SBK 2024. Toprak e Bulega sotto il record della pista nei test di Misano Day1 [RISULTATI]

SBK 2024. Toprak e Bulega sotto il record della pista nei test di Misano Day1 [RISULTATI]
Carlo Baldi
Impressionante crono di Razgatlioglu al quale risponde il rookie della Ducati. Bautista terzo ma a mezzo secondo, davanti a Rea e Sam Lowes. Locatelli sesto, precede Iannone.
31 maggio 2024

Toprak Razgtalioglu aveva una gran voglia di tornare sulla sua M1000RR e si è gettato subito a capofitto nei test di Misano, dove si sono dati appuntamento tutti i team del WorldSBK (ad eccezione di Motoxracing, Motocorsa e Bonovo Action) in preparazione al quarto round che si disputerà in riva all’Adriatico dal 14 al 16 giugno.

Assieme ai due piloti Aruba.it e a Jonathan Rea, il turco della BMW è stato sempre nelle prime posizioni della classifica dei tempi in questa che è la prima di due giornate di test.

Toprak ha atteso le fasi finali per estrarre dal suo cilindro magico il tempo di 1’32”663, nuovo record ufficioso della pista dedicata a Marco Simoncelli, di oltre tre decimi più basso rispetto al giro veloce stabilito lo scorso anno in Superpole da Alvaro Bautista (1’33”017). Ma Razgatlioglu non è stato il solo a frantumare il muro del 1’33, perché anche Nicolò Bulega ha confermato tutta la sua velocità concludendo con il tempo di 1’32”731, a 68 millesimi dal campione del mondo SBK 2021.

Bautista si è dovuto accontentare della terza piazza a quasi mezzo secondo dai primi due. Come al solito lo spagnolo della Ducati non ha cercato più di tanto il tempo sul giro, ma ha lavorato sulla distanza di gara.

A soli 55 millesimi da Alvaro troviamo Jonathan Rea, finalmente nelle posizioni che gli competono. Il sei volte campione del mondo sembra ormai a proprio agio sulla R1, grazie anche ad un diverso bilanciamento del telaio, ad una diversa posizione in sella e ad una diversa distribuzione dei pesi. Per gli stessi motivi sono andati forte anche Andrea Locatelli, sesto e Remy Gardner ottavo. Tra di loro si è inserito Sam Lowes al quinto posto con la Panigale V4 del Team Marc VDS e Andrea Iannone, ottimo settimo anche se ad un secondo dal fenomeno turco. L’unico pilota della casa dei tre diapason che ha deluso è stato Dominique Aegerter, solo diciassettesimo.

Della “cura” Toprak sembra beneficiare anche Michael Van der Mark, nono al termine di questa prima giornata. Per lui la squadra ufficiale BMW ha lavorato ad una nuova posizione in sella, che abbassa il baricentro della moto.

La top ten è chiusa da Axel Bassani primo del terzetto tutto Kawasaki, con Tito Rabat undicesimo, davanti ad Alex Lowes, che ha testato nuove soluzioni alla parte elettronica della sua Ninja.

Subito dietro le tre verdone ecco Danilo Petrucci che seppure dolorante alla spalla infortunata nel noto incidente con la moto da cross, ha stretto i denti ed ha preceduto il collaudatore della Ducati Michele Pirro, quattordicesimo, davanti alle due Honda di Iker Lecuona e Xavi Vierge. Chiudono la classifica dei piloti SBK, oltre al già citato Aegerter, Philipp Oettl e le due Honda Petronas di Mackenzie e Norrodin.

Tra i nove piloti della classe Supersport presenti oggi a Misano il più veloce è stato Yari Montella (1’37”222) un ottimo tempo anche se ancora lontano dal giro veloce del tracciato che appartiene a Bulega (1’36”495) Il pilota del Barni Spark Racing Team ha preceduto Adrian Huertas e Stefano Manzi.

Test Misano, Day 1. I risultati

Naviga su Moto.it senza pubblicità
1 euro al mese

Ultime da Superbike