GP di Spagna

SBK 2019. Le dichiarazioni dei piloti dopo il GP di Aragón

- Ecco le dichiarazioni dei primi quattro piloti nelle gare di oggi al Motorland Aragón
SBK 2019. Le dichiarazioni dei piloti dopo il GP di Aragón

Álvaro Bautista: “È stato davvero un fine settimana straordinario. Vincere tre gare qui in Spagna davanti alla mia famiglia, agli amici ed ai tifosi spagnoli è stato veramente molto bello. In tutte e tre le gare ho potuto attuare la mia strategia, cioè partire veloce e mantenere il mio passo. Sicuramente le condizioni nelle tre gare erano diverse, specialmente oggi nella Superpole Race svoltasi al mattino, quando faceva molto freddo. Per fortuna è aumentata la temperatura per Gara-2, ma il vento si sentiva tantissimo. Nonostante questo, sono riuscito a rimanere concentrato, a capire la situazione della pista e spingere comunque al massimo. Alla fine abbiamo conquistato nove vittorie su nove e siamo contentissimi. La squadra ha fatto un lavoro incredibile, siamo sulla strada giusta e vorrei ringraziare Aruba, tutta la Ducati e la mia squadra, perché i complimenti vanno anche a loro.”

 

Jonathan Rea: “E’ stata una giornata più dura di quanto mi aspettassi, e mi ero preparato a una diversa strategia. Soprattutto nella sprint race, nel finale avevo poca trazione, probabilmente perché ho spinto troppo all’inizio. In Gara-2 ho cercato di essere più calmo nei primi giri, ma quando ho visto che Lowes e Davies cercavano di allontanarsi mi sono preoccupato. Ho cercato di riprenderli, ma mi ha passato anche Haslam e allora ho capito che dovevo dare il massimo senza badare all’usura delle gomme. Ho messo la testa nel cupolino e ho spinto al massimo cercando di sfruttare i punti forti della mia moto, che ha molta trazione nei curvoni veloci. Anche il nostro ingresso curva non è male. E’ stato bello vedere Haslam nelle prime posizioni, ed è un fattore molto importante se vogliamo continuare a migliorare la nostra moto”.


 

Chaz Davies: “Un weekend molto positivo per me, anche se sono un po' deluso per aver perso il secondo posto in Gara-2. All’inizio dell’ultimo giro sono entrato in curva 1 troppo forte lasciando aperta una porta a Johnny, e poi non c’è stata la possibilità di recuperare. In ogni caso, sono contento di aver replicato il podio di ieri. Oggi non è stato facile per via dell’intensità del vento, ma abbiamo lavorato bene tutto il weekend facendo un bel passo in avanti, e spero di continuare in questa direzione anche nel prossimo weekend di Assen.”

 

Leon Haslam: “Partire dalla quarta fila nelle prime due gare non è stato certo il massimo, e quindi era importante far bene nella Superpole race per poter partire più avanti. La mia squadra ha lavorato molto bene, e si è impegnata molto per darmi una moto con la quale poter lottare con Johnny. Sono davvero contento di quanto abbiamo fatto qui, e mi sento fiducioso per le prossime gare. Nella gara sprint non sono partito benissimo, ma ho ottenuto una buona posizione in griglia per l’ultima gara. Abbiamo fatto alcuni importanti miglioramenti che ci permetteranno di essere più competitivi”.     

  • milan3, Bologna (BO)

    Dai basta con sta menata della Ducati che è una moto GP, ha il motore portante che nella moto GP è stato buttato da un pezzo .
    E' Bautista che è da Moto GP.
  • Loris.Fazio90, Rivoli (TO)

    Personalmente la trovo noiosa come quando vinceva sempre rea..tuttavia il livello di Ducati è molto alto forse troppo per questa categoria...Che Alvaro sia bravo ok ma la moto sembra,vista dal divano,una MotoGP in uno schieramento di moto2
Inserisci il tuo commento