gp di francia

SBK Francia. Davies è il più veloce anche nelle FP2

- Davies è ancora il più veloce a Magny Cours e precede un fantastico Camier. Sykes è terzo nonostante i problemi meccanici e precede Rea. Ottavo Savadori. Hayden, Giugliano e De Angelis in Superpole1
SBK Francia. Davies è il più veloce anche nelle FP2

Davies si conferma al primo posto al termine delle due prove cronometrate disputate oggi a Magny Cours. Smentite le previsioni che parlavano di pioggia, la pista è rimasta asciutta, ma i tempi sono rimasti abbastanza alti e lontani dai record della pista francese che appartengono a Sykes. Buone notizie in casa Ducati, perché Chaz ha dimostrato di poter essere molto veloce non solo sul giro secco, ma anche sulla distanza. Nel box della casa italiana però sorridono solo i tecnici di Davies, mentre quelli di Giugliano sono preoccupati, visto che l’italiano ha chiuso solo al quindicesimo posto, staccato di quasi due secondi dal suo compagno di squadra a causa di un dolore alla spalla destra, conseguenza della caduta di Gara2 al Lausitzring.
 


Non finisce di stupire Leon Camier che con la sua MV ottiene la seconda posizione, a soli due decimi dal pole man della Ducati. E’ l’ennesima conferma del grande lavoro svolto dal team italiano e dalle indubbie capacità del pilota inglese. Terza posizione per Sykes nonostante il pilota della Kawasaki abbia dovuto fare i conti con un problema al freno posteriore che lo ha costretto per ben tre volte a fermarsi in pista. Simpatico il siparietto che ha visto l’inglese raccogliere una bottiglietta d’acqua dalla postazione dei marshall e riversarne il contenuto sul disco posteriore della sua Kawasaki per raffreddarlo.


Rea si ferma a tre decimi da Davies, ma ha dato l’impressione di non aver ancora trovato il set up che preferisce. I due giovani leoni Lowes e VdMark si piazzano al quinto ed al sesto posto. L’olandese, cha ha dovuto saltare il turno di questa mattina, è apparso molto veloce e a proprio agio su questa pista, facendo ben sperare per la gara di domani e facendo quindi da contraltare ad un Hayden che ha l’alibi di non aver mai corso qui a Magny Cours, ma che è apparso comunque sottotono. Domani l’americano dovrà partecipare alla Superpole1 per qualificarsi alla successiva Superpole2 e non sarà facile, perché a fargli compagnia nella 1 troverà anche la delusione Giugliano. L’italiano della Ducati ha chiuso solo quindicesimo ed intrambe le sessioni è apparso ben lomtano dall’aver trovato un setting che gli possa permettere di essere competitivo. Speriamo ci riesca domani, in modo da tornare ad occupare le posizioni che gli competono.


Delude anche il padrone di casa Guintoli che si qualifica per la Superpole2, ma solo al nono posto. Il francese può solo sperare che piova per risalire la classifica. Fores non conferma l’eccellente terzo posto di questa mattina, ma chiude comunque con un buon settimo posto e la partecipazione alla Superpole che conta, così come Torres, unico pilota BMW a disputare direttamente la Superpole2, in quanto il suo compagno di squadra è undicesimo e la perde per pochi decimi di secondo. Saranno le gare di casa anche per il pluricampione del mondo Endurance Matthieu Lagrive, grande conoscitore del tracciato di Nevers ed oggi dodicesimo con la Kawasaki privata di Pedercini. Scassa e Vizziello chiudono rispettivamente al quattordicesimo e diciannovesimo posto e disputeranno quindi la Superpole1., così come De Angelis, ventesimo nelle cronometrate. Alex sta facendo più fatica del previsto su di una pista molto guidata, che accentua i sui problemi al braccio infortunato.


Davies davanti a tutti e pronto a ripetere la prima gara del Lausitzring, con le due Kawasaki a fare da inseguitrici e gli outsiders Camier, Lowes e Camier pronti a dare l’assalto al podio. Ma su tutto incombe il meteo che per domani prevede pioggia.

 

Consulta la classifica

  • anonym_4277438

    dr berry
    anche oggi a remenare torroni e raddrizzare banane dall'alto delle sue lauree da dottore pilota ingegnere manager

    risollevala tu la sbk la motogo la mx che hai la forza nei bracci
  • TheBerronespolo, Rosignano Monferrato (AL)

    Sarà anche un pò più genuina della motoGP ma manca assolutamente di pathos, in fondo che vinca Rea o Sykes chissenefrega dai. Vuoi mettere con il Vale contro Marc, le gommine, le non gommine che perdono tocchi, le nuove regole, Iannone che stende tutti pensando a Belen...ma non c'è confronto...magari con Melandrino...
Inserisci il tuo commento