Taglio accise carburanti: nuova proroga al 30 novembre

Taglio accise carburanti: nuova proroga al 30 novembre
Il Decreto aiuti ter ha stanziato anche 100 milioni per le imprese di autotrasporto. Sulla benzina rimane pertanto il taglio di 30,5 centesimi al litro
19 settembre 2022

Di rinvio in rinvio la scadenza del taglio alle accise sui carburanti, adottato per contrastare l'impennata dei prezzi dei prodotti petroliferi a partire dal 24 marzo scorso, vede la data del 17 ottobre - precedentemente fissata – prorogata a quella del prossimo 30 novembre.

La bozza del Decreto aiuti ter, approvato dal Governo, conferma la riduzione delle accise su gasolio, benzina, Gpl e gas per autotrazione; per la sua operatività si attende ora il decreto ministeriale.

Come noto le accise sulla benzina sono pari a 0,478 euro al litro nel caso della benzina e di 0,367 euro nel caso del gasoli; per il GPL le accise sono di 0,182 euro al chilogrammo.

Grazie al vigente taglio delle accise (30,5 centesimi al litrio sulla benzina), e al recente calo dei prezzi alla pompa, il costo del pieno è un poco sceso. L’Osservaprezzi del ministero dello Sviluppo economico indica il prezzo medio nazionale della benzina nella modalità self service - in data odierna - in 1,696 euro al litro e quello del gasolio in 1,809 euro al litro.

Nel Decreto aiuti ter ci sono inoltre 100 milioni di euro (oltre ai 40 già stanziati) a favore delle aziende del trasporto pubblico locale per i maggiori costi sostenuti per l'acquisto del carburante.
Altri 190 milioni, sotto forma di credito d'imposta, sono stati stanziati per il sostegno alle aziende agricole e della pesca con interventi i favore della riduzione dei costi del gasolio agricolo, dei trasporti e del riscaldamento delle serre.

Argomenti

Ultime da News

Caricamento commenti...