prova naked

BMW R1200R 2015

Il Punto di Equilibrio
- La famiglia R (come roadster) è sempre più importante in Casa BMW. Si va dalle bestiali K1300R e S1000R alla classica R nineT, passando per la facile F800R. Il punto di equilibrio resta però fisso sulla R per eccellenza, la boxer che ora ha il nuovo motore raffreddato a liquido. Quanto costa e come si comporta
BMW R1200R 2015
La famiglia roadster è sempre più importante in Casa BMW. Oggi è fatta di cinque modelli; si va dalle bestiali K1300R e S1000R (entrambe con 160 e rotti cavalli) alla classica R nineT, passando per la facile F800R.
Il punto di equilibrio resta però fisso sulla R per eccellenza, la boxer che ora ha il nuovo motore raffreddato a liquido già apprezzato sulle R1200GS e R1200RT. Questa motorizzazione è ancora la più amata dai bmwisti di tutto il mondo e sulla R1200R ha un obiettivo bello tosto da raggiungere. La nuova versione ha infatti lo stesso nome della precedente, che dal 2006 ha conquistato 50.000 bikers, ma punta a fare molto di più.

Il design si rifa sfacciatamente a quello della fantastica R Concept presentata nell'aprile del 2014 e taglia i ponti col passato. E' infatti molto più dinamico e aggressivo (soprattutto nella versione Sport bianca con telaio rosso) per attirare una clientela nuova e giovane dalle parti di Monaco. Il tutto senza rinunciare a due caratteristiche intrinseche della R da sempre: la sicurezza e il comfort, anche per il passeggero.
Alla prima pensa la dotazione tecnica della roadster, che comprende ABS e controllo di trazione di serie. Alla seconda sono dedicate le attenzioni per l'ergonomia del pilota e del passeggero, e l'equipaggiamento turistico (optional) che trasforma la R in una piccola e agile RT (con tris di borse, selle differenti, parabrezza, manopole riscaldate, navigatore e altro ancora).

La BMW R1200R sarà in vendita in Italia da inizio anno con un prezzo di partenza di 13.950 euro chiavi in mano e primo tagliando incluso per la versione base, di colorazione blu con la zona centrale del serbatoio in materiale sintetico, verniciato nel colore di contrasto granitgrau metallizzato liscio, il telaio nero e le pinze dei freni anodizzate nere. Ci sarà poi la versione Style 1, che costerà 420 euro in più, bianca con il telaio rosso e la “R” in bella evidenza sui fianchi del serbatoio (in acciaio inossidabile), il puntale inferiore in tinta, le pinze freno anodizzate oro e l'unghia di protezione per il cruscottino. Infine c'è la versione Style 2, che costerà 300 euro in più della base, nell'elegante grigio scuro metallizzato con il coperchio del serbatoio in acciaio inox e le pinze dei freni anodizzate oro.

 

Telelever Auf Wiedersehen

BMW Motorrad torna alle origini e, almeno sulla R1200R (dopo averlo fatto anche con la R nineT), rinuncia al sistema Telelever abbinato al motore boxer. Non si tratta di un dietrofront a tutto tondo, basti pensare che le nuovissime R1200RT e R1200GS hanno ancora questo schema anteriore.
Dimostra però la duttilità e l'intelligenza degli ingegneri tedeschi, pronti a mettersi in discussione e a riconsiderare le scelte del passato in funzione delle tecnologie oggi disponibili.
Il Telelever da un lato avrebbe lasciato poco spazio dietro alla ruota per il radiatore di raffreddamento del nuovo motore; dall'altro l'agilità e la leggerezza richieste da una moto nuda hanno fatto preferire l'adozione della classica forcella a steli rovesciati.

Il telaio è completamente nuovo. E' fedele allo schema a doppio trave in tubi d’acciaio con motore boxer in funzione portante, ma le quote sono state studiate per determinare una ripartizione delle masse perfettamente paritaria. L’interasse di 1.515 mm e l’avancorsa di 125,6 lasciano prevedere una moto dalla guida sicura e stabile.
Davanti troviamo una forcella rovesciata da 45 mm di diametro e 140 mm di escursione; dietro il monoammortizzatore con schema Evo-Paralever ha la medesima escursione. E' disponibile il nuovo sistema ammortizzante semiattivo Dynamic ESA, riconoscibile dagli steli della forcella anodizzati oro e dalla molla del mono verniciata in bianco, che consente di scegliere tra due opzioni, Road o Dynamic. La R1200R in versione base dispone della sola regolazione del precarico del monoammortizzatore e del suo ritorno.

L’assistenza elettronica del sistema Dynamic ESA offre due modalità di guida (Road e Dynamic) che impostano l’idraulica su tarature rispettivamente più comode o più sportive. L'ESA dispone di sensori che leggono anche l’angolo di piega ed è capace di intervenire praticamente in tempo reale (BMW dichiara il tempo d’intervento in pochi millesimi di secondo) per adattare il comportamento di forcella e monoammortizzatore a velocità, condizioni del fondo e inclinazione della moto. Il controllo del precarico resta invece per ragioni di sicurezza in mano al pilota, che ha la possibilità di impostare come sui precedenti sistemi ESA le condizioni di carico del mezzo. L’impianto frenante è dotato di ABS di serie, e ha due dischi da 320 mm davanti (montati senza flangia direttamente sul cerchio) con pinze radiali a quattro pistoncini e un’unità da 276 mm dietro.
La moto pesa 231 kg col pieno di 18 litri e ha la sella a soli 790 mm da terra (ma esistono anche con altezze di 760, 820 o 840 mm).
 

Tanta potenza, sempre

La BMW R1200R 2015 riceve il nuovo motore bialbero con raffreddamento a liquido nella configurazione con l'albero motore appesantito, propria di tutti i modelli di questa generazione, compresa la R1200RS che ha debuttato in contemporanea a Colonia.
Dispone di 125 cavalli a 7.750 giri e 125 Nm a 6.500. Le differenze rispetto al propulsore adottato dalla GS e dalla RT (airbox e impianto di scarico) garantiscono inoltre un leggero vantaggio di coppia ai bassi regimi.
La R1200R offre di serie due riding mode, Rain e Road con controllo automatico di stabilità ASC. C'è poi in optional la modalità di guida Pro, che offre due ulteriori modalità di guida: Dynamic, ancora più sportiva, e User, con cui ognuno può configurare i parametri del motore e il controllo di trazione evoluto Dynamic Traction Control. Per gli sportivi è pensato il cambio elettroassistito BMW Pro, attivo tanto in innesto quanto in scalata, grazie alla funzione di blipping che effettua automaticamente una doppietta, quando si scende di rapporto senza chiamare in causa la frizione.

Una R così sfacciata non s'era mai vista

La nuova R1200R manda in soffitta il vestitino da brava tusa e si scoscia per catturare nuovi sguardi

La nuova R1200R manda in soffitta il vestitino da brava tusa (ragazza, in dialetto milanese) e si scoscia per catturare nuovi sguardi. Non è mai stata così aggressiva e cattiva nella sua lunga storia. Il gruppo ottico (con optional la luce diurna a LED) riceve dalla R nineT il raffinato logo BMW al suo interno, mentre la strumentazione propone un insolito mix di tachimetro analogico e contagiri digitale su un pannello TFT completo e configurabile su tre modalità di visualizzazione, di cui una programmabile dall’utente. Le funzionalità aumentano se si sceglie di adottare il computer di bordo optional. Altro optional, al debutto per la gamma BMW, è l’avviamento keyless, che consente di accendere il motore senza inserire la chiave nel quadro.
Come avete visto, di carne al fuoco ce n'è proprio tanta.

La nostra prova: divertente, veloce e sicura. Anche sul bagnato

Due giorni di voli per venire al caldo della Spagna e trovare un bell'asfalto da piega, salvo poi ritrovarsi immersi in nubi da Val Padana. Ce ne faremo una ragione, tutto sommato non ci dispiace guidare sul bagnato. Anzi, in queste condizioni si affina la guida e si imparano a conoscere le reazioni più intime della ciclistica. Soprattutto le moto moderne garantiscono una sicurezza attiva (leggi: ABS e controllo di trazione) che toglie un bel po' di paturnie, quando l'aderenza cala paurosamente.


Zero difetti quindi? No, ci sono anche quelli. Partiamo dall'assenza di un vero parafango posteriore sulla ruota, che ci ha provocato un bello inzozzamento della schiena e dei pantaloni col bagnato. E poi c'è la nota dolente del prezzo; è già alto nella versione base (13.950 euro), ma se volete una R1200R pronta per viaggiare con le borse, le sospensioni semi-attive e altro ancora, preparatevi a spendere molto di più.
D'altra parte la BMW R1200R anche nel 2015 possiede una dote unica nel panorama motociclistico attuale: è l'unica moto nuda a suo agio tanto nelle guida sportiva da single quanto in quella stracarica di bagagli da ammogliato .

Pregi

Motore | Tenuta di strada | Confort | Consumi
 

Difetti

Prezzo elevato | Assenza del parafango sulla ruota posteriore
  • maurizio.marchetti1965, Bologna (BO)

    4000 km con la mia r1200r lc da agosto ad oggi..
    dopo alcuni viaggi e dopo frequente uso urbano confermo le mie impressioni. moto polivalente. buona per i viaggi grazie a borse e parabrezzino (velocita codice), buona per il trotterellio cittadino da terza ai 40 all'ora, buona per le sparate domenicali sulle colline. gran coppia e potenza gestibile da noi comuni mortali.
    un investimento valso lo sforzo economico extra del full optional.
    ora mi aspetto l'autunno, quindi parafango puig subito!

    buon autunno biker a tutti!
  • vittorio.vaccaro, Napoli (NA)

    Premetto che non sono un fanatico BMW, dopo aver posseduto varie moto nel 2008 ho scelto una GS per viaggiare e per motivi di stazza sia miei che di mia moglie, ma sono subito rimasto colpito dalla sua inaspettata maneggievolezza e dalla sensazione di grande sicurezza trasmessa,aggiungi i consumi da scooter ed hai la moto perfetta. a giugno sono andato in concessioniaria per prendere una GS nuova ma la R in esposizione ha attirato la mia attenzione, sembrava comunque comoda, molto meno ingombrante e quindi più fruibile in una città caotica come Napoli. Ho chiesto di provarla me ne sono innamorato e l'ho comprata. Prestazioni eccellenti, elasticità inimmaginabile, coppia motrice ottima (125 nm.) il tutto unito a sospensioni ottime ciclistica e freni di primordine una maneggievolezza disarmante ne fanno una moto utilizzabile a 360 gradi. Ci vai in giro in città, ci vai al mare con la moglie, ci vai in viaggio carico di bagagli con la massima comodità e con consumi irrisori. Ma la libidine arriva quando esci da solo e decidi di divertirti facendo un po di curve, in un paio di uscite in costiera amalfitana mi sono sentito come un bimbo al luna park, ridevo da solo del casco e mi sorprendevo di quanto fosse facile andar forte tra quelle curve così strette ed insidiose. In conclusione dico a tutti quelli che hanno criticato negativamente questa moto e disapprovato la scelta di BMW di stravolgere la vecchia R, di provarla e solo dopo di esprimere giudizi che non siano legati esclusivamente all'unico fattore sogettivo che è quello estetico.
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Bmw R 1200 R (2015 - 16)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Bmw
  • Modello R 1200 R
  • Allestimento R 1200 R (2015 - 16)
  • Categoria Naked
  • Inizio produzione 2015
  • Fine produzione 2016
  • Prezzo da 14.100 - chiavi in mano, comprensivo di immatricolazione
  • Garanzia n.d.
  • Optional n.d.
  • Lunghezza 2.165 mm
  • Larghezza 880 mm
  • Altezza 1.300 mm
  • Altezza minima da terra n.d.
  • Altezza sella da terra MIN 760 mm
  • Altezza sella da terra MAX 820 mm
  • Interasse 1.515 mm
  • Peso a secco 198 Kg
  • Peso in ordine di marcia 231 Kg
  • Cilindrata 1.170 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 2
  • Configurazione cilindri contrapposti
  • Disposizione cilindri trasversale
  • Inclinazione cilindri n.d.
  • Inclinazione cilindri a V n.d.
  • Raffreddamento ad aria/olio
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 101 mm
  • Corsa 73 mm
  • Frizione monodisco
  • Numero valvole 4
  • Distribuzione bialbero
  • Ride by Wire n.d.
  • Controllo trazione
  • Mappe motore 2
  • Potenza 125 cv - 92 kw - 7.750 rpm
  • Coppia 13 kgm - 125 nm - 6.500 rpm
  • Emissioni Euro 3
  • Depotenziata No
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 6
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC 22,2 km/l
  • Capacità serbatoio carburante 18 lt
  • Capacità riserva carburante 4 lt
  • Trasmissione finale albero
  • Telaio Tubolare in acciaio diviso in due parti, anteriore e posteriore avvitato, gruppo motore con funzione portante
  • Sospensione anteriore Forcella telescopica a steli rovesciati, diametro 46 mm
  • Escursione anteriore 140 mm
  • Sospensione posteriore Forcellone oscillante monobraccio in fusione di alluminio con Paralever BMW Motorrad, ammortizzatore progressivo WAD; regolazione idraulica continua del precarico della molla mediante manopola; freno in estensione dell’ammortizzatore regola
  • Escursione posteriore 140 mm
  • Tipo freno anteriore doppio disco
  • Misura freno anteriore 320 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 276 mm
  • ABS
  • Tipo ruote integrali
  • Misura cerchio anteriore 17 pollici
  • Pneumatico anteriore 120/70 ZR 17"
  • Misura cerchio posteriore 17 pollici
  • Pneumatico posteriore 180/55 ZR 17"
  • Batteria 12 V / 14 Ah
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Bmw

Nuovo: Bmw R 1200 R (2015 - 16)

Vedi tutti
Indietro Avanti

Usato: Bmw R 1200 R (2015 - 16)

Vedi tutti
Indietro Avanti

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta