GP del Qatar

Mahias campione del mondo Supersport 2017 e Sofluogu entra nella leggenda

- Lucas Mahias vince gara e titolo regolando in volata un grintoso Cluzel. Commovente Sofuoglu, terzo nonostante le tre fratture al bacino. Ottima gara di Caricasulo, quarto
Mahias campione del mondo Supersport 2017 e Sofluogu entra nella leggenda

Spettacolare conclusione del mondiale Supersport sulla pista di Losail. Abbiamo dovuto attendere l’ultima gara della stagione per vedere assegnare il titolo di campione del mondo e se lo è aggiudicato Lucas Mahias, dopo un campionato incredibile che il francese aveva iniziato con un arrivo in volata a Phillip Island ed ha concluso con un altro arrivo in volata a Losail.

In mezzo c’è una stagione piena di colpi di scena e con molti protagonisti, ma alla fine è stata una lotta a due tra Lucas Mahias e Kenan Sofuoglu. Il turco ha avuto un inizio di stagione tremendo. Infortunatosi in allenamento prima dell’inizio del campionato, il cinque volte campione del mondo Supersport, ha dovuto rinunciare ai primi due round per poi rientrare ad Aragon, dove è stato incolpevole vittima di un incidente che lo ha tolto di scena. Nel frattempo Mahias a Phillip Island aveva conquistato la seconda posizione in volata dietro al nostro con Rolfo, era stato vittima di un problema tecnico a Buriram ed aveva vinto ad Aragon.


Tutto finito per il turco? Neanche per sogno. Dalla gara di Assen iniziava la sua fantastica rimonta che lo vedeva vincitore di quattro gare consecutivamente: Assen, Imola, Donington e Misano. Dopo la gara in riva all’Adriatico la classifica diceva : Mahias 105 punti, Sofuoglu 100. Il francese era sempre arrivato subito dietro al suo avversario, ma a Misano era stato vittima di una caduta che aveva clamorosamente riaperto i giochi.

Al Lausitzring il sudafricano Morais interrompeva l’egemonia del pilota turco, che si piazzava secondo e precedeva proprio il francese della Yamaha. I due continuavano la loro furibonda lotta per il titolo sulla pista di Portimao, dove Kenan vinceva la sua quinta gara della stagione, ancora davanti a Mahias e si portava per la prima volta in testa alla classifica con 4 punti di vantaggio.


Il round successivo si disputava a Magny Cours, a casa del pilota francese, ma ecco che il destino ci riservava l’ennesimo colpo di scena. Nella giornata di sabato prima era il pilota della Yamaha a cadere, infortunandosi ad un polso, ma nel turno successivo era Sofuoglu a cadere malamente. Per lui il referto medico era tremendo : tripla frattura del bacino. Un infortunio che solitamente richiede tempi di recupero molto lunghi. Con un volo privato Kenan rientrava in patria il giorno stesso, per sottoporsi ad un intervento chirurgico, mentre Mahias riusciva a disputare la gara e ad ottenere il quarto posto. Un risultato che gli permetteva di tornare in testa alla classifica, con 9 punti di vantaggio sullo suo sfortunato antagonista.

Vantaggio saliva a 20 punti dopo il round di Jerez. Senza il cinque volte campione del mondo, ancora in ospedale ad Istanbul, Mahias tagliava il traguardo al quinto posto mettendo una seria ipoteca sul titolo mondiale.


E si arriva così al match finale di Losail. Contro ogni previsione Sofuoglu si alza dal letto, si allena e si presenta in pista in Qatar, dove i medici gli danno il benestare per correre. Kenan cammina a fatica e soffre molto, ma stringe i denti ed ottiene il quarto posto nella Superpole vinta da Mahias. In gara al francese basterebbe un decimo posto nel caso che il turco riuscisse a vincere, ma Lucas non fa calcoli. Vuole vincere gara e campionato, per dimostrare a tutti di meritarsi il titolo di campione del mondo. Di meritarlo più di Sofuoglu. Il francese riesce nel suo intento e vince regolando in volata il coriaceo Cluzel, mentre alle sua spalle Sofuoglu conclude un’impresa che ai più sembrava impossibile. Non solo riesce a portare a termine la gara, ma lo fa al terzo posto, dopo aver rimontato nei giri finali ed aver superato Caricasulo sulla linea del traguardo per pochi millesimi. E’ un trionfo per entrambi, che terminata la gara si fermano lungo la pista e si abbracciano. E’ l’immagine più bella di questa stagione. Un poster per lo sport e per il motociclismo.

 

Guarda il video tributo

  • Ciambel, Cesena (FC)

    Sofoglu è davvero incredibile dopo un infortunio del genere la gara che ha fatto la dice lunga sull'esito del campionato se non fosse stato condizionato dagli stop forzati ma i campionati sono anche così quindi onore e merito a Lucas che cmq è un bel manico e potrà giocarsi il mondiale anche il prossimo anno (se non cambia categoria) e ieri ha fatto bene a fare una vittoria di forza invece di accontentarsi. Come ha scritto Baldi bellissimo l'abbraccio dei due a fine gara sulla pista , sono le cose più belle dello sport dopo la battaglia in gara , bravi ragazzi!!
  • mauromoto, Treppo Grande (UD)

    E' proprio il caso di dire "Mamma li Turchi"
Inserisci il tuo commento