BMW R1300GS VS R1250GS, la SFIDA! Velocità, accelerazione, peso, consumi: tutta la verità [VIDEO e GALLERY]

E' vero, la nuova BMW R1300GS volta pagina, è un nuovo capitolo. Ma va davvero meglio in tutto rispetto alla R1250GS? Le abbiamo messe a confronto per scoprirlo e non sono mancate le sorprese nel nostro test senza risparmio: dalla pista al fuoristrada, passando per la città e il misto
16 gennaio 2024

I nostri lettori lo sanno bene. Ci piace fare le prove matte su Moto.it, ma ci interessa anche andare a fondo nelle cose. E questo non è l'ennesimo approfondimento dedicato alla BMW R1300GS, ma speriamo sia la Prova con la "p" maiuscola che vi dia tutte le informazioni che desiderate sulla nuova moto.

Cerchiamo di dirvi dove la nuova boxer ci ha convinti e dove lo ha fatto di meno. Per farlo l'abbiamo messa a confronto con il precedente modello, la BMW R1250GS (qui in versione Triple Black) che è stata un successo di vendite mondiale fino a pochi mesi fa e che oggi si propone come un'interessantissima moto anche nel mercato dell'usato.

Sì, perché un esemplare full optional come questo del test (gentilmente messo a disposizione da Valli Motorrad) e con soli 1.000 km viene via a circa 20.000 euro (da nuovo costava oltre 30.000 euro). Un bel risparmio quindi rispetto alla BMW R1300GS, che parte da circa 20.000 euro ma che, ben equipaggiata, arriva a ben altri prezzi (28.390 euro la Trophy del nostro test).

Le abbiamo dotate entrambe delle ottime Metzeler Tourance Next 2 contrassegnate dalla lettera "B", che identifica il primo equipaggiamento Metzeler dedicato proprio alla nuova 1300 con le specifiche chieste da BMW Motorrad.

Delle due moto trovate qui tutte le info tecniche:
BMW R1300GS
BMW R1250GS 

Andiamo quindi a raccontarvi nel dettaglio come si sono comportate, ma prima vi mostriamo di dati rilevati dalla redazione.

Le due GS durante i rilevamenti in pista a Varese
Le due GS durante i rilevamenti in pista a Varese

I dati che abbiamo rilevato

BMW R1300GS Trophy
Velocità massima: 226 km/h
Accelerazione 0-100 km/h: 3,84 sec
Accelerazione 0-200 metri: 7,81 secondi
Peso in ordine di marcia col pieno di benzina: 265 kg
Consumo medio durante il test: 18,6 km/l

BMW R1250GS Triple Black
Velocità massima: 219 km/h
Accelerazione 0-100 km/h: 3,75 secondi
Accelerazione 0-200 metri: 7,98 secondi
Peso in ordine di marcia col pieno di benzina: 260,5 kg
Consumo medio durante il test: 18,2 km/l

Abbiamo svolto le prove di accelerazione con i controlli inseriti, altrimenti il decollo è assicurato
Abbiamo svolto le prove di accelerazione con i controlli inseriti, altrimenti il decollo è assicurato

COME VANNO IN CITTÀ

BMW R1300GS Trophy
Il motore è dolce e la moto sempre equilibrata grazie al baricentro basso del boxer. La sella è però piuttosto alta (la moto monta l'optional delle sospensioni sportive, con 20 mm di escursione in più). Il cambio è un po' duro e il peso da fermo si fa sentire. Incredibile la resa delle sospensioni elettroniche sul pavè, la 1300 si candida qui a prima della classe.

BMW R1250GS Triple Black
Che bella sorpresa. Con la vecchia - si fa per dire eh - tocchi benissimo e la seduta è davvero comoda. Il motore è più pieno ai bassi, persino brusco se non si è attenti col gas, mentre il cambio è più dolce. Le sospensioni ESA copiano bene, ma sono meno efficaci rispetto alla 1300 sullo sconnesso. 

Vi raccontiamo come vanno in città e in autostrada
Vi raccontiamo come vanno in città e in autostrada

COME VANNO IN AUTOSTRADA

BMW R1300GS Trophy 
Comoda e velocissima, quasi troppo! Ti ritrovi in un attimo a velocità da ritiro patente senza renderti conto, quindi nei trasferimenti ben venga il cruise control adattivo (grazie al radar), che mantiene velocità e distanza dal mezzo che ti precede. Le vibrazioni sono ridotte, la protezione dall'aria ottima solo se si monta il cupolino optional (per la prima volta su una GS con regolazione elettrica). Col cupolino di serie la protezione è imbarazzante. Da evidenziare che nella prove di ripresa in sesta la R1250GS ha uno spunto migliore nei primi metri. La nuova arriva ad alta velocità. E se ne va. 
Il passeggero sta comodo solo se si prende la sella più grande e se si montano le maniglie (anche loro optional). Senza questi accessori il secondo è meglio non portarlo. 

BMW R1250GS Triple Black
Così come la prendi, è una signora moto. In autostrada va forte e ti protegge a meraviglia. Vibra un po' di più, ma sei inserito dentro la moto e stai davvero comodo. I consumi ad alta velocità restano ottimi, mentre la 1300 risente molto dello stile di guida. Ottimo lo spunto ai bassi. 
La moto resta stabile anche ad alta velocità.
L'ospitalità per il passeggero è regale. Di serie batte la 1300 senza riserve.

Nel misto sono agili a dispetto del peso non trascurabile
Nel misto sono agili a dispetto del peso non trascurabile

COME VANNO NEL MISTO

BMW R1300GS Trophy 
Qui emerge tutto il carattere della nuova boxer. Ai bassi ha perso il timbro tipico del boxerone, sembra ora un motore più ordinario. Peccato. Ma la spinta è possente, inesauribile, violenta appena si superano i 4.000 giri e si inizia la scalata ai quasi 9.000 giri. I 145 cavalli ci sono e spingono molto forte. Ma è la dinamica di guida che ti rapisce. La guidi e pensi sia la risposta di BMW a Ducati Multistrada tra le curve. Non sei più dentro la moto, ma sopra. La domini dal largo manubrio. Il peso (ben sopra il dato dichiarato a causa dei tanti optional) non si sente e anzi la 1300 sembra una motardona nel misto. Comoda in modalità Road, in Dynamic è irreprensibile, una lama. Il cambio è più duro negli innesti, ma ha una migliore assistenza elettronica alla cambiata.

BMW R1250GS Triple Black
Nel misto con lei è sempre un bell'andare. La GS ha un carattere forte, una spinta decisa ai medio bassi. Mixa come poche confort e prestazioni, ma ti invita a una guida rotonda, meno aggressiva rispetto alla 1300. 

E' facile e intuitiva, ma alle alte andature la 1300 fa un altro sport. Con la 1250 ti senti più protetto e hai un cambio più preciso negli innesti, ma con un'assistenza elettronica meno puntuale. 

In fuoristrada hanno un'ottima ergonomia e, con le gomme tassellate, affrontano anche percorsi difficili. Il peso da fermo però si sente
In fuoristrada hanno un'ottima ergonomia e, con le gomme tassellate, affrontano anche percorsi difficili. Il peso da fermo però si sente
I pro e i contro della 1300
I pro e i contro della 1300

COME VANNO IN FUORISTRADA

 BMW R1300GS Trophy
Con le gomme stradali e il fango ghiacciato del nostro test invernale c'è da stare in campana, ma la 1300 ti dà subito belle senzazioni. In piedi si guida bene e la mappa da fuoristrada rende il motore docile ai bassi. Il manubrio è larghissimo, sembra una moto da enduro racing. Ma occhio al peso, se la sdraiate, perché non lo è! La risposta del Telelever sullo sconnesso è migliorata parecchio soprattutto quando la velocità cresce.

BMW R1250GS Triple Black
Tocchi meglio coi piedi per terra e hai il boxer che ai bassi ti tira sempre fuori dai pasticci. Di contro la posizione in piedi è meno naturale, devi ruotare parecchio il manubrio in avanti. E allora ci siamo. Il Telelever alle basse velocità risponde bene, mentre alle alte reagisce con colpi secchi al manubrio.

BMW R1300GS Trophy

Pro

  • Motore straripante. Ciclistica nella guida sportiva. Comfort

Contro

  • Comfort senza pacchetti dedicati. Non ci sono i comandi retroilluminati. Cambio duretto
I pro e i contro della 1250
I pro e i contro della 1250

BMW R1250GS Triple Black

Pro

  • Prontezza del motore e sound. Comfort anche del passeggero. Prezzo degli usati

Contro

  • Comandi non retroilluminati. Motore meno grintoso in allungo

Info

Di Andrea Perfetti
Con Pietro Vizzini e Nicola Andreetto
Video di Luca Catasta
Foto di Fabio Principe

Luogo: Pista Orsi - Varese
Meteo: 4°, variabile

Hot now

Caricamento commenti...