ZX-10 R

ZX-10 R
22 settembre 2003
Supersport per eccellenza! Kawasaki irrompe nel mondo delle 1000 con la formidabile nuova Ninja ZX-10R, la moto che tutti aspettavano – tutti tranne la concorrenza. Con il miglior rapporto potenza/peso della categoria, un motore di stupefacente potenza carico di avanzata tecnologia e di stile che ricorda il mondo del MotoGP, la nuova Ninja ZX-10R esprime il vero DNA supersportivo di Kawasaki. A differenza della maggior parte delle altre Kawasaki, il progetto della Ninja ZX-10R è iniziato con le simulazioni del telaio. I tecnici volevano realizzare un telaio estremamente leggero e compatto che offrisse livelli superbi di guidabilità e stabilità. Il passo corto unito a un lungo forcellone è una configurazione vista già anche sulla Ninja ZX-RR. Un telaio interamente in alluminio in dimensioni da classe 600 coniugato a un forcellone lungo ed estremamente rigido conferisce alla ZX-10R la migliore maneggevolezza della classe sia su pista che sui percorsi più tortuosi. Non meno stupefacente, il vigoroso e incredibilmente compatto nuovo quattro cilindri in linea è un vero e proprio esempio di avanzata tecnologia supersport. Alcuni accorgimenti hanno consentito di non compromettere le volute dimensioni del telaio; l'utilizzo di un cilindro/basamento monoblocco, un generatore montato posteriormente e il cambio a configurazione “sovrapposta” hanno permesso di mantenere leggero e compatto il propulsore ad alte prestazioni. Tra le altre caratteristiche del motore spiccano il nuovo sistema di iniezione, una trasmissione a rapporti ravvicinati con frizione dotata di limitatore di coppia in scalata e coperchi in magnesio – tutti elementi che contribuiscono all'obiettivo dichiarato della moto, ovvero imporsi come la N. 1 in pista. Sedendosi per la prima volta sulla ZX-10R, si rimane sorpresi dallo straordinario comfort, a dispetto delle dimensioni compatte e delle caratteristiche ergonomiche da competizione. Grazie al rapporto ideale tra sella, pedane e manubrio, e alla superficie superiore concava del serbatoio che consente al pilota di aderire perfettamente alla moto, la 10R mette in condizioni di trarre il massimo dall'eccezionale potenza del motore e dalla strabiliante risposta del telaio. Le principali caratteristiche della Ninja ZX-10R sono, in sintesi, le seguenti: Migliore rapporto potenza/peso della categoria – Una miscela imbattibile di potenza, brillante risposta all'acceleratore ed emissioni contenute, tutto merito di un quattro cilindri in linea da 16 valvole DOHC raffreddato a liquido, dotato di un sofisticato sistema di iniezione stile automobilistico con corpi farfallati da 43 mm, doppia valvola a farfalla e iniettori a micronebulizzazione. La leggerezza è frutto di un motore incredibilmente compatto e di un telaio in alluminio altrettanto compatto. Le leggere ruote di nuova progettazione contribuiscono anch'esse al risparmio di peso che si traduce in una moto di categoria 1000 con il peso e le dimensioni di una 600. Prestazioni da gara – La straordinaria agilità e maneggevolezza della ZX-10R derivano dall'abbinamento di un passo corto e di un lungo forcellone. La superficie superiore concava del serbatoio e il rapporto ideale tra pedane, manubrio e sella danno origine a una posizione di guida compatta e aggressiva. Il cambio a rapporti ravvicinati, il limitatore di coppia in scalata, le pinze a montaggio radiale, i dischi dei freni a margherita e le sospensioni completamente regolabili sono anch'essi tutti elementi progettati con un unico pensiero in testa: gareggiare. Linea aggressiva – Le fluide e armoniose linee della ZX-10R riflettono visivamente il DNA supersportivo di Kawasaki, esprimendo le formidabili prestazioni di questa moto e il suo ineguagliabile rapporto tra potenza e peso. Motore Il motore da 998 cc, 16 valvole DOHC raffreddato a liquido ha un alesaggio per corsa di 76 x 55 mm. (Foto 1) Gli enormi corpi farfallati da 43 mm dotati di doppia valvola a farfalla assicurano una massiccia erogazione di potenza e una curva di coppia fluida e lineare. (Foto 2,3) Gli iniettori a micronebulizzazione di tipo automobilistico migliorano le prestazioni, l'economia dei consumi e le emissioni. Se con gli iniettori di tipo tradizionale le gocce spruzzate di carburante hanno una dimensione di 120 micron, con gli iniettori a micronebulizzazione le dimensioni di una goccia scendono a circa 70 micron. Allo scopo di ottenere le dimensioni ideali per i condotti di aspirazione e di scarico, è stata utilizzata l'analisi di flusso, garantendo così un efficiente riempimento del cilindro e un'elevata erogazione di potenza (diametri valvola di aspirazione/scarico: 31/25,5 mm, diametro stelo: 4,5 mm). La scintilla più calda delle candele all'iridio e le bobine di accensione a elevato voltaggio migliorano l'efficienza di combustione. I lobi degli alberi a camme e le superfici dei bicchierini sono stati sottoposti a trattamento superficiale di nitrurazione dolce per migliorare la resistenza all'usura e l'affidabilità agli elevati regimi. I fermi molle valvole in alluminio sinterizzato riducono il peso delle masse alterne per assicurare un affidabile controllo valvole agli alti regimi. I pistoni forgiati sono leggeri e molto resistenti, per un ridotto peso delle masse alterne e una migliore resistenza al calore. La parte superiore piatta dei pistoni ha permesso di realizzare una camera di combustione compatta con una migliore efficienza di combustione. Il rapporto di compressione è di 12,5:1. (Foto 4) I cilindri placcati sono resistenti all'usura e offrono un'eccellente dispersione del calore. I passaggi nei cilindri migliorano la respirazione del basamento e riducono le perdite di pompaggio. L'aria di aspirazione passa attraverso la presa dinamica centrale del sistema Ram Air e attraverso i tubi telaio per arrivare all'airbox. Un condotto tra il telaio e la scatola filtro impedisce l'ingresso di acqua. La compatta scatola filtro è perfettamente annidata tra i montati del telaio, posizione che ha permesso di utilizzare un serbatoio a elevata capacità con base piatta e privo di giunture. Anche in questo caso si è adottata l'analisi di flusso per assicurare l'efficiente passaggio dell'aria all'interno dell'airbox. La valvola a farfalla situata nel collettore in fusione di titanio del sistema di scarico garantisce un'erogazione di potenza fluida e lineare a tutti i regimi. Il design monoblocco di cilindro/basamento, il generatore montato dietro, la testa compatta e la configurazione “sovrapposta” di cambio/albero motore a tre assi hanno permesso di realizzare un propulsore straordinariamente compatto e leggero, di collocare l'albero motore in posizione ideale e di abbassare il baricentro della moto, contribuendo così agli elevati livelli di risposta e maneggevolezza della ZX-10R. Il motore è sufficientemente corto per posizionarsi al di sotto del doppio montante del telaio, conferendo alla 10R la compattezza di una 600. Le singole molle valvole si servono di un filo a sezione ovale in modo da risultare corte e contribuire alla compattezza della testa. Gli alberi a camme sono realizzati con billette forgiate di acciaio SCM420K, a beneficio della leggerezza e dell'elevata resistenza. I leggeri coperchi motore in magnesio concorrono al ridotto peso del motore. Di nuova progettazione, lo scambiatore di calore dell'olio raffreddato a liquido con alettatura interna in alluminio è leggero e garantisce un affidabile controllo sulle temperature dell'olio. L'impianto di scarico è realizzato interamente in titanio, con un silenziatore a sezione ovale con interno in titanio e copertura in alluminio spessa 1 mm, a tutto vantaggio della leggerezza. Telaio Il telaio a doppio montante interamente in alluminio è una struttura composita di elementi in fusione e pressati. Leggero ed estremamente compatto, si distingue per il passo corto e il lungo forcellone. I sottili componenti pressofusi del telaio hanno uno spessore di soli 2,5 mm per offrire la massima resistenza e il minor peso. L'utilizzo di un tubo trasversale in fusione riduce il numero di componenti e l'impiego di saldature. I montanti del telaio corrono sopra il motore per realizzare la stessa larghezza delle attuali moto di categoria 600. Sempre nell'ottica della riduzione del peso, la forcella presenta numerosi componenti interni in alluminio. I fori di alleggerimento presenti nella piastra forcella superiore contribuiscono al peso complessivamente ridotto della moto. I manubri in alluminio forgiato sono forati, sempre a vantaggio della leggerezza. Altri componenti leggeri del telaio comprendono la doppia ghiera di sterzo in alluminio, i dadi usati per le sovrastrutture e – ancora in alluminio – i manicotti dei cuscinetti del leveraggio posteriore e i distanziali laterali delle ruote. Ruote Le leggere nuove ruote anteriore e posteriore presentano razze a sezione trasversale ad “H”. L'esclusivo design a 6 razze permette l'utilizzo di cerchi più sottili, con un significativo risparmio di peso. Le ruote sono notevolmente più leggere rispetto a quelle utilizzate sulla ZX-9R.

Argomenti

Ultime da News

Da Automoto.it

Caricamento commenti...
Kawasaki Ninja 1000 ZX-10R (2004 - 05)
Kawasaki

Kawasaki
Via Luigi Meraviglia, 31
20020 Lainate (MI) - Italia
848 580102
https://www.kawasaki.it

  • Prezzo 13.290 €
  • Cilindrata 998 cc
  • Potenza 175 cv
  • Peso 170 kg
  • Sella 825 mm
  • Serbatoio 17 lt
Kawasaki

Kawasaki
Via Luigi Meraviglia, 31
20020 Lainate (MI) - Italia
848 580102
https://www.kawasaki.it

Scheda tecnica Kawasaki Ninja 1000 ZX-10R (2004 - 05)

Cilindrata
998 cc
Cilindri
4
Categoria
Super Sportive
Potenza
175 cv 128 kw 11.700 rpm
Peso
170 kg
Sella
825 mm
Inizio Fine produzione
2004 2005
tutti i dati

Maggiori info

Ultimi articoli su Kawasaki Ninja 1000 ZX-10R (2004 - 05) e correlati