Piloti

SBK. Rea rinnova con Kawasaki per altri due anni

- Ufficializzato il rinnovo di contratto tra Rea e il team WSBK Kawasaki. Squadra che vince non si cambia...almeno fino al 2020
SBK. Rea rinnova con Kawasaki per altri due anni


Jonathan Rea ha firmato un nuovo contratto con la Kawasaki, quindi rimarrà in WorldSBK come pilota ufficiale del KRT per altri due anni. Rea è il pilota che ha portato in Kawasaki il maggior numero di vittorie negli ultimi anni, e da parte sua si è assicurato tre Campionati del Mondo consecutivi da quando è entrato a far parte della Casa di Akashi, nel 2015. Negli ultimi tre anni e mezzo, Jonathan ha un rapporto gare/vittorie di poco inferiore al 50%; ed è già il pilota Kawasaki WorldSBK di maggior successo nella storia, con le sue 45 vittorie conquistate con le Ninja ZX-10R e ZX-10RR.

 


Ecco la sua dichiarazione: "Sono più che felice di continuare con il Kawasaki Racing Team. Dalla fine della scorsa stagione abbiamo già iniziato a parlare di continuare la nostra partnership, quindi è bello finalizzare tutto ora, in modo che possiamo concentrarci sulle restanti gare del 2018. Dal momento in cui sono arrivato, alla fine del 2014, sono stato accolto nella famiglia Kawasaki e da allora abbiamo raggiunto il successo, oltre i nostri sogni più sfrenati. Ecco dove voglio restare. E' naturale continuare a scrivere questa incredibile storia insieme, e voglio ringraziare tutti nel Kawasaki Racing Team per aver creduto in me e per questa opportunità. Insieme lavoreremo più duramente che mai per mantenere la ZX-10RR al top anche in futuro. Ho la migliore squadra di persone, intorno a me, a garantire che possiamo continuare a lottare per il Campionato del Mondo ".

 

Guim Roda, Team Manager KRT, ha dichiarato: "Possiamo festeggiare la decisione di Johnny di rimanere due anni in Kawasaki e di correre ancora in WorldSBK. È importante che abbia deciso  e che trovi ancora motivazioni nelle WSBK: sono sicuro che molti fan vorrebbero vederlo correre con i migliori della MotoGP, ma possiamo chiedere ai ragazzi della MotoGP di venire qui. Il suo livello ora è molto alto, e questo farà aumentare i livelli degli altri corridori e produttori di WorldSBK. Tutti saranno costretti a dare il massimo per battere Johnny, quindi dobbiamo essere tutti felici e motivati. Naturalmente continueremo a lavorare per migliorare il pacchetto, quindi sono certo che lo spettacolo continuerà. Altri piloti e costruttori dovranno lavorare sodo se vogliono avere l'onore di diventare campione in WorldSBK. Lo spettacolo deve continuare".

  • babau551

    Ha fatto benissimo a rimanere in Sbk, dove è già diventato leggenda. In questo modo potrà finire di scrivere la storia del nuovo The King
  • alec_leamas, Genova (GE)

    Forse un livellamento delle prestazioni in SBK potrebbe aumentare lo spettacolo, anche se non ne sono proprio sicuro.
    Forse, senza Rea sulla Kawasaki, la competitività della categoria potrebbe guadagnarci, a vantaggio dei vari Davies, Melandri, Sykes, Camier, VdMark...
    Forse...
    Certo è che Rea, a questo punto della sua carriera, faticherebbe ad essere anche solo appena competitivo su un prototipo MotoGP e si vedrebbe sopravanzato (giustamente) anche da ragazzini come Mir.
    Il salto in MotoGP per Rea sarebbe una scelta senza senso: infatti né lui, né Dorna, né alcun team si sono azzardati a farlo.
    Bene per Rea e bene anche per la WSBK, che di tutto ha bisogno, meno che di perdere l'unico vero super-campione degli ultimi anni, che attualmente costituisce di fatto un valore aggiunto (anche a livello di interesse mediatico) per l'intero campionato.
Inserisci il tuo commento