Motodays 2013. Tutto pronto per la 5ª edizione

Motodays 2013. Tutto pronto per la 5ª edizione
  • di Alfonso Rago
Gli ingredienti di sempre, con l’aggiunta di qualche interessante novità: siamo andati a trovare gli organizzatori dei Motodays per farci descrivere nei dettagli come si svolgerà l’evento in programma alla Fiera di Roma dal 7 al 10 marzo
  • di Alfonso Rago
13 febbraio 2013

 

Gli immensi padiglioni oggi vuoti ed in cui ascoltiamo amplificati i nostri passi, tra poco meno di un mese risuoneranno di musica e suoni, saranno affollati di persone curiose ed interessate, brilleranno di mille luci riverberate dagli stand dove moto e scooter saranno protagonisti: è la magia di ogni evento, che trasforma quelle che sono in apparenza cattedrali nel deserto in luoghi rutilanti e pieni di vita.

Artefici di questa magia sono Mauro Giustibelli, general manager di Motodays e il suo staff affiatato: li abbiamo sottratti per qualche ora al loro lavoro - ma i telefoni non hanno smesso di squillare - per farci raccontare quale ricetta stanno preparando per il pubblico, romano ma non solo, appassionato di due ruote.

«Siamo al quinto atto di quella che non solo è la festa romana delle due ruote - ci racconta Giustibelli - ma che è ormai diventata, per presenza di aziende e numero di visitatori, la seconda Fiera in Italia per le due ruote. Dopo Eicma, che resta il riferimento professionale e di presentazione delle novità per la stagione a venire, ci sono i Motodays, dove i nuovi veicoli non sono solo da ammirare ma si possono anche provare, in vista di un acquisto. Questa caratteristica ci distingue: siamo cerniera tra il prodotto e l’utente finale, che in Fiera ha modo di fare confronti, verificare direttamente e finalmente scegliere quale sarà la sua prossima moto o lo scooter».

 

Dopo il successo dello scorso anno, sono state aumentate le aree prova: è una delle carte vincenti di Motodays

Quali saranno le Case presenti ai Motodays 2013?
«A questa domanda, se permettete, rispondo io - si inserisce nel discorso Roberta Corradini, operation team leader -: malgrado il momento davvero pesante, avremo tutte le maggiori aziende del settore, alcune delle quali, come Triumph, presente in modo diretto con la filiale italiana e non con i concessionari locali. Numerosi anche i marchi di abbigliamento, caschi, tra cui Shoei, accessori e parti speciali: nei loro stand vedremo le novità più interessanti del 2013. Inoltre, dopo il successo dello scorso anno, sono state aumentate le aree prova: è una delle carte vincenti di Motodays sia per gli ampi spazi a disposizione che per il periodo favorevole: visti la moto o lo scooter dei sogni ai Saloni invernali, da noi gli appassionati hanno modo di salire in sella ai nuovi prodotti, per sciogliere gli ultimi dubbi. Tre le possibilità previste: le aree-prova allestite dalle Case accanto ai padiglioni; la pista o i percorsi circa 40 chilometri lungo il litorale laziale, con prenotazione, partenza e arrivo da Motodays».

 
Come sarà diviso lo spazio espositivo?
«Ci saranno le quattro aree che hanno caratterizzato con successo le edizioni passate: per gli amanti dei viaggi, “Days on the Road” sarà il punto di ritrovo con esperti del settore e protagonisti di grandi raid. Ai biker è riservata “Kromature”, che oltre a custom e special dedicherà uno spazio particolare alle cafe racer. Si chiama “Elettrocity” l’area dedicata ai mezzi ecologici ed a propulsione alternativa; qui saranno operativi quattro configuratori che permetteranno al pubblico di individuare quale veicolo è il più adatto a soddisfare l’esigenza di mobilità a basso impatto ambientale. Infine, per i motociclisti “old school”, ecco l’area Motodays Vintage, riservata alle moto d’epoca: protagonisti dell’edizione 2013 saranno “50 Cinquantini” che hanno fatto sognare tante generazioni di ragazzi. Una carrellata di piccole-grandi due ruote del passato, compagne di viaggio dell'adolescenza: dalle moto stradali sportive a quelle da fuoristrada, passando per Vespa e "tuboni”. Sarà un tuffo nel passato emozionante e coinvolgente, che certo non lascerà indifferente il pubblico!».

 


Quali sono invece le iniziative nuove ed originali che avete studiato?
«Ci siamo impegnati - stavolta risponde Silvio Manicardi, senior advisor di Motodays - per avere un programma ricco di eventi collaterali, per coinvolgere tutte le tante realtà che ruotano intorno alle due ruote. Per esempio, le officine: discuteremo del loro futuro in un incontro organizzato con la Camera di Commercio, valutando l’impatto delle normative comunitarie per meccanici e preparatori, con concessionari, rappresentanti delle Istituzioni e delle Case. Motodays poi è attenzione al sociale: avremo la Scuola Guida Diversamente Disabili, per motociclisti “speciali”, con l’uso di moto e scooter riadattati in base alle loro esigenze, ed in Fiera arriveranno. in moto, ragazzi non vedenti grazie al supporto dell’AMFO, l’Associazione Motociclisti Forze dell’Ordine. Guardando oltre i nostri confini, sosteniamo il progetto che l’obiettivo di fornire ai ragazzi dell’orfanotrofio di Cissin, in Burkina Faso una prospettiva professionale, come meccanici per mezzi a due ruote».

 


Molte e diverse, quindi, le motivazioni per non mancare: dopo un inverno lungo e freddo, Motodays annuncia la primavera. Speriamo non si tratti solo di un presagio atmosferico, ma riguardi tutto l’universo che ruota intorno a moto e scooter.
 

Motodays, spettacoli ed appuntamenti


Oltre alle aree prova, negli spazi esterni sono attese le evoluzioni di alcuni dei più bravi “funamboli” delle due ruote: sulla scena si alterneranno stunt e piloti di livello mondiale, che utilizzeranno i mezzi più conosciuti per regalare al pubblico spettacoli al limite della fisica. Il palco principale, posto all’interno dei padiglioni, sarà la piazza degli incontri con i campioni delle due ruote, di Superbike e MotoGp, che in Fiera riceveranno l’abbraccio dei tifosi.

Dopo Craig Jones e Chris Pfeiffer, un altro funambolo dello stunt riding è pronto al debutto ai Motodays: è il polacco Rafal Pasierbek, giovane ma già affermato, soprannominato Stunter13 e considerato l’erede di Pfeiffer. E’ appena rientrato dagli USA, patria dello stunt mondiale dove ha centrato un sorprendente secondo posto assoluto ai campionati americani XDL alle spalle di Bill Dixon, Rafal è pronto ad “infiammare” il pubblico di Motodays: velocità e precisione di esecuzione sono le sue doti migliori.

Due ruote non solo a motore: come nel 2012, in contemporanea con Motodays si svolge Bici@RomaExpo, il salone del ciclo della Capitale, capace di colmare un vuoto di proposta espositiva per i tantissimi appassionati di bici (da strada, mountain bike, a pedalata assistita, ecc.) del Centro-Sud. Esposizione di prodotto, abbigliamento ed accessori, insieme a esibizioni dinamiche e prove. Il tutto, con un unico biglietto d’ingresso: con Motodays, paghi uno e vedi due eventi!

Motodays, istruzioni per l’uso

Orari d’apertura: giovedì 7 e venerdì 8 marzo, 10-19; sabato 9 marzo, 10-20; domenica 10 marzo, 10-19
Biglietti: Intero giornaliero 16 euro - Ridotto giornaliero 12 euro (con coupon ingresso ridotto; tesserati FMI, HOG e DOC DESMO dietro presentazione tessera; possessori di Carta x 2 in coppia).
I tesserati Club "Amici di Motociclismo" e tesserati Club Mototurismo potranno usufruire di un ingresso omaggio a fronte dell'acquisto di un biglietto intero.
Chi acquista il biglietto in prevendita avrà diritto ad entrare gratis un secondo giorno a scelta.
Chi acquista un biglietto intero presso le biglietterie di Motodays il 7 marzo, ha diritto ad entrare gratis un secondo giorno a scelta nei giorni di manifestazione.
Il coupon Ingresso Omaggio non è valido la domenica.
Ingresso gratuito per tutte le donne venerdì 8 marzo; portatori di handicap con 1 accompagnatore: bambini fino a 12 anni; Militari e Forze dell'ordine in divisa.

 

Ultime da News

Caricamento commenti...