l'editoriale di nico

Nico Cereghini: "Le corse sono tutte belle. Quasi sempre"

- Tifiamo i nostri piloti preferiti senza tentare di demolire i preferiti degli altri. Se siamo veri appassionati di moto | N. Cereghini
Nico Cereghini: Le corse sono tutte belle. Quasi sempre


Ciao a tutti. Naturalmente l’intervista all’ombrellina di Colin Edwards, che ho riportato la settimana scorsa, era inventata. E ringrazio tutti quegli amici del sito che hanno finto di prenderla per vera, di credere che davvero esista quella Meg. Bella mossa: alla fine quello imbrogliato sono stato io, che mi credevo furbo nell’usare un espediente letterario. Il mio obbiettivo era quello di divertirmi un po’ e di mettere in ridicolo la famosa polemica tra la SBK e la MotoGP: queste sono gare vere e quelle no, questi sono autentici sportivi e quelle invece sono star viziate. Tutte sciocchezze. Queste discussioni niente hanno a che vedere con la passione per la moto; questi non sono discorsi degni dei veri motociclisti per il semplice motivo che un appassionato genuino ama tutte le moto e ama tutte le corse a due ruote.

Non perdo una gara delle SBK. Tifo italiano, anche se ho un debole per il giovane Haslam che ha gli occhi del vecchio Ron. Una volta Ron mi ha fatto provare la sua Honda NSR a Donington e pioveva così forte che mi sono proprio divertito. Non c’è una corsa su asfalto che mi lasci freddo: persino l’Endurance risveglia in me il vecchio specialista che soffriva per vedere l’alba rischiarare finalmente la pista. E mi viene la pelle d’oca.

 

Tutte le moto sono belle, tutte le gare sono appassionanti, tutte le vittorie sono ugualmente difficili da costruire. Così la penso. Ho corso con le derivate di serie, le 1.000 dell’Endurance e le 500 da Gran Premio, godendo sempre nella stessa misura

Tutte le moto sono belle, tutte le gare sono appassionanti, tutte le vittorie sono ugualmente difficili da costruire. Così la penso. Ho corso con le derivate di serie, le 1.000 dell’Endurance e le 500 da Gran Premio, godendo sempre nella stessa misura. Il bello è guidare forte. Ma non ho mai messo in dubbio che il mondiale velocità, quello nato nel 1949 e oggi disputato su tre classi, sia il massimo. Vero: in questo momento storico le corse della SBK sono generalmente più spettacolari di quelle della MotoGP. Oggi è problematico disegnare la formula perfetta per i prototipi e la Dorna è in difficoltà: l’elettronica è inarrestabile, i costi sono altissimi, le moto sono inutilmente complesse e i tempi sono grami. E concordo: troppe regole astruse, troppa Spagna, e soprattutto troppi talenti sprecati ad inseguire una esasperazione che non produce spettacolo.

Però i prototipi sono stati e restano la formula di riferimento per le case ed i piloti: i migliori vogliono correre lì e lì’, se possono, tutti vogliono andare. Biaggi e Melandri hanno trovato in SBK un ambiente più allegro, moto meno complicate, gare più equilibrate; si divertono, buon per loro, più di Rossi e Capirossi. Ma sarebbero rimasti in MotoGP se avessero trovato una sistemazione adeguata.

Oggi va così. Domani chissà. Intanto smettiamola di sparare stupidaggini a vanvera. Io prometto: niente più Meg. E tifiamo i nostri preferiti, come è giusto, senza cercare per forza di demolire i preferiti degli altri.

  • Utente_qualsiasi, Faenza (RA)

    Beh...

    ... attualmente la MotoGP per i miei gusti è veramente noiosa. Non discuto sui piloti e sull'enorme sforzo tecnologico dei team. Ho massima ammirazione per tutti, ma alla fine lo spettacolo latita mentre con la SBK mi diverto quasi sempre molto.

    Sono opinioni.... ed esultano dal giudizio sui piloti.

    Nico... un favore personale, se puoi. Ti assicuro che è detto senza polemica. La mia ragazza, la quale è proprietaria di una Ducati, ha in antipatia Valentino Rossi da una vita. Non chiedermi il motivo. A me non dispiace come personaggio anche se tifo sempre prima il team che il pilota.

    Insomma... lei mi COSTRINGE a togliere l'audio quando parla Meda. Capisco il tifo per Rossi, che oltretutto proviene quasi dalle mie parti (sono romagnolo), ma non potrebbe essere un filo meno di parte ?

    Facciamo così... potresti (ironicamente e come cosa simpatica) fargli dire durante il prossimo MotoGP che chiede scusa alla morosa (diciamo così in Romagna) di Marco per il fatto che tifano un pò troppo per Valentino ???

    Nico... non ci possiamo vedere in faccia, ma lo dico ridendo... simpaticamente !

    :-)
  • pako34, Caselle Torinese (TO)

    la moto GP è alla frutta

    nella classe regina ci sono 15 moto circa questa la dice lunga su come è gestito , moto 2 solo motore Honda con la scusa che il 2t inquina e troppo costoso , Aprilia a detto addio alla moto GP
    questa non è il moto mondiale che conosco, una volta anche un privato poteva vincere con costi come "dicono" loro più elevati.
    lo spettacolo è calato da quando c'e troppa elettronica e altre cosine..... il pilota conta sempre meno .....
Inserisci il tuo commento