Superbike

superbike

SBK 2013. Solo 19 piloti al via?

Diamo un'occhiata alla griglia di partenza del Mondiale Superbike 2013 quando mancano solo poco più di due mesi al suo inizio. Solo 19 piloti al via ed un calendario ancora da confermare | C. Baldi

SBK Start

 

Team e piloti 2013
Prendiamo spunto dalla presentazione del Team Grillini, avvenuta il 4 Dicembre al Motor Show di Bologna, per fare il punto della situazione sul prossimo campionato mondiale Superbike. Sarà il primo anno dell’era Dorna, ma al momento sembra anche poter essere il campionato con la griglia di partenza meno numerosa della storia del mondiale delle derivate dalla serie. Quando mancano poco più di due mesi al primo appuntamento iridato di Phillip Island ecco quante squadre e quanti piloti hanno confermato la loro partecipazione:


Aprilia Racing Team : Eugene Laverty - Sylvain Guintoli
Team Althea Racing Aprilia : Davide Giugliano
Team Red Devils Aprilia : Michel Fabrizio
Kawasaki Racing Team : Tom Sykes - Loris Baz
Team Pedercini Kawasaki : Alex Lundh – Simone Grotzkyj Giorgi (entrambi da confermare)
Team Pata Honda Racing : Jonathan Rea – Leon Haslam
Team Crescent Fixi Suzuki : Jules Cluzel – Leon Camier
Team Alstare Ducati : Carlos Checa – Ayrton Badovini
BMW Motorrad Motorsport Goldbet : Marco Melandri – Chaz Davies
Grillini Progea SBK Team BMW : Vittorio Iannuzzo
Team Air Asia BMW : Ivan Clementi (da confermare)
Team MR Ducati : Max Neukirchner


Aprilia, Kawasaki e BMW saranno le marche più rappresentate con 4 moto a testa, mentre le Ducati scendono dalle 7 del 2012 a 3 sole unità, pagando lo scotto del debutto della 1199 Panigale. Suzuki e Honda saranno ancora presenti con due moto, così come lo scorso anno. Per quanto riguarda i piloti sarà un campionato orfano del suo numero uno Max Biaggi che ha deciso di appendere il casco al chiodo. Se venissero confermati i tre piloti ancora in forse (Lundh, Grotzkyi e Clementi) le new entry sarebbero quattro, due provenienti dal mondiale Supersport (Iannuzzo e Cluzel) uno dalla Moto 2 (Neukirchner) ed uno dal CIV Superbike (Clementi).

Cosa potrà cambiare da qui a fine Febbraio?
Si riuscirà ad avere almeno 20 moto in pista? Una possibilità è legata al ritorno del team Effenbert che da tempo sta lavorando per ripresentarsi al via in Australia con almeno due piloti. Al momento però sembra sia ancora tutto in alto mare. Una seconda e forse più concreta possibilità è legata ad Aprilia, che ha proposto ai suoi due team privati, Red Devils ed Althea, la possibilità di schierare una seconda moto (sarebbe la quinta Aprilia). I managers delle due squadre ci stanno pensando e sono al lavoro per raccogliere il budget necessario. Se non ci dovessero riuscire al momento non vediamo un’altra possibilità di incrementare le moto sulla griglia di partenza, che nel 2013 sarà di tre piloti per fila, come già avviene in MotoGP. Un palliativo per far sembrare meno sparuto il gruppo dei piloti al via.

Arriva Dorna

In attesa di confermare il calendario SBK 2013 (che contiene ancora l'incerto round di Portimao e senza la sicurezza di correre a Brno), Dorna ha iniziato a studiare la Superbike dal suo interno e nella recente riunione indetta dalla FMI il 5 Dicembre a Ginevra, presenti i rappresentanti delle squadre e delle Case che prendono parte al mondiale, ha confermato l’intenzione di avvicinare maggiormente le Superbike alle moto di serie a partire dal 2014. Condizione indispensabile per diminuire i costi, aumentare le moto al via e differenziare la Superbike dalla MotoGP. La speranza è che questo non riduca la classe regina delle derivate dalla serie ad una Superstock con le slick (come avverrà ad esempio nel 2013 nel campionato italiano) perché questo equivarrebbe a svilire quello che è attualmente il campionato mondiale più combattuto ed interessante. La Dorna ha un anno di tempo per capire come modificare i regolamenti tecnici della Superbike e sarà senza dubbio aiutata anche dalle Case e dai team. La Superbike deve mantenere la sua identità e spettacolarità, ne va del suo futuro, ma anche di quello dell’azienda spagnola, che dovrà render conto a Bridgepoint del lavoro svolto.

Sono stati inseriti 30

Commenti

. Commenta
  • 1.

    la Dorna , dopo aver distrutto il campionato dei pototipi, si appresta a fare altrettanto con le derivate di serie... peccato
    raffaele9284 -
  • 2. effetto ezepleta?

    o Dorna che dir si voglia...
    valkyrider -
  • 3. arriva la dorna

    ...e la sbk prende subito la piega negativa della motogp
    luker4985 -
  • 4.

    non ci siamo per niente gente...
    xXxSiMoxXx -
  • 5. Per favore questa no eh...!!!

    Carmelo la sbk no! nn toccare NIENTE! siamo vicini all'avvento...! Facci un regalo.....nn ci metter mano dai..!!!
    passodellumespento -
  • 6. Già in decadenza...........

    se questi sono i risultati! Sono scappati praticamente tutti. Vedo che si userà qualsiasi mezzo per poter togliere attenzione da tutti i campionati che potrebbero distogliere l'attenzione dalla MotoGP.
    Frank7801 -
  • 7. Asia Competition?

    C'è pure Asia competition?
    davide2196 -
  • 8. MA DOVE VIVETE?

    cosa c'entra la dorna ? forse, e dico forse, che non ci siano più milioni da buttare in uno sport che non genera soldi ma li consuma solamente ? Non so se avete sentito parlare di crisi economica ... cali di vendite motocicli a due cifre da due anni a sta parte... crollo degli spettatori alle gare... Come al solito si cerca un prototipo di "cattivo" a cui scaricare tutte le colpe, e lo si lincia. Tipico Italiano.
    lukra -
  • 9. Mah....

    è un anno di transizione , chi vuoi che investa soldi quest'anno se il prossimo le moto saranno profondamente diverse ! I team privati no di sicuro .
    Cesare.Vendramini -
  • 10. e sono ancora parecchi !

    una semplice considerazione . un team mi risulta che nn incassi nulla in base ai piazzamenti . questo era quello che mi fu detto a suo tempo da uno che correva . ma io mi domando come puo un team correre , e non pretendere che , essendo colui che produce lo spettacolo , nn essere pagato . quando sono finite le fatture ,,,,,, è finito il gioco .e forse dico che è durato parecchio oltre le aspettative . se chi organizza nn paga chi corre e mi riferisco ai team . fanno bene a non correre . la passione nn si deve confondere con il business . se tu vai allo stadio e paghi il biglietto . il giocato re prende lo sipendio e la squadra viene pagata . qui no !!! idem la formula uno se tu arrivi ultimo dividi un compenso in base ai risultati . il problema è che le squadre nn si sanno far valere ma si fanno lo sgambetto fra di loro . FACCIANO UNA ASSOCIAZIONE E TUTTE con un loro rappresentante vanno alla dorna si accordano per i diritti in base ai piazzamenti questo è business .della serie poche idee e ben confuse
    tamburini factory srl_4194089 -
  • 11. PER CHI SEGUE VERAMENTE

    Non vedo cosa centra la Dorna con il calo dei partecipanti. E' già da tempo che dico che se stè sbk non tornano ad essere veramente derivate dalla serie, con costi limitati finiva in questo modo. Per i prototipi c'è già un campionato. Smettela di scrivere gastronate.
    jrampa -
  • 12. Panigale

    Intanto pero' la Ducati ha venduto nei primi 11 mesi dell'anno ben 7500 Panigale nel mondo...mica bruscolini eh!
    Ceppa9608 -
  • 13. Costa troppo la SBK

    I team privati non hanno possibilità,finchè dura la corsa all'elettronica MOTOGP,la SBK ha i minuti contati.Si deve tornare al regolamento delle DERIVATE DI SERIE. Forse la dorna può mettere un freno a quest'inutile corsa all'esasperazione. La MOTOGP è il massimo della tecnologia applicata,la SBK non lo dev'essere.
    bombardone01 -
  • 14. addio SBK...

    ..arriva Carmelo!! al quale -oltre lo spettacolo decisamente piu' avvicente rispetto alla soporifera Motgp- non e' certamente andata giu' vedere le SBK girare piu' veloce delle sue Motgp (per non parlare delle CRT) nei recenti test-misti. oltre al danno anche la beffa!! vedrete che per il 2014 fara' un bel regolamento dei suoi.... addio SBK!
    kevin3408 -
  • 15. meglio pochi ma buoni

    Meglio cosi'..sono pochi ma almeno sono più competitivi fra loro non come in moto gp dove hanno aggiunto quelle specie di moto che si chiamano crt e che vengono doppiate e triplicate ad ogni gran premio..
    xchecco80x -
  • 16. sbk forever

    sicuramente dei due è il campionato che dà più ritorno degli investimenti fatti,riavvicinarsi hai prodotti originali ne darebbe ancora di più,la cosa che nn capisco e che una casa come ducati che ha creato la sua fama di vincente proprio grazie alla sbk continui a buttar soldi nella motogp e nn essere ha tutti gli effetti ufficiale in sbk....ma vi ricordate foggy o troy...le infostrda....altro che demosedici
    cikotauro -
  • 17. Fino ad adesso

    per lo meno a alla data di questa notizia Carmelo non c'entra proprio un'acca. Non ci sono soldi.
    piega996 -
  • 18. dorna cosa centra??!!!??????????????!?!?!?

    ....ah giusto! i regolamenti li faccio io! già!!! da 2t, a 1000 4t, poi 800 4t, poi 1000 4t, poi ste CRT, poi...??? (gli sport in generale nn sono la "zecca dello stato")
    passodellumespento -
  • 19. la Dorna non può che peggiorare le cose..

    l'anno scorso sono arrivate alla fine tre moto competitive e Biaggi ha vinto veramente all'ultima gara.. cosa c'è da cambiare ? perchè intervenire in una formula vincente ? l'unica cosa che potrebbero fare è pareggiare i conti tra le due e quattro cilindri, in modo da non rivedere le "sverniciate" sulle ducati al primo rettilineo.. era na cosa troppo eccessiva.. per il resto speriamo che lascino vivere la SBk
    FORTUMOTOIT -
  • 20. Circuito Simoncelli

    Come si fa a rinunciare a Misano per privilegiare altri sconosciuti circuiti dove se andrà bene ci sarà qualche migliaio di persone. Incompetenti, come al solito, gestiscono il mondo delle moto.
    marmat7760 -
  • 21. non rovinatemi la sbk

    cazzo dai ,gia la moto gp fa pieta
    matteo.manuzzato -
  • 22. passodellumespento

    forse devi accendere, è necessario.....leggi bene l'articolo parlava di SBK , i regolamenti per ora sono gli stessi, le moto pure.
    piega996 -
  • 23. Complimenti a Ducati..

    lucvib -
  • 24. Complimenti a Ducati..

    ..per aver venduto 7500 panigale ma ricordiamoci che il mondo è grande.Rivogliamo la vera sbk,quella preparata nei garage di casa con poca spesa ossia quella veramente derivata dalla serie e non 1 prototipo da circa 400.000 euro.Così si vedrebbero di nuovo i privati(non di lusso come althea) poter combattere x la vittoria e secondo me 1 griglia al completo con tante facce nuove.
    lucvib -
  • 25. Eh! C'è crisi c'è crisi...........

    mswans -
  • 26. Carmelo fai il bravo, ma SBK meno elettronica....

    Il Carmel ha sicuramente fatto i suoi danni, anche assecondando la regina Honda (e il suo caro sponsor Repsol......), ma la SBK già da qualche anno ha i suoi problemi. I team privati non sono più competitivi e i piloti che si possono giocare il mondiale sono sempre meno. O a voi piace sapere che, in media, siano giusto 2-3 piloti in grado di vincere una gara..? Allora si finisce come in MotoGP. La causa di tutto, come dichiarato da tanti piloti (ed ingegneri, ma di nascosto...) è sempre il costo di gestione, ma soprattutto sviluppo dell'elettronica. Il Carmelo potrebbe limitarsi a quello! Magari verificando anche le varie limitazioni su preparazione motore ecc., sospensioni e freni liberi, ecc, ma basta elettronica! Ha rovinato lo spettacolo dappertutto! Dalla MotoGP alla Formula 1, e adesso sulla buona strada anche per la SBK. Addirittura Rossi, in una intervista, ha dichiarato "elettronica? È la causa del poco spettacolo in MotoGP. Il 30percento serve per la sicurezza, il 70...solo per le prestazioni!".
    Pianoforte -
  • 27. dorna???

    Non centra la Dorna... Il campionato è in declino ormai da qualche anno (fortunatamente non di spettacolo) gli iscritti, son sempre meno. Si incolpa la Dorna, ma la realtà è che la SBK è diventata un secondo campionato prototipi...xkè voglio vedere chi ha il coraggio di dire che quelle moto sono parenti delle nostre... forse nelle forme...ma non nel resto. Quindi credo che si debba tornare indietro, e fare delle SSTK le future SBK.( magari una SSTK più evoluta ma comunque vere derivate di serie). E si tornerà ad avere 30/32 moto in pista.
    robpili7 -
  • 28. robpili

    siamo d'accordo...gli altri tutti a gridare all'anatema...solo perchè hanno letto un nome sul giornale.... Tutto ciò, senza voler difendere Ezpeleta, che certamente non merita difese...
    piega996 -
  • 29. é solo un anno.........se dorna lo permette!

    Penso che il futuro non sia cosi male visto che per il 2014 sia previsto il rientro Yamaha,MV augusta e KTM sia alla finestra.... comunque questo dipenderà dalla dorna(ecco cosa mi fa paura.......) che dovrà fare un regolamento che non annulli l'interesse dei costruttori, quindi non dovrà stravolgere gli attuali...........
    Schiara27 -
  • 30. Ducati superbike e i soldi buttati per Rossi.

    Buongiorno Tanto per stare nel tema, L'errore della Ducati, è stato schierarsi in moto GP con Rossi buttando milioni di euro dalla finestra, togliendoli, distruggendo il team ufficiale superbike. Qesta mia denuncia in un commento di due anni fa si è avverata. La Ducati oggi come oggi se avesse ascoltato un'ignorante in materia quale sono io, avrebbe in tasca i milioni di euro dati a Rossi (e non sono pochi) e con questi finanzierebbe ancora il suo team ufficiale e duldis in fundo, avrebbe venduto molte più moto, dato che quelle in vendita sono sorelle delle moto che gareggiano in superbike e non in moto GP. ciao a tutti e buon anno.
    fabio563 -

Per poter inserire un commento devi essere un utente registrato.
Se sei registrato, effettua il login
Oppure clicca qui per registrarti