Moto Guzzi d’epoca sul circuito di Spa

Moto Guzzi d’epoca sul circuito di Spa
Moto.it
  • di Moto.it
Moto Guzzi si appresta a vivere un weekend da protagonista sul leggendario circuito belga di Spa Francorchmps dove centinaia di Moto Guzzi d’epoca e contemporanee saranno chiamate ad esibirsi in parata
  • Moto.it
  • di Moto.it
10 giugno 2010


A partire da domani, venerdì 11 giugno, sul tracciato che nei suoi sette chilometri di sviluppo congiunge gli abitati di Francorchamps, Malmédy e Stavelot, sono attese centinaia di Moto Guzzi d’epoca e contemporanee chiamate ad esibirsi in parata, contro il cronometro e sulle strade che conducono all’amena località della Vallonia.
 
I più fedeli sono partiti giovedì 10 giugno, dalla storica sede Moto Guzzi di Mandello del Lario (dove il marchio dell’aquila è nato nel 1921) lasciandosi alle spalle il civico 57 di via Parodi alle ore 9:00. Sono il gruppo organizzato da Moto Guzzi World Club il club ufficiale della casa dell’Aquila, che raggiungerà il circuito belga percorrendo tre tappe di avvicinamento in terra francese.

Il primo giorno si farà tappa a Lione, dove il gruppo si congiungerà ai soci transalpini presso il concessionario Moto Guzzi Nomade 69 e insieme continueranno il viaggio verso Spa Francorchamp. Domani, venerdì 11, la comitiva franco-italiana raggiungerà Metz facendo tappa a Digione presso il concessionario Idee Moto per congiungersi con un'altra compagine di appassionati motociclisti.
Sabato mattina il gruppo si lascerà alle spalle la capitale della Lorena per entrare in tarda mattinata nello spettacolare paddock di Spa Francorchamps, dedicato al popolo dei “Guzzisti”.


L’area espositiva riservata a Moto Guzzi sarà allestita ai piedi della “La Source”, il mitico cappio che raccorda la discesa da “Blanchimont” con la salita de l’Eau Rouge. Qui, in un’atmosfera d’altri tempi si

Vue aérienne 4 spa
Il circuito di Spa

concentrerà tutta la passione per le moto, gli uomini e le memorabilia Moto Guzzi. Dalla Moto Guzzi Bialbero 350 che proprio su questo circuito iniziò la sua rincorsa all’iride del 1953 con lo scozzese Fergus Anderson, alla favolosa 8 Cilindri, protagonista dell’edizione del 1956 del GP del Belgio con Bill Lomas, alla Bicilindrica 500 e alle moto amate dai piloti privati, come il Dondolino e il Gambalunga. Non mancheranno le ultime novità Moto Guzzi, come le Stelvio, le V7 e la serie Aquila Nera disponibili per il test ride organizzato dall’importatore locale.


Sempre in ambito di competizioni, sono molto attese le Moto Guzzi V7 Sport e Le Mans che prenderanno il via sabato sera alle ore 20:00 per l’evento clou della kermesse: la 4 ore di Endurance, seconda prova del campionato di specialità. Di fronte alla linea dei box saranno schierati ben 11 team Moto Guzzi sui settanta partecipanti, tra i quali spicca il transalpino Moto Bel, guidato da Christophe Charles Artigues, fresco vincitore dell’ultimo Bol d’Or Classic.

Il francese, alla guida di una Moto Guzzi Le Mans 1000 del 1980 dovrà vedersela con un asso della specialità, il padrone di casa Stéphane Mertens.


Domenica l’appuntamento è con la parata aperta a tutti i possessori di Moto Guzzi: un’occasione unica anche per coloro che non possiedono una Moto Guzzi dall’araldica illustre, per inanellare qualche giro su questo leggendario tempio della velocità. L’evento farà cornice a un palinsesto che comprende le gare della serie GP1 (moto anni 70-80) e GP2 (moto 50-60) e la sfilata delle vecchie glorie del Circus continentale, come Giacomo Agostini, Phil Read, Mario Lega e Didier De Radigues.

 

Leggi anche

Da Automoto.it

Caricamento commenti...