MotoGP

team

Biaggi: "Dall'Igna in Ducati, è certo!" Aprilia conferma

Dall'Igna cambia ufficio e si trasferisce a Borgo Panigale. Del passaggio a Ducati avevamo parlato, ora a confermarlo è Biaggi su Twitter. Aprilia, con un comunicato, annuncia le dimissioni e non nasconde il malcontento per il suo operato in SBK

gigi dall igna


Ne avevamo dato l'annuncio qualche giorno fa (leggi l'articolo), ma se ancora ci fosse stato bisogno di conferme, adesso è addirittura Max Biaggi, giornalista d'eccezione, a sciogliere le ultime riserve. Su Twitter il campione SBK scrive:

"È ormai certo che Gigi Dall'Igna n.1 Reparto corse Aprilia sarà un uomo Ducati da oggi. In bocca al lupo per questa nuova avventura".

L'ingegnere veneto sarà impegnato nel rinnovamento e in quei "grandi cambiamenti
, sia dal punto di vista tecnico che da quello delle persone" prospettati per il 2014 da Paolo Ciabatti, MotoGP Project Director della casa di Borgo Panigale. 

Dall'Igna presto farà i conti con grandi aspettative ed enormi responsabilità: la situazione Ducati in MotoGP è opaca da diversi anni e in SBK la Panigale arranca. A Bologna, come anche tifosi e appassionati, aspettano una rivoluzione innanzitutto tecnica, ma anche una diversa gestione del reparto corse. Dopo il riassegnamento di Filippo Preziosi infatti nei box si è creato un vuoto tecnico e gestionale che per tutto il 2013 è rimasto scoperto.

In un comunicato stampa Aprilia conferma le dimissioni di Dall'Igna e annuncia che il suo ruolo verrà ricoperto da Romani Albesiano:

Il Gruppo Piaggio annuncia che l'ing. Romano Albesiano assumerà la responsabilità della gestione sportiva Aprilia in aggiunta all'incarico attualmente ricoperto di Responsabile del Centro Tecnico Moto del Gruppo. Il Gruppo Piaggio comunica altresì di avere immediatamente accettato le dimissioni presentate dall'ing. Luigi Dall'Igna - pur augurandogli come è naturale i migliori successi per il futuro - per le differenze di visione strategica in tema di gestione sportiva, e in considerazione dei risultati sinora conseguiti nella stagione 2013 del Mondiale Superbike.

Sono stati inseriti 48

Commenti

. Commenta
  • 1. Che perdita!

    Certo una notevole perdita per Aprilia, mi sembra al quanto strano che se lo siano fatto scappare...
    Lawson -
  • 2. cambia poco....

    Il segreto dell'RSV4 non è Dall'Igna...
    Alessandro200958 -
  • 3. ......Se è vero....

    In bocca al lupo per questa nuova avventura....
    Anche se da ducatista posso esser contento,in primis italiano un po' mi dispiace che il babbo della RSV4 lasci lo squadrone Aprilia ... è pur sempre made in Italy....
    Dai che in ITALIA si sanno fare le moto suuuu....dimostriamolo......
    loris.red -
  • 4. Uomo giusto

    ... in un posto delicatissimo.
    Ha tutte le carte per stravolgere la Ducati; dategli il giusto potere e si torna a vincere.
    magomir200316 -
  • 5. Adesso tutti i canarini

    A dire che si bruciera' che lo rovineranno ecc.... dai forza a gufare le aziende italiane gli italiani sono i n° 1
    Andrea.Turconi -
  • 6. SE E VERO E LA BOMBA DELL'ANNO

    Per la Ducati un affarone, per l'Aprilia una mega cavolata grande quanto quella di Ducati quando cacciò Preziosi, ma in questo caso con meno colpe visto che è Gigi Dall'Igna che se ne và, comunque tantissimi augri.
    SALVACI GIGI...............................
    massimiliano.meloni4863 -
  • 7. In bocca al lupo.

    claudio.sil -
  • 8. che dire...

    se non buon lavoro e un grosso in bocca al lupo!
    ceol vfr -
  • 9. nooooooooooo

    Noooo barbetta non ci abbandonare...senza di te l'aprilia è finita!
    mitus -
  • 10. La prova del Nove

    Innanzitutto buona fortuna all'Ing. Dall'Igna, ne avrà gran bisogno nella sua nuova avventura in Ducati.
    Ora finalmente scopriremo di chi è il merito delle grandi prestazioni delle ART in MotoGP e delle fantastiche RSV4 in superbike...
    Lanowar69 -
  • 11. una speranza

    Non vorrei sbagliarmi ma secondo me lui ha già un progetto bello è pronto.per battere quei tre spagnoli ci vuole una super moto.biaggi quando ha provato la ducati ha raccolto dati e sensazioni poi passate nell orecchio a dall igna.forse vedremo davvero una rivoluzione in casa ducati.
    gannicus -
  • 12. era l'ora !!!

    fabrizio22 -
  • 13. adesso si che si ragiona!

    King9015 -
  • 14. quindi Aprilia chiude?

    o veramente vedremo se a funzionare bene erano gli ingegnerini che lavoravano nell'ombra e Preziosi e Dall'Igna erano solo di facciata ai reparti corse?
    Nicola.Rossi9293 -
  • 15. tante belle cose Gigi

    se e' vero non resta che augurare il meglio a quest'uomo che non e' scappato all'estero per salvarsi cervello e fegato.
    beciu -
  • 16. audicati

    povero gigi.........tanto in ducati non fai quello che vuoi.....
    davide.landi -
  • 17. ...ora serve...

    ...che in Ducati gli diano carta bianca, altrimenti se avrà le mani legate, non cambierà nulla e diventerà l'ennesimo capro espiatorio...

    Speriamo nella rivoluzione!!!
    northsam -
  • 18. Poca competenza e poca informazione....

    Dall'Igna, uomo sicuramente capace, veneto come me e avaro della mia grande stima.

    Ma il successo della RSV4 non passa certo per Gigi... Lui ha organizzato, ha gestito, ma la realtà è un'altra...

    Dall'Igna ha bisogno di un progettista che faccia il motore, di un telaista che faccia il telaio... Non è un oracolo...

    Il successo della RSV4 passa per ingegneri ben più quotati, come il piemontese Claudio Lombardi, creatore del V4 a 65°, Mariano Fioravanzo, che ho conosciuto a Mogliano Veneto in officina da Stefano (Ohvale) ingegnere realizzatore di ciclistica e distribuzione dei pesi....

    Con tutto il rispetto, il buon Gigi Dall'Igna è un colpo ad effetto per convincere Phillip Morris...
    Pensare che trasformi Panigale e Desmosedici in moto vincenti è pura utopia...
    Alessandro200958 -
  • 19. grande opportunità

    a me pare che per Dall'Igna sia una grande opportunità solo se Ducati/Audi ha veramente voglia di riemergere con tutto quello che comporta in termini di investimento economico, di riassetto del personale e di rischio immagine (peraltro già indebolita sul piano sportivo) se le cose non andassero per il verso giusto. Altrimenti è solo una patata bollente.
    Comunque un in bocca al lupo, una Ducati veramente competitiva sarebbe una situazione win-win per tutti.
    MM2 -
  • 20. POST 2 Alessandro200958

    concordo pienamente!
    Cinghia02 -
  • 21. I commenti....

    Faccio fatica a leggere commenti fatti da persone che nemmeno si documentano prima di scrivere...

    Aprilia finita??
    Grande perdita??
    Adesso si ragiona??

    Qualcuno ha la minima idea di cos'ha realizzato dall'Igna dell'RSV4???
    Alessandro200958 -
  • 22. Era da tempo

    che l'auspicavo, e ne avevo sentore.
    Secondo me l'Aprilia non soffrirà, perchè dietro ha altri ingegneri valenti.
    piega996 -
  • 23. BOOOO

    Fosse la volta buona che sta c....o de Ducati diventa competitiva...
    BIANCANEVE00 -
  • 24. Il futuro di Aprilia

    Pito28 -
  • 25. transfer Dall'Igna.....

    E' passato in Ducati perchè il gruppo Piaggio (di cui fa parte la figlia Aprilia) non vuole fare invetimenti di spessore in Motogp (motivo per cui Art rimarrà Art ed Espargarò è scappato verso altri lidi).
    ciao
    hornet-bo -
  • 26. Ma nessuno ha fatto caso al comunicato Aprilia?

    Veramente al peggio non c'è mai fine...

    Aprilia (che peraltro apprezzo tantissimo) scrive: "Il Gruppo Piaggio comunica altresì di avere immediatamente accettato le dimissioni presentate dall'ing. Luigi Dall'Igna per le differenze di visione strategica in tema di gestione sportiva, e in considerazione dei risultati sinora conseguiti nella stagione 2013 del Mondiale Superbike."

    Cioè come dire, se non se ne andava lui lo avremmo cacciato noi!! Una caduta di stile che proprio non mi aspettavo verso l'uomo che ha costruito il rilancio del marchio Aprilia nel mondo delle corse!! Che brutto!

    Un grande in bocca al lupo all'Ing. Dall'Igna per le grandi sfide che andrà ad affrontare.

    Saluti a tutti,
    Teseo
    matteo8860 -
  • 27. Nicola

    Io sono del parere che Aprilia e gruppo Piaggio hanno dei bei ingegnerini.
    piega996 -
  • 28. Mi spiace un po'

    per l'Aprilia. Ma chi pensa che un solo uomo possa fare o non fare moto vincenti si sbaglia. Un uomo esperto e carismatico come lui serve a fare combinare tutte le esperienze e le varie personalità del reparto corse, soprattutto estraendo il meglio da ognuno dei vari ingegneri che lavorano nell'ombra. E in Ducati mancava proprio un leader così... Speriamo che Aprilia continui a vincere e che Ducati...ci ritorni!
    tassili -
  • 29. BIAGGI/DUCATI

    andatevi a rileggere i commenti del TEST Biaggi/Ducati e fatevi 2 risate.

    Certo alcuni non rideranno troppo, o per niente. :-)
    piega996 -
  • 30. Ha ragione Alessandro!.,

    Mr70a+ -
  • 31. Ha ragione Alessandro!

    Il segreto delle vittorie Aprilia e'il grande manico di Max!!!aprilia sbk e'come Ducati MotoGP Hanno vinto per ora mondiali entrambe con un solo pilota!!il vostro bene amato Biaggi e l'altrettanto bene amato Stoner!!
    Mr70a+ -
  • 32. non si capisce il comunicato di aprilia...

    come sempre lo stile di aprilia è decadente e fuori luogo, avida di risultati, ingrata con chi gli e li da. non si capisce cosa intenda con il comunicato a dall igna, una critica per il suo operato? boh, i soliti manager di basso profilo, la vera rovina del italia. aprilia mi spiace ma mai sarai grande.
    lupus30 -
  • 33. che mancanza di stile...

    Un comunicato del genere dall'Aprilia o da un'azienda in generale (qualsiasi) , non me lo sarei mai aspettato; i dissidi interni per antonomasia debbono assolutamente rimanere interni, tale comunicato è veramente di assoluto cattivo gusto, sembra una ripicca bella e buona; abbiamo accettato "immediatamente".... e poi a rimarcare le differenze di visione e sui risultati. Anche se questo fosse o è tutto vero, aziendalmente parlando NON si fà. Non so' se qualcuno agli altissimi vertici ha approvato un comunicato del genere e quindi è col benestare ma se cio' non fosse, si dovrebbero prendere seri provvedimenti su chi l'ha emesso.
    ray man9785 -
  • 34. Mr70a+

    ecco un'altra cavolata delle tue:
    aprilia sbk e'come Ducati MotoGP...
    ma che film ti sei visto?
    Biaggi è andato in pensione da campione del mondo, e ha lasciato un'aprilia vincente.
    che anche quest'anno combatte per il titolo, e per giunta con due piloti "mediocri".
    Stoner, quando ha lasciato Ducati, da che razza di scuadra e di moto era scappato?
    pablo742925 -
  • 35. bene e male

    Bene per ducati,un uomo con l'esperienza di dall'igna,e i segreti del telaio perimetrale che solo in aprilia ,a livello di competizioni,sono in grado di fare vincente,andranno a ducati.
    Il discorso e' che la cosa funzionera' se gli daranno carta bianca.
    E conoscendo il carattere dei veneti,e la competenza di quest'uomo,credo che abbia accettato anche perche' rassicurato sul suo futuro potere decisionale all'interno del reparto corse,altrimenti avrebbe rifiutato.
    Avendo carta bianca,pero',VORRA' DIRE,PER I DUCATISTI TALEBANI,VEDERE UNA RSV4 CON CARENE ROSSO DUCATI.
    E se la cosa non vi va' bene,ritiratevi dalle corse,esaltati del traliccio e del desmo,teconologie,ampiamente superate,in motogp.
    Per aprilia invece,una grave perdita,quello che viene definito il papa' della rsv4(non che sia il solo ad averla creata,ma il progetto l'ha sostenuto e portato avanti lui in persona,ed ha avuto ampiamente ragione,mi pare),passa alla concorrenza.
    Una concorrenza,meno male,made in italy.
    Resta il fatto,che se la moto inizia ad andare ,i ducatisti avranno poco da essere felici...E' SERVITO L'ONGEGNO E L'ESPERIENZA APRILIA,PER FARE ANDARE LA DUCATI.
    Da qualsiasi angolazione la si veda,e' una trappola,per ducati corse.
    Certo,contano i risultati,ma dopo non voglio piu' sentire nessuno dei rossi bolognesi,dire che le loro moto,sono le migliori del mondo!
    MAXPAYNEIT -
  • 36. speriamo

    che l'armata rossa non gli smorzi il genio...
    mikfum01 -
  • 37. Colaninno....

    ....che stile!!!

    ta fat.... (espressione dialettale che il capo della piaggio capirà sicuramente)
    gioca7121 -
  • 38. matteo8860

    Bingo....
    Ecco un utente che si documenta...

    Quando si osannava tantissimo Aprilia?? Quando ha dimostrato di essere una super moto rispetto alla concorrenza??

    Nel 2009 e nel 2010, poi nel settembre 2010 lascia Aprilia un tale Claudio Lombardi che all'epoca aveva 68 anni... ed il vantaggio si assottiglia...
    E poi??

    Poi il gap si riduce continuamente fino al 2013 in cui è stato sostanzialmente colmato...

    Quindi Dall'Igna cos'ha fatto di così particolare??
    Nulla...

    Non dico che siaun incapace, dico che quello che va davanti alle telecamere non è quello che progetta la moto... Preziosi a parte...

    Non è la soluzione per Ducati...
    Alessandro200958 -
  • 39. @pablo

    Stoner ha lasciato una moto vincente!nell'ultimo anno aveva vinto tre volte e nell'ultima gara aveva fatto una pole e un podio!!...moto perdente?fino alla domenica ore 15 di Valencia 2010 no!!....dopo da lunedì Stoner era un pilota Honda e Rossi un pilota Ducati ....vedi te!!
    Mr70a+ -
  • 40. Straquoto

    Alessandro200958.
    Sono perfettamente d'accordo con te.
    SBKarlo -
  • 41. @ Alessandro200958

    Claudio Lombardi: delta S4, delta ECV Triflux, delta integrale, Ferrari F1, Ferrari Enzo ecc... E' a lui che si devono i successi dell'Aprilia RSV4!!!
    R5GT -
  • 42. @Mr70a+

    diciamo che è scappato in tempo ! ma la moto peggiorava da quando non aveva la gomma dedicata. L'anno dopo avrebbe avuto sicuramente qualche podio ma vittore ZERO. Nonostante la sua bravura.

    Parole al vento, so che non lo ammetterai mai.

    ma va bene così

    L.
    lukra -
  • 43. Alessandro200958

    Qui concordo pienamente con te, non conosco la struttura di Aprilia e chi e cosa abbiano generato le moto vincenti che abbiamo visto negli anni ma di certo so che se una persona e/o un team hanno fatto bene all'interno di un'azienda non è detto che facciano altrettanto bene in un'altra analoga, anche perchè mi sembra di capire che Ducati sia un pò "padre padrone" con delle belle teste da far ragionare...
    Certo è che portare via una figura strategica come è Dall'Igna da un competitor italiano come te non è una proprio una mossa "signorile" meglio sarebbe far crescere i propri ingegneri all'interno della propria azienda. Possibile che in Ducati + audi non ce ne siano??
    pacco999 -
  • 44. sembrerebbe...

    si..sembrerebbe che le sorti di ducati qualora possano cambiare in positivo non faccia piacere a molti di voi......che vi ha avra fatto ducati di tanto male..boo...cmq dall'igna non sara il mago che da solo puo risollevare questo NORMALISSIMO biennio negativo di ducati ma e' gia un segno di cambiamento e fa piacere...dico noprmalissimo poiche penso che non ce marchio al mondo parlano di 2 oppure 4 ruote che non abbia passato qualche anno non al vertice...tipo ferrari- mclaren- oppure yamaha o honda ....smentitemi se non e' vero...eppure io lo scalpore che sto sentendo per la ducati e questo suo
    fabrix06 -
  • 45. @lukra

    Non è questione di ammettere qualcosa o meno,ma semplicemente dire che la moto Ducati nel 2010 era competitiva,difatti ha fatto podi anche con Hayden .Dopo le cose sono cambiate.Stoner ha lasciato una buona moto non sapremo mai come sarebbe andata se rimaneva,solo tantissime e inutili teorie.Stoner non voleva più stare perché i vertici Ducati avevano un nuovo amore.Casey ha indovinato e ha ancora vinto La rossa e il rossi senza se e senza ma,hanno perso.In ambito sportivo può succedere!!!Mi dispiace solo che Ducati non si riprenda dal dopo Casey tanto facilmente bye
    Mr70a+ -
  • 46. Aprilia

    Ammazza che burinaggine...

    renato.zoso -
  • 47. De natura

    Colaninno capisce di moto come un ramarro di letteratura.
    (Quanto scommettiamo che il commento non viene pubblicato?)
    La Ducati è come un "luogo comune": non si discute.
    Povero Dall'Igna, spero che lo paghino bene, perchè farà la fine di Stoner, Rossi, Melandri e Dovizioso.
    La Ducati è una scatola di sardine.
    ginopino -
  • 48. pacco999

    Sai, qui nel forum fanno tutto facile...
    Baste mettere uno in azienda e fargli organizzare due cose...

    La realtà è differente....

    Sai mediamente quante modifiche fa la Red Bull Formula 1 in un anno??
    30.000
    Non ho sbagliato!! 30.000

    Delle quali vengono portate circa 1.000 modifiche a GP…

    Credo che questa renda l’idea del livello… e qui parliamo di piloti che prendono 3/4 decimi al giro??? Oggi, tutto dipende dalla tecnica e dall’elettronica.
    Alessandro200958 -

Per poter inserire un commento devi essere un utente registrato.
Se sei registrato, effettua il login
Oppure clicca qui per registrarti