CNV Motoasi Biblion Cup. Più di 100 piloti alla tappa abruzzese

CNV Motoasi Biblion Cup. Più di 100 piloti alla tappa abruzzese
Moto.it
  • di Moto.it
Domenica si è concluso il quarto appuntamento del CNV Motoasi Selettiva Centro e SportRace Biblion Cup che per l'occasione ha fatto tappa in Abruzzo presso il Circuito Internazionale D'Abruzzo
  • Moto.it
  • di Moto.it
3 agosto 2022

Il Circuito Internazionale D'Abruzzo ha accolto oltre 100 i piloti che sono scesi in pista durante tutto il weekend. Oltre che con gli avversari in pista hanno dovuto fare i conti con un caldo torrido, che ha messo a dura prova sia la preparazione fisica, sia i motori e le gomme. Nonostante le temperature infuocate una volta abbassata la visiera nessuno a risparmiato nulla dando spettacolo in ogni singola categoria.
 

Sportrace

I primi a scendere in pista i piloti della Sportrace con in pole position Danilo Paoloni del Team Birba, che ha fatto registrare il tempo di 1'.05''.416''' in qualifica effettuate il sabato come da programma riservato a questa categoria. Una carambola in partenza coinvolge tre piloti: Cristian Maiorani del Mandatori Racing Team perde il controllo della moto che gli si impenna proprio allo spegnimento del semaforo e viene travolto da Domenico Mariotti del team Scuola Motociclismo Pescara e Massimo Migani del team MC Racing fortunatamente senza conseguenze. La direzione gara opta per una bandiera rossa che provoca quindi una seconda partenza nella quale si verifica un altro colpo di scena con Francesco Guiducci del team MC Racing che rimane fermo al via senza conseguenze e riesce a ripartire solo più attardato. Paoloni mantiene subito la leadership della gara con Nicholas Pighin del team MC Racing che lo segue, ma nel corso del secondo giro Giovanni Galloni del Team Birba riprende la seconda posizione. Le prime tre posizioni si consolidano fin dai primi giri, mentre la quarta posizione sembra l'unica incerta: contesa fra Nicolò Cristiano del team Milano Racing e Carmine Ruotolo del team GCR Racing. Nonostante la lotta fra i due, Cristiano mantiene la posizione riprendendola anche di forza e mantenendola fino alla bandiera a scacchi. Vince Paoloni che a fine gara commenta: “La pista era molto buona, la gara è stata un po' più monotona con un livello più basso rispetto alla scorsa gara. La moto va molto bene, spero di fare lo stesso in Gara2. Vorrei però fare le condoglianze alla famiglia che ha avuto quel grave lutto”. Per la classe Moto 17 Promo 300 è invece Pighin a conquistare la vittoria ed afferma: “E' stata una gara calda, è difficile gestire le temperature del motore e delle gomme. Ho fatto un'ottima partenza, strano perché di solito non mi vengono ma questa MCR mi da una mano a partire bene. Ho sbagliato la prima curva in realtà, ho mancato proprio la traiettoria e questo ha permesso al pilota dietro di me di passarmi. Sono molto contento e molto fiducioso di quello che stiamo facendo insieme alla GCT Motorcycle ed alla MC Racing perché stiamo portando avanti uno sviluppo. Questo che vedete oggi sarà parte della moto del 2023. Siamo già ad un passo gara e passo di qualifica molto buono, sono al settimo cielo e sentivo Paoloni che diceva si è un po' annoiato punto ad arrivare lì il prossimo anno!”. RISULTATI GARA1 1.Danilo Paoloni 2.Giovanni Maria Galloni 3.Nicholas Pighin(PR3) 4.Nicolò Cristiano 5.Carmine Ruotolo 6.Domenico Mariotti(PR3) 7.Matteo Marini(PR3) 8.Matteo Fratta(RF) 9.Francesco Guiducci 10.Cristian Maiorani 11.Massimo Migani 12.Enzo Guarino (RF)

In Gara2 è invece Galloni ad avere lo spunto migliore e si mette in testa al gruppo che perde nel corso del primo giro Nicolò Cristiano a causa di una scivolata ed è costretto ad abbandonare la gara. Paoloni tenta di mettere pressione a Galloni ed i due fuggono insieme incrementando il loro vantaggio sulla terza posizione occupata da Pighin. Nel corso del quarto giro Paoloni riesce a riprendere la prima posizione, forte di una prima parte di tracciato che percorre in maniera nettamente più veloce. Pighin invece si deve guardare bene dai tre piloti: Migani, Maiorani e Ruotolo, poco lontano da loro anche Guiducci che però scivola e deve uscire dalla lotta. Ruotolo sembra perdere leggermente margine e lascia la bagarre fra Maiorani e Migani. Scintille fra i due che arrivando a ridosso di Pighin che comunque concorre con la categoria promo300 e quindi con una moto meno potente rispetto agli altri due piloti. Pighin non molla la terza posizione e taglia il traguardo davanti agli avversari per appena 0''.358''' di vantaggio. Bis di vittorie per Paoloni che afferma a fine gara: “Rispetto alla prima gara ho peggiorato la partenza, ho sbagliato proprio io. Dopo ho visto il passo un po' più lento rispetto al mio e ho aspettato il momento opportuno, il più facile dove passarlo e sono andato via. L'unica cosa che ho sofferto molto è stato il caldo, mai sentito un caldo così. Ci vediamo a Pomposa e speriamo di replicare!”. Ancora Pighin primo delle Promo300 ed afferma: “E' stata più difficile questa volta, avevo le 300 e le 400 dietro che spingevano. Abbiamo però dimostrato a noi del team che siamo a buon punto, il tempo fatto è uscito da solo. Non nego di aver preso dei rischi nonostante mi era stato detto “fly down”, però vedevo davanti il pilota del team Birba che inizialmente mi era andato via e poi non so bene come ma ne avevo qualcosa per avvicinarmi. Lì mi ha fatto veramente da lepre perché quando hai qualcuno davanti puoi copiare le traiettorie, lo prendi come riferimento. Sono davvero felicissimo e vorrei ringraziare la GCT Motorcycle ed MC Racing che mi permettono di correre, ma anche tutta la mia famiglia, gli amici e gli sponsor!”. Matteo Fratta invece conquista la vittoria di giornata per la classe RF ed afferma: “Un weekend di fuoco, la prima esperienza da pilota e vorrei ringraziare Giorgio e la GCT Motorcycle. Nelle qualifiche ho cercato di prendere feeling con la moto. Tra incidenti, sorpassi e gente che si è stesa ho chiuso ottavo Gara1 e non poteva andare meglio. In Gara2 ho perso qualcosa un crampo alla coscia ha contribuito. Ma il divertimento è quello che conta, i mezzi sono bellissimi! Ringrazio per la moto che mi hanno fornito e sicuramente potrebbe fare meglio in mano a gente più esperta”.RISULTATI GARA2 1.Danilo Paoloni 2.Giovanni Maria Galloni 3.Nicholas Pighin(PR3) 4.Massimo Migani  5.Cristian Maiorani 6.Carmine Ruotolo 7.Domenico Mariotti(PR3) 8.Matteo Marini(PR3) 9.Francesco Guiducci  10.Enzo Guarino (RF) 11.Matteo Fratta(RF) 12.Nicolò Cristiano


 

MiniGp Junior

Per la MiniGp Junior troviamo come ormai di consueto la griglia unita per le 160cc e le 110cc. Prima casella dello schieramento conquistata da Michele De Novellis, del team NIBA Racing, che fa registrare il tempo di 1'.08''.802''', per le 110cc invece il più veloce in pista durante le qualifiche è stato Gabriel Di Lorenzo, compagno di squadra del poleman, con il tempo di 1'.12''.320'''. Parte meglio Mattia Gabrielli  del team Fuorigiri, che prende subito la testa della gara con De Novellis che si mette all'inseguimento e prima della conclusione del primo giro si rimette leader, dietro di loro Nicolò Enea Montenero li insegue, alla sua prima gara al CNV Selettiva Centro Italia. I primi tre iniziano a scappare dal resto del gruppo, dando oltre 3'' di margine agli inseguitori in appena due giri. Trascorsi tre giri De Novellis prova a distanziare gli avversari, mentre i due alle sue spalle iniziano la bagarre per assicurarsi la seconda posizione. Gruppetto di tre piloti in lotta per la quarta posizione con Tommaso Ubaldini del team TU-46, seguito da Salvatore Napolitano del team NIBA Racing e Loris Garibaldi Flammini suo compagno di squadra. Nel corso del sesto giro Montenero riesce a prendere la seconda posizione con un ottimo sorpasso ma Gabrielli non molla e i due lottano fino alla fine della gara. Per 0''.091''' il secondo gradino del podio viene conquistato da Gabrielli. Di Lorenzo invece questa volta non riesce come suo solito a sopravanzare qualche 160cc ma vince comunque la categoria ed afferma: “Nei primi giri avevo il gruppetto davanti vicino, ma ad un certo punto la ruota dietro ha iniziato a scivolare, quindi mi sono detto: mi gestisco la gara e vado a vincere la categoria senza rischiare troppo”. Per la categoria 160cc taglia il traguardo in prima posizione De Novellis che afferma a fine gara: “La partenza è andata meglio delle altre volte, poi ho cercato subito di passare Gabrielli per potermi mettere davanti ed andare via. I primi giri siamo stati attaccati poi me ne sono andato facendo un passo incredibile. Ringrazio tutti i miei sponsor, mia madre, mio padre e mio nonno”. RISULTATI GARA1 1.Michele De Novellis 2.Mattia Gabrielli 3.Nicolò Enea Montenero 4.Loris Garibaldi Flammini 5.Tommaso Ubaldini 6.Salvatore Napolitano 7.Luca Leonardi 8.Alessio Genua 9.Alessandro Andrea Durante 10.Gabriel Di Lorenzo (110cc) 11.Matteo Gannuscio(110cc) 12.Luca Genua(110cc) 13.Cristian Sordoni(110cc) 14.Diego Laurella


In Gara2 De Novellis scatta bene questa volta e si mette subito al comando della gara. Lotta serrata ancora fra Montenero e Gabrielli che si contendono le altre due posizioni del podio. Bagarre anche per la quarta posizione dove si ripropongono i sorpassi fra Ubaldini, Napolitano e Flammini. Montenero nel corso del sesto giro scivola ed è costretto ad abbandonare la gara, molto distese invece le altre posizioni della gara compresa quella di Di Lorenzo che rimane primo delle 110cc e racconta a fine gara: “Purtroppo in Gara2 sono partito un po' male, però ho subito recuperato. Avevo le gomme finite di Latina, perciò ho deciso bene la mia gara. Ringrazio il NIBA Racing e tutti i miei sponsor”. Flammini a tre giri dalla fine prende bene le misure su Ubaldini e riesce finalmente a mettersi così in terza posizione. Ma Ubaldini non demorde e proprio nelle battute finali riesce a ripassare l'avversario e chiudere con un vantaggio di soli 0''.136'''. Bis di vittorie anche per De Novellis leader indiscusso della gara che commenta così: “La partenza l'ho fatta bene, sono riuscito ad essere subito primo e ad andarmene fin dal primo giro. Dedico la vittoria a Mathis il bambino che ci ha lasciato la settimana scorsa”.RISULTATI GARA2 1.Michele De Novellis 2.Mattia Gabrielli 3.Tommaso Ubaldini 4.Loris Garibaldi Flammini 5.Salvatore Napolitano 6.Alessandro Andrea Durante 7.Luca Leonardi 8.Alessio Genua 9.Gabriel Di Lorenzo (110cc) 10.Matteo Gannuscio(110cc) 11.Luca Genua(110cc) 12.Cristian Sordoni(110cc)13.Nicolò Enea Montenero 14.Diego Laurella


 

Minimotard e Pitbike Over

Griglia unita anche per la Minimotard e la Pitbike Over, la prima casella dello schieramento è di Miranda Festoso del team Fuorigiri conquistata con il tempo di 1'.08''.124''', in sella ad una Yamaha 2T Minimotard, mentre per la Pitbike primo dello schieramento è Fiorentino De Maio del team Squadra Corse41 con il tempo di 1'.10''.783''' che scatta dalla quinta posizione. Partenza perfetta per Fabio Ciancaleoni che si mette subito in prima posizione. Festoso si incolla alle sue spalle e i due fuggono subito rispetto a tutto il gruppo. Lotta anche per la terza posizione fra Gennaro Pagano del team Consorzio Moderno e Marco Di Iorio del team Squadra Corse41, tutti i primi quattro posti della gara per la categoria Minimotard. Primo invece della categoria Pitbike Over è Fiorentino De Maio che segue indisturbato in quarta posizione. Festoso si rimette leader del gruppo e riesce anche a staccare Ciancaleoni in seconda posizione ormai solitario. Bagarre accesissima per la seconda posizione della Pitbike Over con Lorenzo Trapè del team MotoClub DN Racing ASD ed Alessandro Tortorella, Wild Card, del team NIBA Racing che tenta in tutti i modi di ottenere la posizione. Vicinissimi fino alla fine i due scaldano l'atmosfera della gara, girano affiancati diverse curve dell'ultimo giro con il cronometro che decreterà la sesta posizione a Trapè per 0''.260''' che gli vale la seconda di categoria. Vince Festoso che racconta: “Il weekend non è partito molto bene, ma ci siamo rifatti già partendo dalla prima posizione. La partenza non è stata delle migliori e Fabio mi ha imbucato, ho usato due o tre giri per studiarlo e capire in quale punto della pista passarlo. Quando sono stata decisa sono riuscita a mettere le ruote davanti, ho utilizzato qualche altro giro per formare un distacco poi da lì ho condotto con il mio ritmo”. De Maio conquista la vittoria per la categoria Pitbike Over ed afferma: “Fa abbastanza caldo, non volevo stressare il motore ed ho cercato di trattenermi. Controllavo dietro con la coda dell'occhio vedevo erano sempre lì ed ho amministrato. Ieri il weekend è iniziato molto male, un problema con tre moto che dovevo sistemare io e sono arrivato molto stressato. Ma adesso la gara è iniziata bene speriamo di continuare così!”. RISULTATI GARA1 1.Miranda Festoso(Minimotard) 2.Fabio Ciancaleoni(Minimotard) 3.Marco Di Iorio(Minimotard) 4.Gennaro Pagano(Minimotard) 5.Fiorentino De Maio 6.Leonardo Trapè 7.Alessandro Tortorella 8.Pierluigi David 9.Danilo Raggioli 10.Yari Branco 11.Luigi Camino 12.Salvatore Ravagnoli 13.Antonio D'Avola


In Gara2 è ancora Ciancaleoni a prendere la prima posizione, con Festoso che insegue ma che già dal secondo giro si rimette in seconda posizione. Comandano ancora le quattro Minimotard seguite in quinta posizione da Fiorentino De Maio solitario al comando della Pitbike Over. Ancora spettacolo fra Trapè e Tortorella, che questa volta studia meglio l'avversario e riesce a mettersi in sesta posizione. Di Iorio prende la seconda posizione su Ciancaleoni, fino alla fine i due non mollano, rimangono vicinissimi ma Di Iorio mantiene la posizione e chiude con 0''.296''' di vantaggio sull'avversario. “Gara2 è stata la fotocopia di Gara1 la partenza non è andata molto bene, sono stata sfilata in seconda posizione ma ho cercato subito di riprendere la mia prima posizione. Una volta passata ho cercato di riottenere il distacco necessario per amministrare la gara” afferma Festoso dopo la seconda vittoria. Bis anche per De Maio che racconta: “Ho tirato per quattro giri, Ho solo un motore con cui faccio allenamenti e gara e ho sentito che con il caldo stava soffrendo un po'. Ho amministrato, sul dritto davo solo metà gas ma abbiamo portato a casa anche questa fortunatamente, ringrazio tutti i ragazzi che mi hanno seguito e tutto il CNV!”. RISULTATI GARA1 1.Miranda Festoso(Minimotard) 2.Marco Di Iorio(Minimotard) 3.Fabio Ciancaleoni(Minimotard) 4.Gennaro Pagano(Minimotard) 5.Fiorentino De Maio 6.Alessandro Tortorella 7.Leonardo Trapè 8.Pierluigi David 9.Danilo Raggioli 10.Yari Branco 11.Salvatore Ravagnoli 12.Luigi Camino 13.Antonio D'Avola



 

MiniGp 160cc

Per la griglia della MiniGp 160cc due le classi schierate sia i Leggeri che le Sport, leader della griglia di partenza Davide Panico del team MRacing che con il suo 1'.10''.693''' si mette anche primo per la classe Leggeri. Primo della classe Sport è Luigi Elia del team Biker4life che con il tempo di 1'.10''.893''' scatta dalla seconda casella dello schieramento. Panico parte benissimo in gara e prende margine fin dalle prime curve con il gruppo dietro di lui che rimane comunque molto compatto. Costantino Lamboglia del TL Racing Team, insegue Panico, dietro di loro Elia che non li lascia andar via. Nel corso del terzo giro il sorpasso arriva proprio da parte di Elia che si mette in seconda posizione e prova a ricucire su Panico. Lamboglia però nel giro successivo lo ripassa e prova a recuperare il leader. Ne approfitta  Gianluca Palomba del team Diciasette87 Racing per poter ricucire sul trio in testa che infatti si ricompatta a loro. Piccola sbavatura per Elia che perde così un po di gap su Lamboglia e si ritrova Palomba alle spalle. I primi quattro sono chiusi in un fazzoletto e fino alla bandiera a scacchi lasciano tutto da decidere. Arrivano vicinissimi racchiusi in poco più di un secondo lasciando tutto il pubblico con il fiato sospeso fino alla bandiera a scacchi. Vince in volata Panico che afferma: “Su questa pista ho provato pochissimo, sono venuto solo tre settimane fa e sono caduto. Ieri ha piovuto quindi ho fatto giusto pochi turni. E' bello quando hai margine e puoi gestire la gara, questa volta ho dovuto dare il massimo per tutta la gara, ho visto ci sono dei punti dove perdo e spero di migliorarli in Gara2”. Terza posizione per Elia che gli vale il primo posto per la classe Sport e commenta così: “Sono molto soddisfatto di come è andata la gara, ho preso delle imbarcate per stare al passo dei leggeri ed ho messo in crisi le gomme che stavano cedendo. Perciò dopo ho solo rallentato un po”. RISULTATI GARA1 1.Davide Panico(L) 2.Costantino Lamboglia(L) 3.Luigi Elia(S) 4.Gianluca Palomba(S) 5.Davide Giancola(L) 6.Andrea Battisti(S) 7.Andrea Mercaldo(L) 8.Riccardo Clementi(L) 9.Francesco Angerame(S) 10.Ernani De Santis(S) 11.Andrea Noviello(L) 12.Giampiero Gentile(L) 13.Francesco Costantini(S)


In Gara2 ancora il gruppo sfila via molto compatto, con Panico sempre leader. Lamboglia si mette vicinissimo a Panico pronto ad approfittare di qualsiasi margine, con Elia che li tiene comunque nel mirino. Lamboglia riesce sempre ad affiancare Panico in curva due ma le staccate profonde di Panico gli consentono di mantenere la posizione. Solitari i primi tre ormai con ampio margine sugli avversari. Molto vicini invece i piloti di tutto il gruppo a partire dalla quarta posizione in giù. Sarà il sesto giro a decretare il sorpasso decisivo di Lamboglia su Panico, ma deve guardarsi bene dall'avversario che è pronto a riprendersi la leadership. Dietro i primi tre si forma un altro terzetto per la quarta posizione formato da Riccardo Clementi del team MC Racing, Davide Giancola del team Motor Racing Molise e Palomba. Sorpasso magistrale per Panico che si infila in un fazzoletto e costringe Lamboglia a rallentare vistosamente e viene passato anche da Elia. Lamboglia riprende prontamente la seconda posizione e si rimette a caccia del leader Panico, ormai le ultime battute di gara non gli permettono di riavvicinarsi e Panico conquista così anche la seconda vittoria ed afferma: “Ho fatto alcuni cambiamenti alla moto e penso mi hanno aiutato in questa gara infatti i tempi sono scesi. E' stata dura come Gara1 ma questa volta avevo il secondo che sentivo mi martellava sempre. Ho staccato un po' prima per farlo passare e vedere quali fossero i suoi punti deboli. Mi sono molto divertito e ringrazio il mio meccanico”. Anche Elia conquista di nuovo la vittoria di classe e racconta: “Diciamo che mi sono messo da parte ed ho fatto “scannare loro” Le gomme ormai non andavano più, ho dato il massimo senza cadere”. RISULTATI GARA2 1.Davide Panico(L) 2.Costantino Lamboglia(L) 3.Luigi Elia(S) 4.Riccardo Clementi(L) 5.Davide Giancola(L) 6.Gianluca Palomba(S) 7.Andrea Mercaldo(L) 8.Francesco Angerame(S) 9.Ernani De Santis(S) 10.Andrea Noviello(L) 11.Andrea Battisti(S) 12.Giampiero Gentile(L) 13.Francesco Costantini(S)


 

Pitbike Under

Per la categoria Pitbike Under è Lorenzo Barcaro del team Shark-Barcaro Reparto Corse a scattare dalla pole position con il tempo di 1'.10''135''' e fin dalla partenza prende un discreto margine sugli avversari. La lotta invece si consuma fra Manuel Maura e Patrizio Perugini, del team Scuderia D'Ettore, in bagarre per la seconda posizione. I due fanno scintille per tutta la gara senza mollare mai un metro all'avversario, mentre dietro di loro tutto il gruppo rimane molto disteso. Nelle fasi finali di gara sarà Maura che riesce ad avere lo spunto necessario per allungare di un secondo sull'avversario e conquistare così il secondo gradino del podio. “La gara è andata benissimo, avevamo degli avversari davvero molto validi e pensavo di battermela per la seconda o terza posizione. Mi sono divertito davvero tanto e spero ci sia qualche battaglia in gara2” afferma Barcaro a fine gara. RISULTATI GARA1 1.Lorenzo Barcaro 2.Manuel Maura 3.Patrizio Perugini 4.Daniele De Maio 5.Federico Barone 6.Chiara Leo 7.Matteo Bonzagni 8.Elio Pompei 9.Samuel Livi 10.Diego Cesari 11.Luca Angelelli 12.Mario Masi 13.Matteo Canalella


In Gara2 è ancora Barcaro che si mette leader indiscusso della gara, come in Gara1 si ripropone la bagarre fra Maura e Perugini. C'è lotta anche fra Elio Pompei del team Spider PitBike e Samuel Livi del team Shark-Barcaro Reparto Corse per la decima posizione, mentre tutte le altre posizioni sono ormai congelate. La seconda posizione è teatro di vera lotta i due non mollano e fino alla fine continuano a scambiarsi la posizione. Vince Barcaro indisturbato con oltre 7'' di vantaggio, mentre arrivano al fotofinish Maura e Perugini dove ad avere la meglio sarà per soli 0''.024''' Maura che si aggiudica così il secondo gradino del podio. Arrivo in volata anche per Pompei e Livi e sarà proprio quest'ultimo a spuntarla sotto i festeggiamenti vistosi del team. Doppia vittoria per Barcaro che racconta dopo la bandiera a scacchi: “Sinceramente ho cercato di mantenere un mio ritmo, a tal punto di avere quel margine per condurre una gara tranquilla. Mi è piaciuto tanto, tornare sul podio mi mancava e spero la prossima gara di tornare ancora qui”. RISULTATI GARA2 1.Lorenzo Barcaro 2.Manuel Maura 3.Patrizio Perugini 4.Daniele De Maio 5.Chiara Leo 6.Federico Barone 7.Matteo Canalella 8.Matteo Bonzagni 9.Samuel Livi 10.Elio Pompei 11.Diego Cesari 12.Luca Angelelli 13.Mario Masi


 

MiniGp 190cc

Per la MiniGp 190cc tre le classi al via: la GP, la Sport e la Junior. Pole position per Samuele Baldi del team NIBA Racing, classe Junior conquistata con il tempo di 1'.06''.519'''. Per la classe GP il più veloce in qualifica è stato Luca Trombino del team TL Racing con il tempo di 1'.07''.458'''. Primo della classe Sport invece Luigi Caso sempre del team TL Racing  con il tempo di 1'.09''.434'''. Seconda casella dello schieramento vuota in partenza con Alessandro Di Persio del team Scuola Motociclismo Pescara che non prende parte alla gara a causa di una caduta durante il turno di qualifica. Parte molto bene Trombino dalla terza casella e si mette subito in testa alla gara inseguito da Baldi, più staccati tutti gli altri. Ma già nel secondo giro è Baldi a riprendere la testa della gara. Tre i piloti in lotta per la terza posizione con i fratelli Lorenzo e Leonardo Del Signore del team DS Racing e Maurizio Arleo del team TL Racing. Incidente però per Arleo che cade ed è costretto ad abbandonare la gara. Poco dopo altro pilota ad abbandonare la gara: Andrea Leonardi del team Spider Pitbike. Colpo di scena per Baldi nel corso del quinto giro, che rallenta improvvisamente e perde diverse posizioni lasciando Trombino da solo al comando. Lotta per la vittoria di classe Sport fra Giuseppe Gallipoli, Caso compagni di squadra del team TL Racing ed Edoardo Picone del team MRacing. Del Signore si fa molto vicino a Trombino nelle fasi finali della gara, con un ritmo veramente importante e riesce a chiudere secondo con un margine di solo 0''.313''' dal leader della gara. Vince la classe GP Trombino che afferma: “ Siamo partiti bene, ho trovato molte cose positive in Q2 con le gomme nuove ma durante la gara ho avuto un po' di calo della moto e non ho potuto dare il meglio. Per il resto ci siamo divertiti tantissimo come sempre nel CNV e ringrazio la Demorace”. Del Signore conquista invece la vittoria della classe Junior affermando: “La partenza è stata ottima, nei primi giri è stata tosta perché c'era un po' di traffico e sono sceso di molte posizioni ma sono riuscito a recuperare cercando di riprendere Trombino. Ringrazio mio padre e mia madre che mi danno il miglior supporto che ci possa essere”. Vincitore della classe Sport Caso che racconta: “Questa gara mi sono divertito più delle altre è stata più combattuta. Con Giuseppe essendo il mio compagno di squadra non vuoi mai esagerare, però ci siamo divertiti, è stata una battaglia seria. Un ottima organizzazione come al solito e ringrazio mio padre e la mia ragazza”. RISULTATI GARA1 1.Luca Trombino(GP) 2.Lorenzo Del Signore(JR) 3.Leonardo Del Signore(JR) 4.Luigi Caso(S) 5.Giuseppe Gallipoli(S) 6.Edoardo Picone(S) 7.Massimo Genua(S) 8.Samuele Baldi(JR)  9.Maurizio Arleo (GP) 10.Andrea Leonardi(JR) 11.Alessandro Di Persio(JR)


In Gara2 Trombino si riporta primo, ma Baldi questa volta si riprende la leadership del gruppo già nelle prime curve e viene seguito anche da Lorenzo Del signore. Baldi si allontana subito, mentre la lotta si consuma fra Trombino e Del Signore che perde la seconda posizione. Nelle prime fasi di gara viene segnalata anche la falsa partenza per Gallipoli e Massimo Genua che saranno penalizzati di 5'' al tempo di arrivo, Gallipoli che comandava anche il gruppetto in lotta per la quinta posizione ma che valeva la prima per la classe Sport. Già intorno alla metà gara tutte le posizioni si fanno molto distese. Proprio a due giri dalla fine Del Signore ricuce improvvisamente il margine e mette di nuovo le ruote davanti a Trombino che le prova tutte nel corso dell'ultimo giro ma deve arrendersi alla guida di Del Signore che taglia cosi il traguardo in seconda posizione. Trombino vince comunque la classe GP ed afferma: “C'era Samuele che aveva decisamente un altro passo, Del Signore invece è migliorato moltissimo ed io avevo gli stessi problemi di gara1 alla moto quindi ci siamo accontentati”. Per la classe Junior porta a casa la vittoria Baldi che commenta così: “In gara1 siamo partiti non bene, però al secondo giro ero già in testa. Un problema tecnico al motore non ci ha permesso di portare al termine la gara fino alla fine. In gara2 invece siamo partiti molto meglio, non ho voluto rischiare ho preferito dare lo strappo all'inizio per poi amministrare la gara senza prendermi rischi”. Ancora Caso vince la classe Sport ed afferma: “Ho sbagliato la partenza ed i primi giri li ho impegnati per recuperare. Poi ho fatto un po' di distacco senza esagerare, perché non ce n'era bisogno. C'è tanto da migliorare perché ho visto che gli altri vanno via, soprattutto in partenza ma ci siamo divertiti, è stata una bella gara nonostante quanto faccia caldo!”. RISULTATI GARA2 1.Samuele Baldi (JR) 2.Lorenzo Del Signore(JR) 3.Luca Trombino(GP) 4.Leonardo Del Signore(JR) 5.Luigi Caso(S) 6.Andrea Leonardi(JR) 7.Edoardo Picone(S) 8.Giuseppe Gallipoli(S) 9.Massimo Genua(S) 10.Alessandro Di Persio(JR) 11.Maurizio Arleo(GP)


 

Supermotard

Per la categoria Supermotard ben quindici i piloti in griglia divisi in classe SMV1 ed SMV2, a partire dalla pole position è Matteo Dolfin del team L.M. Motosport che fa registrare il tempo di 1'.03''.315'' durante il turno di qualifica, unico a scendere sotto il muro dell' 1'.04''. Fin dalla partenza Dolfin si mette leader del gruppo, secondo grazie ad un ottimo spunto Gennaro Romano del team Evolution Bike che non riesce però a staccarsi di dosso Francesco Batelli del team Pizziconi Racing che lo insegue dalla terza posizione. I primi tre danno ampio margine a tutto il resto del gruppo essendo gli unici a scendere anche in gara sotto il muro del 1'.05''. Si fa molto incalzante Batelli dopo quattro giri dal via e la bagarre fra i due permette a Dolfin di avere via libera per mettere al sicuro la vittoria. Deve chiudere qualsiasi spiraglio Romano per difendersi dalle incursioni di Batelli che sembra averne di più. Un incrocio di traiettoria perfetto per Batelli che riesce a prende la seconda posizione ed anche a conquistare un leggero margine. Per la classe SMV2 è Christian Grava a terminare primo chiudendo in ottava posizione con ampio margine sui suoi diretti avversari. “Il segreto di questi risultati è sicuramente stare tranquilli, sgombri di testa e lasciar fare le cose come vengono. Il mio meccanico Marco e tutto il team hanno lavorato benissimo e la moto era già impeccabile. Abbiamo fatto delle modifiche nella giornata di ieri per trovare un equilibrio e provare delle cose diverse che hanno funzionato. Sfortunatamente non siamo riusciti a fare gli stessi tempi di ieri a causa anche del caldo torrido, siamo però contenti di come è andata e spero di fare la stessa cosa anche in gara2. La dedico a tutte le persone che mi vogliono bene ed alla mia famiglia” afferma Dolfin dopo la vittoria. RISULTATI GARA1 1.Matteo Dolfin 2.Francesco Batelli 3.Gennaro Romano 4.Armando Narduzzi 5.Flavio Capecchi 6.Tomas Scardella 7.Massimo Parisi 8.Cristian Grava 9.Emanuele Alviti 10.Alberto Giani 11.Daniele Mezzetti 12. Diego Scucchi 13.Tomassino Marozzi 14.Dario Bianchi 15.Adolfo Ferro


In Gara2 un' ottima partenza di Narduzzi gli permette di mettersi subito leader della gara, seguito da Gennaro e Batelli. Sfila invece quinto il pole man Dolfin che riesce subito a recuperare un paio di posizioni. Già nelle prime fasi di gara Gennaro prende la prima posizione su Narduzzi e porta con se anche Dolfin. La lotta per la vittoria è quindi fra Romano e Dolfin, mentre per il terzo gradino del podio la bagarre è fra Narduzzi e Batelli che riesce nel corso del quarto giro a prendere il terzo gradino del podio. Un contatto fra Dolfin e Gennaro porta al cambiamento del vertice della gara, Romano è costretto ad un lungo, mentre Dolfin cade ed è costretto ad una nuova rimonta. Dolfin che si porta in fretta fino alla quarta posizione, mentre davanti Batelli, passato Narduzzi, si mette saldamente al comando. Proprio nell'ultimo giro Dolfin si porta in terza posizione alle spalle di Romano e si ripropone la lotta che ha causato il contatto, proprio nella stessa curva i due rischiano di nuovo di perdere altre posizioni, un super salvataggio di Romano permette a Dolfin di recuperare la seconda posizione alle spalle di Batelli che taglia indisturbato il traguardo in prima posizione e conquista cosi la vittoria affermando: “Tutto il weekend è andato abbastanza bene: siamo partiti dal sabato con un buon ritmo, abbiamo fatto soprattutto il nostro ritmo che non era sicuramente aspettato! Ci aspettavamo di stare fra il terzo ed il quinto posto non così ai vertici. In gara1 sono partito male, come sempre, però sono stato li ho fatto il mio passo ed ho battagliato con Romano portando a casa così il secondo posto. In gara2 sono ripartito male però Romano con Dolfin si sono toccati, io ero dietro di loro poi ho imposto il mio ritmo e fortunatamente sono arrivato alla vittoria. Un grazie speciale a mio fratello e mio nipote che mi hanno seguito questo fine settimana”. Vittoria di classe per la SMV2 per Grava che commenta così: “Per me è una vera sorpresa, quando sei dentro un po' l'emozione un po' guardi gli amici non ci capisci nulla! Intanto grazie agli organizzatori per avermi ospitato perché ho fatto la mia prima gara da Motard e già è una gioia essere qui con voi. Il weekend è iniziato stamattina per me perciò ho dato tutto ciò che avevo!”. RISULTATI GARA2 1.Francesco Batelli 2.Matteo Dolfin 3.Gennaro Romano 4.Massimo Parisi 5.Flavio Capecchi 6.Armando Narduzzi 7.Cristian Grava 8.Emanuele Alviti 9.Alberto Giani 10.Daniele Mezzetti 11.Tomassino Marozzi 12. Diego Scucchi 13.Dario Bianchi 14.Tomas Scardella 15.Adolfo Ferro

Il CNV Selettiva Centro vi aspetta per la prossima tappa il 17 e 18 Settembre presso il Circuito internazionale di Viterbo per dare ancora spettacolo!

Ultime da Sport

Da Automoto.it

Caricamento commenti...