gp d'italia

Davies davanti a tutti nelle prove di Imola

- Davies chiude in testa la prima sessione cronometrata di Imola davanti alle sorprese Camier e Savadori. Quarto Rea che precede Giugliano. Bravo Baiocco settimo. In ritardo Sykes
Davies davanti a tutti nelle prove di Imola

Cielo nuvoloso ma pista asciutta oggi a Imola per la prima sessione di prove cronometrate del quinto round del campionato mondiale Superbike. Il più veloce è stato Chaz Davies che inizia quindi nel modo migliore questo weekend sulla pista di casa della Ducati. Il gallese è stato costantemente nelle prime posizioni e con un giro in 1’47”441 ha inflitto oltre mezzo secondo di distacco al sempre più sorprendete Camier che, così come era successo ad Assen, nelle prove fa volare la F4. Bravo Leon, e la sua MV si dimostra in costante crescita. Vedremo nelle sessioni seguenti se i tifosi della casa di Schiranna possono iniziare a sognare.  


Moto italiana e pilota italiano in terza posizione, grazie ad un fantastico Lorenzo Savadori che riporta la RSV4 di Noale nelle posizioni che le competono. Solo quarto Rea, ma come sappiamo il campione del mondo utilizza il venerdì per sistemare al meglio la sua Ninja e guarda il cronometro solo per entrare nei primi dieci ed accedere alla Superpole2. Stesso discorso per il suo compagno di squadra Tom Sykes, solo ottavo. Giugliano, concentrato e determinato come non mai, è quinto, ma cede quasi un secondo al suo team-mate.


Guintoli è sesto, nonostante un piccolo problema tecnico ad inizio turno e precede Matteo Baiocco che sfrutta a dovere non solo tutti i cavalli della Panigale privata del team VFT racing, ma anche la sua profonda conoscenza della pista romagnola. 

Reiterberger e Torres procedono di pari passo con il tedesco che chiude nono e precede lo spagnolo di soli sei millesimi. Lowes, sempre più candidato ad essere sacrificato il prossimo anno sull’altare di Melandri, cade nel finale terminando solo undicesimo.


Non iniziano bene le due Honda. VdMark è dodicesimo davanti ad Hayden, staccato di oltre due secondi dal leader Davies. De Angelis ha ricevuto dai medici il benestare a correre ed il dito ferito in Olanda è quasi guarito, ma non permette ancora ad Alex di guidare come vorrebbe. Sfortunato Fores che rompe quasi subito la Ducati privata del team Barni e non può andare oltre il ventesimo posto. Rompe anche la Kawasaki Grillini del giovanissimo Hook che sporca di olio la pista e causa un’interruzione della sessione con la bandiera rossa. Bandiera nera per l’altro pilota di Grillini, lo svizzero Schmitter, a causa di problemi con il transponder.  

 

Leggi la classifica

  • 2Pistoni, Ponte nelle Alpi (BL)

    Moto Italiane nei primi posti..speriamo diventi una costante..Savadori vai cosi'..fai esperienza la RS-GP potrebbe non essere un sogno....
Inserisci il tuo commento