l'editoriale di nico

Nico Cereghini: "La mia strada del cuore"

- Abbiamo tutti una strada preferita, alla quale è legato un ricordo speciale, oppure una giornata memorabile o anche semplicemente una ispirazione. La Bellagio-Como mi ha aperto il cuore e mi ha lasciato intravvedere un intero mondo da esplorare
Nico Cereghini: La mia strada del cuore

Ciao a tutti! Qual è la strada del vostro cuore motociclistico? Deve esserci per forza una statale o una provinciale, una costiera o una dorsale, insomma una serie di curve alla quale avete legato un ricordo speciale. Per me la strada esiste e sulle carte è segnata con la sigla SS583: va da Bellagio a Como, sul ramo occidentale del Lario. Una trentina di chilometri, qualche paese da attraversare con le sue strettoie, Lezzeno, Nesso, Torno, Blevio, e soprattutto un centinaio di curve che nella mia fantasia di ragazzo erano l'edizione italiana del Tourist Trophy. Oggi su quei 28,3 chilometri c'è poco da scherzare: traffico, buche, agenti e poi la tardiva consapevolezza che la strada non è la pista. Ma con il traffico degli spensierati anni Sessanta, soprattutto se cavalcavi una Morini Corsaro 125 da 9 (dicasi nove) cavalli e ci sapevi fare, le probabilità di andarti ad ammazzare non erano così alte. La Stradale invece c'era eccome, bastava uscire da una curva un po' piegato e trovare la pattuglia: guida pericolosa! Ma se andavo a sessanta e sono solo sulla strada... Fa niente, per quella curva è troppo! E chi lo dice? Lo dico io, ragazzino, e lasciami scrivere il verbale.
 

Anche a voi sarà particolarmente cara una strada, magari per avere trovato un'ispirazione, o la moto ideale, o il ristorante migliore del mondo, o chissà, la casa dei vostri sogni o addirittura l'amore

 

A tante altre strade sono legato, alla SS62 della Cisa per esempio, o alla SS243 del passo Gardena, o alla SP4 che sale da Lugagnano in provincia di Piacenza; strade che ho scoperto dopo e che frequento almeno quattro o cinque volte all'anno. Ma la Bellagio-Como resta la numero Uno. Semplicemente, è La Strada. Tanti anni sono passati, ma ogni fotogramma resta registrato indelebilmente. La trama del film è sempre quella: oggi c'è il sole, si bigia la scuola con i due soliti compagni di liceo dotati di Aermacchi 250 e 350, fino a Lecco niente da segnalare, qualche piega per scaldarsi sul lungolago di fronte a Mandello e Lierna, poi sosta al sole vicino all'imbarcadero di Bellagio e finalmente la goduria: questa famosa 583 con il lago a destra e la montagna a sinistra, sempre diversa ad ogni chilometro. Prima è veloce, ma bisogna stare molto attenti perché ci sono diverse case; poi comincia una serie di curve aperte, da raccordare, che presto diventa un misto più stretto e più tecnico. Occhio che siamo all'ombra e l'umidità rimane. Tra Lezzeno e Nesso ci sono un paio di chilometri da fare a gas spalancato, ma non si deve sbagliare niente. Gli specchietti non esistono, ma so che l'Ala Verde e quella Blu sono staccate, non le sento più. Basta una 125 se hai classe e fegato... Dopo Careno il tratto che preferisco, due o tre curve aperte da orecchie a terra, da Blevio mezzo gas, ormai sono quasi a Como e sono trionfalmente solo.


Beh, per farla breve su quella strada ho scoperto alcune delle cose più importanti della mia vita. Che andavo forte, ma questo è scontato per la maggioranza di noi. Che avevo un bel controllo e ottimi riflessi, ma questa è forse una comune illusione. Che sapevo improvvisare traiettorie quasi sempre immodestamente perfette. Che avevo orecchio per la musica del motore. Che la moto era la mia vita: e questo sì che vale, perché così è andata davvero.


Come faccio a non essere legato alla Bellagio-Como? Anche a voi sarà particolarmente cara una strada, magari per avere trovato un'ispirazione, o la moto ideale, o il ristorante migliore del mondo, o chissà, la casa dei vostri sogni o addirittura l'amore. Siamo pronti ad ascoltarvi.

Nico Cereghini - La mia strada del cuore
Leggi tutti i commenti 165

Commenti

  • Sunliner, Vercelli (VC)

    Dunque, la mia strada del Quore e' il passo del Muraglione, tra Forli' e il passo.
    Sono rimasto molto incuriosito dalla strada di Nico che non conoscevo per nulla e domenica scorsa son andato in perlustrazione
    .

    Mamma mia che fatica, moto, auto, camion,camper, incrociato anche carabinieri, polizia, VU e GDF eran tutti li'.
    Bel paesaggio e belle curve ma certamente non più' da guidare con l'affollamento odierno, bei tempi quelli di Nico e i 2 tempi 125
  • CAIMANO74, Genova (GE)

    Ciao pacco,
    martedì sera dovrei organizzare un giro verso la riviera ligure di levante con tappa al Motor Cyclers' Pub di Sori con tutti quegli "squilibrati" del mio gruppetto.
    Appena hanno visto due foto del locale mi hanno messo a perdere col volerci andare una sera...e obbligatoriamente in moto!!!
    Dato che il tempo dovrebbe volgere al sereno (speriamo sarebbe l' ora) colgo l' occasione per invitare qualcun' altro che avesse piacere a fare una serata in compagnia, in un locale prettamente motociclistico in cui si parla solo di moto.

    Un saluto pacco....
Leggi tutti i commenti 165

Commenti

Inserisci il tuo commento