Paolo Magri: "Eicma 2022? Sarà meno istituzionale e più divertente" [VIDEO]

  • di René Pierotti
In occasione del GP di Misano, abbiamo incontrato e intervistato l'Amministratore Delegato dell'Esposizione Internazionale delle due ruote che, a poco più di due mesi dall'edizione 2022, ci ha parlato della nuova edizione, del mercato, della mobilità elettrica, e di molto altro...
  • di René Pierotti
2 settembre 2022

Eicma ritorna ai livelli pre-pandemia. È questo il segnale migliore per l’edizione 2022 in programma dall’8 al 13 novembre alla Fiera di Milano Rho.

Eicma, Esposizione Internazionale delle due ruote è, a livello mondiale, il più importante evento fieristico per l'intero settore delle due ruote e quest’anno vede anche l’atteso ritorno di Ducati.

L’amministratore delegato di Eicma, Paolo Magri, ha voluto fare luce su alcuni aspetti a poco più di due mesi dalla fiera: “Siamo soddisfatti di come procede l’organizzazione, dovrebbe essere una manifestazione del 20-25% più grande della precedente. Torniamo ai livelli di normalità”.

Magri ci ha parlato anche dei prezzi: “Non li abbiamo aumentati, né al pubblico né agli espositori, ci siamo accollati gli extra-costi per favorire il successo dell’evento”.

L’inaugurazione, ha spiegato Magri, sarà “meno istituzionale e più divertente, con qualche novità delle Case che ancora non possiamo svelare”.

Sulla situazione dell’elettrico: “La mobilità elettrica delle due ruote sarà focalizzata sulla città, con i limiti di autonomia il focus sarà quello urbano. Anche le case motociclistiche importanti stanno facendo mezzi per la mobilità cittadina”.

Sull’andamento del mercato e la scarsità delle materie prime: “Agosto ha registrato una crescita nelle vendite. Essere più o meno ai livelli del 2021 nonostante guerra, pandemia e scarsità di materie trovo che sia un successo incredibile”.

Caricamento commenti...