video intervista via skype

Speciale aziende in Italia. Diego Sgorbati (Tucano Urbano)

- Vi proponiamo il punto di vista delle aziende italiane coinvolte nel mondo moto in queste settimane difficili. Diego Sgorbati (amministratore delegato) ci parla di Tucano Urbano

Vi proponiamo il punto di vista delle aziende italiane coinvolte nel mondo moto in queste settimane difficili. Abbiamo intervistato Diego Sgorbati (amministratore delegato), che ci racconta come Tucano Urbano sta affrontando l'emergenza. Da una parte con lo smart working, dall'altra con l'e-commerce per restare vicina agli utenti che devono usare le due ruote per spostarsi e garantire i servizi essenziali alla popolazione. 


Questi gli argomenti trattati nella video chiamata che trovate in apertura del nostro servizio:

Il presente dell'azienda
Le azioni e le strategie nel breve periodo a livello finanziario, occupazionale e industriale
Qual è la ricetta per uscire dalla crisi senza danni collaterali
Come sarete e come saremo noi motociclisti finita l'emergenza sanitaria


Ci scusiamo coi lettori per i problemi di connessione durante il collegamento: il video parte dopo pochi secondi.

  • DettoFatto, Lodi (LO)

    Piacenza è stata colpita duramente dal coronavirus; porto la mia solidarietà a Diego e a tutta la città, dove ho amici, e che attraverso ovviamente spessissimo per andare sull'appennino.

    Ha ragione quando dice che la mobilità urbana dovrebbe cambiare per favorire gli spostamenti individuali, purchè questi non abbiano ovviamente luogo in auto.

    Nelle nostre città non si circola con tranquillità su due ruote. Moto o bici che siano.
    Io manco se mi pagano vado a milano in ufficio in moto: sono 30/35 km da percorrere cercando di non farsi uccidere.
    Io non accetto di viaggiare così ogni giorno.

    Speriamo che in ottica di una ripresa futura qualcuno si stia ponendo il problema, pensando a come riorganizzare la circolazione urbana per accomodare il maggior numero possibile di utenti individuali in condizioni di elevata sicurezza.

    Poi ognuno di noi dovrà fare la sua parte: un altro ostacolo sarà rinunciare all'individualismo tipico degli italiani che, fortunatamente, oggi, stanno dando prova di grande altruismo. Speriamo che duri anche dopo l'emergenza.
  • Kimera_666, Monza (MB)

    Aziende 'italiane'
    quanti sono i dipendenti Italia e in che percentuale la produzione è fuori dal nostro stato? Grazie a chi vorrà rispondermi.
Inserisci il tuo commento