Superbike. Ducati chiude davanti a Kawasaki i primi test 2015

- Si conclude la due giorni di test SBK all'Alcaniz MotorLand di Aragon. Il più veloce in pista è stato Davide Giugliano soddisfatto della Ducati 2015
Superbike. Ducati chiude davanti a Kawasaki i primi test 2015

Si conclude la due giorni di test SBK all'Alcaniz MotorLand di Aragon. Il più veloce in pista è stato Davide Giugliano (Ducati Superbike Team) che ha chiuso in 1’50.5. La squadra si è messa subito al lavoro concentrandosi sulla messa a punto della nuova Panigale in configurazione superbike 2015, testando la nuova elettronica, nuovi componenti e il nuovo motore, che il regolamento 2015 richiede più vicino alla moto stradale. Nel pomeriggio, sul tracciato asciutto, sia Davies che Giugliano hanno completato una cinquantina di giri, facendo registrare dei tempi molto interessanti. 


Le migliori condizioni meteo della seconda giornata hanno permesso al team Ducati di lavorare tutto il giorno senza interruzioni. Sono state raccolte molte informazioni e sono state consolidate le scelte precedentemente sviluppate e messe a punto dal test di sviluppo. La giornata si è conclusa positivamente migliorando costantemente le prestazioni cronometriche delle precedenti sessioni.

Il programma di test invernali del Ducati Superbike Team continuerà la prossima settimana sul circuito di Jerez, in Spagna, dal 26 al 28 novembre.
 
 

Dichiarazioni a fine test

Chaz Davies – Ducati Superbike Team
«Sono stati due giorni molto positivi, è la prima volta che comincio I test invernali con l’evoluzione della stessa moto con cui ho finito l’anno e questo è importante per la continuità del lavoro. L’approccio con la nuova moto è stato molto facile perché le sensazioni sono state molto simili alla moto con cui ho corso in Qatar. Abbiamo fatto alcuni test per confermare alcune delle soluzioni usate durante quest’anno e i nuovi componenti introdotti per la moto 2015 hanno dato un feedback molto chiaro e positivo. La nuova elettronica funziona bene e il nuovo motore ha un comportamento fluido è lineare. Mi sono divertito e aspetto con ansia il test della prossima settimana per tornare in sella». 
 
Giugliano: Sono molto contento del pacchetto 2015 perché appena salito mi sono trovato subito molto bene
«E’ andato tutto molto bene, abbiamo provato tante cose ma tutte ci hanno fatto migliorare dove ne avevamo più bisogno, sono molto contento del pacchetto 2015 perché appena salito mi sono trovato subito molto bene e questo ci ha permesso di poterci concentrare subito alla messa a punto e alla prova dei nuovi componenti. Andare forte qui ad Aragon è molto importante per me perché è una pista dove ha sempre avuto problemi. Dobbiamo ancora lavorare sul passo che è l’aspetto più critico per me, però già in questi due giorni abbiamo visto che con gomme usate riuscivo a rimanere abbastanza veloce. Questo è molto positivo in prospettiva del test di settimana prossima a Jerez».
«Il primo test in vista della stagione 2015 è cominciato positivamente, sono felice che la configurazione definita durante gli ultimi test di sviluppo di settembre e ottobre sia stata promossa da Chaz e Davide che hanno confermato le soluzioni scelte. Abbiamo ancora molto lavoro da fare ma i rilievi cronometrici confermano che siamo sulla strada giusta e premiano il grande lavoro fatto a casa e in pista durante quest’anno. Aragon e Jerez sono due piste molto differenti quindi sarà importante nei test della prossima settimana consolidare le informazioni ed i risultati che abbiamo raccolto ieri e oggi per poter ripartire bene a gennaio».
  • Arturo-22, Pontinvrea (SV)

    Se corressero d'inverno

    Potrebbe essere l'anno buono per Ducati :-))
    Scherzi a parte, non credo che con la Panigale potranno vincere un titolo mondiale, quello scarico incandescente a due dita dalla gomma posteriore non li aiuta da metà gara in poi, specie col caldo, ma qualche vittoria spero proprio di sì
  • Solopartimarginali, Casalecchio di Reno (BO)

    i test lasciano il tempo che trovano...

    spero che il 2015 sia combattuto come il 2014, ma con bighe più simili alle cugine stradali che a motogp truccate da sbk.
    incrociamo le bielle...
Inserisci il tuo commento