WDW 2018

WDW 2018: numeri e curiosità dell’edizione dei record

- La decima edizione del raduno mondiale dei ducatisti al Misano World Circuit supera ogni record. Dalle 91.000 presenze ai 10.000 giri di pista, dalle 73 nazioni presenti alle 24 ore di DRE Enduro

E’ stato un WDW di successo quello terminato domenica al Misano World Circuit Marco Simoncelli. Una decima edizione che ha visto 91.596 presenze in tre giorni contro le 81.000 del 2016. L’evento biennale che richiama la community mondiale dei ducatisti racconta che il 40% dei partecipanti arriva dall’estero e questa volta hanno fatto scalpore Ken Lu e Lv Fei, due motociclisti cinesi partiti dallo Xinjiang con le loro Multistrada 1200 Enduro e arrivati al raduno dopo aver percorso 7.575 km in sette giorni.
L’evento più seguito è stato la “Race of Champions” di sabato preceduta dal sorvolo delle Frecce Tricolori. La gara dei 12 piloti Ducati in MotoGP e SBK sulle Panigale V4 S ha visto la vittoria di Michele Pirro, che ha preceduto Rabat, Forés, Miller, Melandri, Rinaldi, quindi Dovizioso, Siméon, Petrucci, Lorenzo, Abraham e Bayliss.
 

Ma gli eventi dentro e fuori la pista sono stati molti da venerdì a domenica e i numeri che trovate qui sotto ne offrono una sintesi.

10.250 i giri in pista effettuati in totale da moto auto e durante il WDW2018
    • 43.000 foto scattate dai fotografi dello staff (900 GB di foto)
    • 72 ore di video girati dallo staff durante i 3 giorni dell’evento
    • 73 nazioni di provenienza dei 91.596 partecipanti al WDW2018
    • 147 D.O.C. (Ducati Owners Club) presenti al WDW2018, provenienti da 33 nazioni, 5 continenti
    • 249 differenti attività svoltesi nelle tre giornate
    • 30 minuti il tempo che il serpentone di moto Ducati ha impiegato per uscire dal Misano World Circuit “Marco Simoncelli” per formare la parata di moto per Rimini
    • 18 ore di DRE Safety
    • 24 ore di DRE Enduro (con Multistrada 1200 Enduro)
    • 40 moto disponibili per test ride, per un totale di 1.200 test ride effettuati
    • 500 test al simulatore di volo dell’Aeronautica Militare presente nel paddock
    • 6.000 foto ritratti scattati ai Monsteristi
    • 15 Monster special selezionati per il Garage Contest
    • 10 moto finaliste all’Heritage Contest
    • 8 Audi R8, 3 Seat Cupra TCR e 4 Lamborghini Huracán Performante a disposizione del pubblico per Taxi-Drive in pista
    • 2 Desmosedici GP biposto “MotoX2” in pista con Randy Mamola e Franco Battaini per i giri in pista dedicati ai partecipanti del WDW2018
    • 1 World Ducati Wedding celebrato da Chaz Davies e 2 promesse di matrimonio fatte al WDW
    • 388 bandiere Ducati e Scrambler in totale al WDW2018
    • 3 Live band nel paddock
    • 3 ore di musica Live durante la “Sound of Passion Night”: Linus, Street Clerks, Nina Zilli, DJ Alex Farolfi

I numeri del Digital Ducati
    • Sito dedicato WDW2018 di 45 pagine per 612.000 pagine viste dal suo go-live
    • Instagram: Impression: 17 milioni, Reach: 13 milioni
    • Durante il WDW2018 l’account ufficiale ha superato gli 800.000 follower
    • Facebook: Impressions: 22.898.694, Reach: 14.949.151
    • Download WDW2018 App: 13.105,
    • Live Streaming Race of Champions: raggiunte 631.477 persone
    • Diretta SKY: 2h
    • Facebook streaming: 2h22m06s Race of Champions (+1h17m34s FlatTrack, per un totale di 3 ore e mezzo di live streaming)
 
I numeri della “Race Of Champions”:
    • 142 Ducatisti ospiti nella griglia della “Race of Champions”
    • 13 Panigale V4 S realizzate in livrea unica
    • 15 titoli mondiali al WDW di cui 11 nella “Race Of Champions”
 
I numeri della Land of Joy: 
    • 300 sessioni di Flat Track School
    • 150 ore giocate a basket
    • 240 ore di musica non stop suonata dal palco della Land of Joy
    • Due Scrambler Sixty2 hanno percorso 750 giri nello Scrambler Silodrome
    • 8 sfide ad eliminazione tra i piloti ufficiali Ducati alla Scrambler® Flat Track Race
    • 1.124.053 persone raggiunte sui canali digitali Scrambler Ducati
    • 103.450 persone che hanno interagito con i canali Scrambler Ducati
    • 100 salite di Mongolfiera, presente nella Land of Joy del WDW2018

  • Light, Seveso (MB)

    Partecipo da anni all’evento e devo dire che è sempre una grande festa. Si rinnova in ogni edizione, sempre in meglio.

    Quest’anno devo dire che però ci sono state alcuni eventi che non mi hanno lasciato particolarmente contento.
    Il primo il sabato sera. Nella piazza dov’era allestito il palco non si vedeva neanche l’ombra di una moto, tutte parcheggiate al di fuori dell’area recintata, dove non si poteva nemmeno portarsi dietro il casco. Se vogliamo diffondere il verbo DUCATI, anche ai turisti che passeggiamo per Riccione, facciamole vedere queste moto!
    L’altro, le eccessive restrizione che si sono manifestate davanti al locale simbolo del WDW. È vero, in quelle sere si fa casino, e veramente tanto, ma ritrovarsi circondati da Polizia Municipale e Carabinieri, con tanto di camionette con lampeggianti accesi, mi ha fatto sentire un criminale. Non credo di essere l’unico che la pensi così. L’amministrazione comunale dovrebbe riflettere, così demoralizza le persone a partecipare.

    Comunque, grazie DUCATI e ci vediamo tra due anni.
  • pluto00, Roma (RM)

    Avrei voluto vedere in pista anche l'altro australiano...Stoner...
Inserisci il tuo commento