più veloce è stato Nicolò Bulega, che ha fatto suoi il secondo e il terzo giorno di test. Un ottimo inizio per l’ex rookie dello Sky Team VR46, seguito costantemente in tabella tempi da Arón​ Canet. Nel corso del terzo giorno di prove, il portacolori Estrella Galicia 0,0 si è fermato a soli 0"074 dal miglior tempo dell’italiano.


Bulega ha dominato la combinata grazie al giro fatto nella prima sessione del secondo giorno. 1'46"232 per l’emiliano cresciuto agonisticamente alla VR46 Academy. Il box nero azzurro ha lavorato sulle novità della stagione in un ultimo giorno di prove contraddistinto dal gran caldo. Andrea Migno, compagno di box di Bulega, lascia l’Andalusia con importanti indicazioni in vista dei prossimi test ufficiali in Qatar, e nella combinata accusa un ritardo di 0"81 secondi.


Canet, insieme al compagno di box Enea Bastianini, ha lavorato molto sul passo, accumulando giri su giri. La messa a punto delle Honda Estrella è già ottima, e lo dimostra il secondo miglior tempo dello spagnolo in combinata: qui il suo ritardo da Bulega è  stato di 0"106 secondi.


Terzo tempo della giornata per Jakub Kornfeil (Peugeot MC Saxoprint), e stessa posizione della combinata per Jorge Martin (Team Conca Gresini) che con il compagno di box Fabio Di Giannantonio ha lavorato su diversi aspetti provando un lavoro sul ritmo di gara. Per l’italiano un ottimo lavoro, nel tentativo di colmare la distanza dai primi: "Digia" ha chiuso con un ritardo di circa 1 secondo dal primo classificato.


A chiudere le prime cinque posizioni troviamo Romano Fenati. Il portacolori Marinelli Rivacold resta a poco più di 0"2 dal più veloce. Per Fenati tutto il lavoro del terzo giorno si è concentrato nella mattinata, con il box Snipers impegnato in alcuni miglioramenti di set up.


Niccolò Antonelli e Bo Bendsneyder (Red Bull KTM Ajo) hanno lavorato su aspetti distinti. L’italiano durante la mattinata ha provato diverse posizioni di guida, mentre l’olandese ha svolto un programma sul passo, con anche una simulazione di gara.

Joan Mir (Leopard Racing) e John McPhee (British Talent Team) sono rispettivamente nono e decimo della classifica generale.


Ottimi test per Tony Arbolino. Il giovane esordiente del team Sic58 Squadra Corse ha chiuso i suoi primi test ufficiali in Moto3 vicino alle prime dieci posizioni, con un ritardo di circa 0"7 secondi dal miglior tempo. Insieme al compagno di box Tatsuki Suzuki, Arbolino ha lavorato sulla preparazione della moto in vista anche dei prossimi test a Losail.


Aspar Mahindra lascia l’Andalusia con il miglior risultato di Lorenzo Dalla Porta, in ritardo di 0"758 dal primo, ma con tanto lavoro svolto per cercare di ricucire il gap dalle rivali KTM e Honda.


Il primo test è servito ai due rookie del team CIP (Mahindra), Marco Bezzecchi e Manuel Pagliani, per continuare il lavoro sulla moto italo indiana, e soprattutto di apprendistato nel Campionato del Mondo Moto3.

 

CLASSIFICHE

Ultime da MotoGP

Caricamento commenti...