Civ

ELF CIV 2020: Lorenzo Savadori è Campione Italiano Superbike

- Cinque vittorie e due secondi posti per il tester di Aprilia in MotoGP che spezza il dominio di Michele Pirro, incappato in una stagione da dimenticare
ELF CIV 2020: Lorenzo Savadori è Campione Italiano Superbike

Lorenzo Savadori vince a Vallelunga in Gara1 del CIV con diciassette secondi di vantaggio e si laurea campione Superbike 2020 in sella alla sua Aprilia della Nuova M2 Racing. Giornata da incorniciare, quindi, per il tester di Aprilia in MotoGP che conquista un trofeo combattuto sin dal primo round contro avversari di primissimo livello. Su tutti Michele Pirro che quest’anno ha dovuto soffrire in più di una occasione e che anche a Vallelunga è uscito di scena dopo un bruttissimo incidente con Andrea Mantovani.

La vittoria di Savadori è diventata garanzia per la conquista del titolo quando Samuele Cavalieri, secondo in classifica generale, è passato sotto la bandiera a scacchi al quinto posto, rendendo incolmabile il gap dall’alfiere Aprilia. Quinta vittoria stagionale per Lorenzo Savadori, protagonista di un 2020 strepitoso che lo ha visto anche ottenere due secondi posti. Ruolino di marcia invidiabile che permette al numero 32 di conquistare il primo titolo Italiano SBK - 2° titolo italiano dopo quello del 2008 nella 125 GP - e di spezzare così il dominio di Michele Pirro, che aveva trionfato nelle ultime 3 stagioni SBK. In gara, la battaglia per la seconda posizione è andata a Luca Vitali (BMW Cherry Box 24 Guandalini Racing) con Alessandro Delbianco (BMW DMR Racing) a chiudere il podio.

  • Alessandro200958, Mogliano Veneto (TV)

    Onestamente, dopo aver vissuto questi campionati da dentro, nello specifico il National, devo dire che è imbarazzante...

    Non c'è alcun senso in alcune categorie.
    E quella più assurda è proprio la SBK.

    Non c'è il minimo sforzo nel voler equilibrare la categoria, con un team che sostanzialmente è un team ufficiale.
    Ricorderò sempre quando, a Vallelunga nel 2016 (mi pare), il Team Barni aveva un tecnico Ducati che la sera analizzava i dati, li mandava alla SBK che era in Malesia e la mattina dopo avevano l'elettronica bella pronta...

    Insomma, pare che alcuni Team non abbiano alcun limite relativamente ad alcuni punti, e così non è da stupirsi che la griglia si svuoti...
    Che senso ha per altri team investire in un campionato nel quale non hanno nessuna possibilità?

    Che poi... parlano di Pirro come un fenomeno totale, è bastato Sava con un'Aprilia buona per farlo tornare sulla terra...
  • ringhietto01, Desio (MB)

    Non discuto il pilota o il suo talento ma la moto e il regolamento si...non è stato un campionato alla pari, la FIM se ne frega e poi ci stupiamo che in griglia ci siano 10 piloti?
Inserisci il tuo commento