mostra aiuto
Accedi o registrati
team sbk

Rossi in Superbike con un team VR46 dal 2018

- Rossi non sarà in sella, ma il team di Valentino scenderà in pista nel campionato delle derivate di serie già dall’anno prossimo. Questa la notizia che continua a rimbalzare nel paddock del GP di Aragón SBK
Rossi in Superbike con un team VR46 dal 2018

Ad Aragón, le prove libere hanno decretato il dominio della Kawasaki, ma la notizia sulla bocca di tutti è un’altra. Sembra certo che dal 2018 Valentino Rossi allestirà un team in SBK. Che Yamaha da tempo cercasse una sferzata nelle derivate dalla serie non è un mistero, e avere sulle carene il blasone “VR46” potrebbe essere una spinta in più. Se in Moto3 e Moto2 VR46 è affiancata da Sky, nelle derivate di serie partner di Rossi sarà invece un altro grande nome delle due ruote: Noriyuki Haga. Da quando ha appeso il casco al chiodo, il pilota giapponese si è dedicato alla gestione del ristorante - ovviamente di sushi - che ha aperto a Milano, il Fukurou, ma non si è mai allontanato troppo dal mondo delle competizioni.

 

Quindi, Rossi e Haga, con Yamaha, in SBK la prossima stagione: qui finiscono le notizie, e da qui prendono il via le speculazioni e il gossip. La chiacchiera più frequente (e anche più ovvia) è che il team sia la testa di ponte per quando, allo scadere del contratto di Valentino in MotoGP, il nove volte campione del mondo gareggerà nelle derivate di serie per qualche anno. In questo senso non c'è nessuna conferma ufficiale, ma lo stesso Rossi non ha mai escluso un finale di carriera in Superbike.


Altre speculazioni guardano a un futuro più vicino, e spunta il nome di Luca Marini, il fratello di Valentino, che sembra non trovare spazio in Moto2 e che potrebbe quindi dare la scalata alla MotoGP proprio passando dalla SBK.


La presentazione ufficiale del team SBK VR46 si terrà molto probabilmente venerdì 12 maggio a Imola, in occasione del round italiano Superbike.

 

Aggiornamento

Buon 1 d'Aprile a tutti: a quelli che avevano sentito puzza di pesce e soprattutto a quelli che sono finiti nella rete!

  • angelo101, Camposampiero (PD)

    il MotoGP a pagamento è controproducente per questo sport ne limita il coinvolgimento del pubblico nel mondo e potenziali clienti di moto e di tutto quello che orbita attorno
  • danielr1

    Bene cosi dal 2018 pure la sbk passa a sky. Cosi i tifosi della "domenica" sapranno che esiste anche un altra cosa chiamata superbike...
Inserisci il tuo commento