Royal Enfield, arriverà la Scram 450?

Royal Enfield, arriverà la Scram 450?
Antonio Privitera
  • di Antonio Privitera
Avviastato in Inda un prototipo con il motore raffreddato a liquido della Himalayan e la ruota anteriore da 17 pollici: è davvero possibile che sia una futura Scram 450?
  • Antonio Privitera
  • di Antonio Privitera
28 febbraio 2024

Royal Enfield non ha certo fatto mistero che la nuova piattaforma formata dal motore di 452 cc che ha debuttato con la nuova Himalayan sia destinata a grandi cose: sopratutto perché in India, che volenti o nolenti dobbiamo accettare come un universo dove i volumi sono n volte più grandi di quelli italiani, il mercato si sta orientando verso moto più prestazionali e complete. Certo, esistono e continueranno ad esistere i mezzi semplici e molto economici che costituiscono in alcuni casi l'ossatura del trasporto privato del subcontinente, ma un certo tipo di clientela vuole di più e moto come l'Himalayan 450  o la Hero XPulse 440 (che si dice sia in procinto di essere presentata) costituiscono l'ideale upgrade "premium" di modelli di grande successo.

Tutto questo per dirvi che è sensato, oltre che prevedibile, che il motore di 452 cc, raffreddato a liquido e capace di 40 cavalli in dotazione alla Adventure di Royal Enfield vada poi a posarsi su altri futuri modelli in via di definizione. Uno di questi potrebbe essere quello che vediamo nella foto pubblicata da Rushlane nel quale è ritratta una roadster dotata, appunto, del motore dell'Himalayan 450. Sarebbe naturale pensare che, come avvenuto con la versione raffreddata ad aria di 411 cc, dalla Adventure derivi una Scrambler, tuttavia alcuni dettagli non ci convincono fino in fondo.

La Scram 411 è infatti accumunata in molte aree alla Himalayan 411, ad eccezione della ruota anteriore a raggi da 19 pollici e poco altro che ne modificnao il carattere in senso appena più stradale. La stessa operazione, se guardiamo queste foto, non sembra essere portata avanti con il prototipo beccato dai fotografi in India. La prima cosa che salta immediatamente all'occhio è che le ruote sono il lega, la seconda è che il diametro di quella anteriore è di 17 pollici (potrebbe essere 18, la foto potrebbe anche trarre in inganno, ma tenderemmo a escludere questa possibilità). Tutte caratteristiche poco in accordo con il nome "Scram" che vorrebbe - se fosse rispettato il concetto di derivazione dalla Himalayan - ruote a raggi e diametro del cerchio anteriore 19 pollici.

Royal Enfield HIMALAYAN 450: è davvero migliorata in tutto? Il nostro long TEST

E allora? La nostra opinione - pronta ad essere smentita - è diversa e parte dalla considerazione che non è detto che Royal Enfield segua un percorso lineare nella definizione dei nuovi modelli. Da una parte potrebbe traghettare il nome Scram su una moto come questa, dall'altra ci viene da pensare che la Casa indiana abbia in mano una piattaforma destinata a durare per molti anni e possa esplorare il mercato con una roadster (nel qual caso vedremmo bene l'ipotetico nome "Super HNTR") o altre moto pronte a stupirci. Nel mercato indiano è già apparsa, per esempio, la Hero Mavrik 440 (e la sua omologa Harley-Davidson X440), che riposiziona il concetto di roadster su una cilindrata più elevata rispetto alle 300/350 cc delle Honda H'ness. Quello che è certo è che il prototipo sembra a una buona fase di definizione con forcella tradizionale, strumentazione mutuata dalla Himalayan come - sembrerebbe - anche l'impianto frenante e sella in un sol pezzo, Staremo a vedere quale sarà il prossimo modello con motore raffredato a liquido di Royal Enfield.

Royal Enfield Himalayan Scram 411 TEST: piccola tuttofare

Fonte e foto: Rushlane

Caricamento commenti...