News

Nembo 32: motore rovesciato a 3 cilindri, due litri di cilindrata e un progetto strabiliante

- Sbarca sulla piattaforma di crowfunding Indiegogo il rivoluzionario progetto della moto italiana

Ne aveva già parlato qualche tempo fa il nostro Massimo Clarke, definendola come “qualcosa di assolutamente unico, in grado di fornire prestazioni entusiasmanti”: stiamo parlando della Nembo 32, una moto totalmente italiana realizzata da Daniele Sabatini.

Questa moto porta all’interno del mondo delle "due ruote" un concetto completamente rivoluzionario, basato su un propulsore a 3 cilindri da 2.000 cc capace sprigionare ben 200 cv a soli 7.500 giri. Dove sta la rivoluzione?: nel fatto che il motore non sia installato in maniera classica ma, bensì, montato al rovescio - ovvero con i cilindri in giù e il basamento in su - così da centralizzare le masse.

L’estetica è essenziale, il peso ridotto all’osso: si parla di soli 160 kg, un peso contenutissimo, grazie al motore che funge da telaio e al forcellone realizzato in fibra di carbonio. Il risultato è incredibile, e non solo dal punto di vista estetico – questa moto è stata invitata da BMW all'appuntamento annuale di Villa d’Este - che comunque colpisce anche da lontano, così semplice eppure estremamente ricercato, ma anche dal punto di vista ingegneristico.

A giudicare dai video pubblicati da Sabatini, sembrerebbe rendere davvero bene anche in pista, e il suono del suo "tre cilindri" raffreddato ad aria è qualcosa di decisamente notevole.

Per completare un progetto del genere, che dovrebbe essere un fiore all’occhiello dell’industria di nicchia del motociclismo italiano, necessitano però dei capitali non indifferenti, quindi ora il progetto di Sabatini è sbarcato sulla piattaforma di crowfunding https://www.indiegogo.com/projects/the-nembo-32-no-bike-is-alike#/Indiegogo, così da trovare finanziatori interessati a questa intrigante quanto splendida sfida.

Voi cosa ne pensate di questa meraviglia della tecnica?

  • gra61, San Giovanni in Marignano (RN)

    Nulla in contrario a certi prototipi,ma la centralizzazione delle masse con il conseguente notevole innalzamento del baricentro,derivante dal "rovesciamento " del blocco motore induce perplessità. Sarei molto curioso ad avere ulteriori specifiche del prodotto.
  • macio05, Milano (MI)

    Montare il motore rovesciato non è una nuova scoperta a cui nessuno aveva pensato e se nessuno lo ha mai realizzato un motivo ci sarà..... Inutile perdita di tempo e denaro.
Inserisci il tuo commento