Internazionali d’italia a Squadre stagione 2004

Internazionali d’italia a Squadre stagione 2004
3 dicembre 2004

Di nuovo per il terzo anno consecutivo, dopo il successo delle passate stagioni, si è concluso presso la pista di Terenzano – Ud - domenica 17 Ottobre 2004 il Campionato Italiano a squadre , meglio conosciuto come Internazionali d’Italia di speedway a squadre. Ideato nel 2002 dalla società padovana S.T.E.I.(Sport, Tv, Events, International) che si è impegnata a livello televisivo ad irradiare le immagini delle moto attraverso il satellite ed in numerose emittenti locali e nazionali, anche per questi 12 mesi i 4 Motoclub (Lonigo, Olimpia di Terenzano, Abato e First team diventati poi 3 a metà stagione per il ritiro di quest’ultimo), hanno esordito con piloti italiani e starnieri di assoluto valore pronti a tutto pur di conquistare l’ambito trofeo challenger dedicato al commissario tecnico prematuramente scomparso Andrea Geatti. E ad inaugurare la stagione 2004 della pista ovale è stata proprio la prima prova degli Internazionali d’Italia svoltasi sulla pista pavese presso l’autodromo di Castelletto di Branduzzo, domenica 04 aprile. Sin dalle prime avvisaglie era parsa chiara a tutti la superiorità del quintetto di Lonigo che presentando al line up di partenza l’accoppiata australiano – statunitense Jhonston – Hamill ben supportata dall’italo argentino Sanchez, ha permesso il salto di qualità di 8 punti a scapito dei 36 dei campioni 2003 del First Team. Terza piazza per i friulani di Terenzano che rimanevano a galla grazie al giovane pilota di casa Simone Terenzani e all’ex campione italiano Andrea Maida. Staccata ma di soli 3 punti la formazione dell’Abato apparsa più agguerrita rispetto alle scorse edizioni. E dopo soli 15 giorni, in data 15 aprile, sono scesi di nuovo in pista i 4 team presso gli attrezzati impianti dei vincitori della prima prova, uno dei cuori dello speedway del nord-est: la pista di Santa Marina. Da buoni padroni di casa i leoni hanno mantenuto la testa della classifica per tutto il protrarsi della competizione, mentre combattevano sul filo di lana per la piazza d’onore l’emergente Abato e l’irrefrenabile Olimpia che ha scavalcato il primo per un solo punto. E il First Team Moto Club Montello alquanto nervoso tramava la sua “vendetta” sfociata dopo circa 3 mesi di allenamenti intensivi nella serata di sabato 24 Luglio presso la pista di Terenzano – Ud -. A sorpresa anche i friulani avevano deciso di stravincere e con l’astuto ingaggio del britannico Robson in accoppiata con il vicecampione italiano Simone Terenzani hanno messo nel sacco il secondo gradino del podio. Sfortunati questa volta i centauri del Lonigo penalizzati dall’assenza dell’italo – argentino Emiliano Sanchez impegnato all’estero e dell’under 23 Tessari finalista al Mondiale in corso in quei giorni. Non è stato difficile quindi per i trevigiani sostenuti dallo sloveno da combattimento Matej Ferjan ben aiutato dal polacco Flis e dalla volpe Salvatelli, riappropriarsi della vetta del podio sfiorata in precedenza per ben 2 prove. Statico invece in 4° posizione l’Abato con un Hauzinger che gareggiava praticamente da solo. Nuova formula “due contro due” per la quarta prova disputatasi a Giavera del Montello – Tv -, istituita eccezionalmente dopo il ritiro della squadra di casa, domenica 04 Ottobre 2004. Alternativa avvincente che vedeva il confronto in pista di coppie di piloti dello stesso Team, e in quest’occasione malgrado le performance un po’ fiacche degli italiani in squadra (Terenzani e Maida) è stata proprio la carovana di Terenzano a prevalere su tutti staccando di un punto i leoni vicentini riusciti in quest’occasione a ricomporre la squadra originaria. Netta risalita questa volta per l’Abato (31 pti) che vantava la presenza del polacco Dudek, miglior pilota individuale della giornata . Incalzanti, combattute e spettacolari le ultime 2 prove del campionato che vedevano aperta la battaglia cominciata nella pista trevigiana tra i due team detentori del podio. La penultima disputata nuovamente a Lonigo – Vi - ha incoronato campioni i vicentini che hanno fatto degnamente gli onori di casa ben tallonati dai piloti di Terenzano. Stesse le formazioni presentate nella 5° e 6° prova per entrambe le squadre (per il Lonigo: Steve Johston, Emiliano Sanchez, Massimo Zambon, Daniele Tessari, Billy Hamill; per l’Olimpia: Simone Terenzani, Andrea Maida, Stuart Robson, Rafal Kowalski, Guglielmo Franchetti). E proprio sulla pista friulana si è svolto l’epilogo di questi Internazionali, domenica 17 Ottobre. Dopo un rincorrersi continuo tra le due formazioni, per l’Olimpia non c’è stato altro da fare che accontentarsi dei 45 punti conquistati e cedere il passo al ruggito dei leoni che hanno ottenuto con il solito scatenato duetto Johnston – Hamill abilmente diretto dal presidente Gianluigi Biasin la conquista del 4° podio stagionale. Come la metteremo nel 2005?

Ultime da Sport

Caricamento commenti...

Hot now