eventi

Triumph Tridays 2012. Il raduno di Neukirchen

- Siamo stati a Neukirchen, al raduno annuale che raccoglie gli appassionati del marchio inglese provenienti da tutta l’Europa. Vi raccontiamo un universo variegato, dove le classiche vanno a braccetto con le supersportive
Triumph Tridays 2012. Il raduno di Neukirchen
La nuova Trophy 1200, presentata a Neukirchen
La nuova Trophy 1200, presentata a Neukirchen

Passeggiando sulla via principale del paese ci siamo persi nelle tante attrattive che Neukirchen ha in serbo. Espositori di moto special (una più bella dell’altra, come la Bonneville realizzata da CML a cui presto dedicheremo un servizio), venditori di ogni genere di prodotto legato alla Casa di Hinckley e, per finire, il Rumble 2012, una gara su sterrato dedicata ai possessori delle Scrambler e delle Tiger.
Il raduno annuale Triumph vanta inoltra una peculiarità unica al mondo. Solo qui le moto classiche, come Bonneville, Scrambler, Rocket e Truxton, vanno a braccetto con le sportivissime Daytona, Speed e Street Triple creando un mix di colori (e di rumori, dato che gli scarichi di serie sono una rarità!) che rapisce lo sguardo.

Little Italy. Podio al Tridays Rumble con Mario Lupano

Siamo stati in Austria a celebrare una Casa inglese. Ma, credeteci, anche qui l’Italia è stata una grande protagonista. Merito del villaggio Little Italy allestito dagli uomini di Triumph Italia, guidati dal direttore generale Mario Lupano. 

La grinta di Mario Lupano in gara
La grinta di Mario Lupano in gara

Fausto, Stefano, Corrado e gli altri ragazzi dello staff hanno creato un punto di incontro irrinunciabile per i partecipanti ai Tridays. Spritz e salame sono stati offerti in quantità industriali a tutti i visitatori, che hanno apprezzato l’iniziativa affollando la Little Italy a tutte le ore. 
Per la cronaca, va anche detto che Triumph Italia si è messa in luce con uno strepitoso terzo posto nel Tridays Rumble (la sfida su sterrato riservata alle moto inglesi), ottenuto da Mario Lupano, che nella vita di tutti i giorni fa il manager d'azienda, ma che all'atto pratico ha dimostrato di avere una grandissima manetta nel fango austriaco.
In sella alla sua Scrambler (col cambio bloccato in prima dalla rottura della leva!) ha tenuto testa ai rivali nelle batterie "uno contro uno", arrivando a giocarsi il podio contro una ben più veloce Tiger 800. Un terzo posto che vale oro, il suo.

Il simpatico biker inglese al lavoro sulla sua Daytona
Il simpatico biker inglese al lavoro sulla sua Daytona

Chiusa l’ottava edizione, l’appuntamento è per il prossimo anno per festeggiare ancora le moto inglesi al fresco delle Alpi, su queste fantastiche strade austriache.


In viaggio con la Triumph Explorer 1200

La nuova maxi enduro ci ha accompagnati nel corso di quattro giorni per oltre 1000 chilometri. Comfort e prestazioni di assoluto rilievo sono i must della Tigerona, che forte di 137 cavalli a 9.300 giri vanta una capacità di ripresa unica tra le moto di questo segmento. È infatti possibile riprendere in sesta da 40 km/h, e in modo molto rapido. La spinta dai 3 ai 7.000 giri è possente, mentre oltre emergono un buon allungo ma anche qualche vibrazione di troppo al manubrio e sulle pedane.
Abbiamo citato il comfort, che è di ottimo livello grazie alla protezione offerta dall’aria e al comodo sellone, che ospita alla grande anche il passeggero. Nel corso del nostro viaggio abbiamo incontrato le più diverse condizioni meteo, dagli 11 gradi delle Alpi austriache ai 35 di Bolzano. 

Va detto che sino ai 27/28 gradi il motore non si fa sentire troppo, mentre all’approssimarsi dei 30 gradi il calore nella zona del serbatoio inizia a dare fastidio.
Il comportamento della ciclistica è ottimo, grazie in particolare alle sospensioni che assorbono molto bene le asperità senza per questo essere cedevoli. La trasmissione ad albero cardanico ha un funzionamento molto dolce, privo di giochi. Un cenno infine ai consumi, che ci hanno stupito in positivo. Nell’extraurbano abbiamo registrato un media di 19,6 km/l, mentre in autostrada il dato è stato di 17,5 km/l. Non male viste le prestazioni di cui è capace la Explorer.
 

  • Luke200824, Seregno (MB)

    avete notato la Starter?

    Caspita, avete notato nela foot in lato che "zompo" ha fatto la starter per dare il via? Redazione di MOTO.it, assumi infomazioni più precise sulla atletica fanciulla!
    P.S. condividete la mia richiesta così da darle forza.
  • username__242322, Guidizzolo (MN)

    Foto apriargomento

    C' era bisogno di tali contorsioni in volo per scuotere una bandiera a scacchi?
Inserisci il tuo commento