prova pneumatici

Test Metzeler Tourance Next. Il nuovo pneumatico maxi enduro vince anche sul bagnato

- Abbiamo provato sulla pista di Vizzola Ticino il nuovo Tourance Next. Studiato per lavorare al meglio anche con ABS e sospensioni elettroniche, vanta prestazioni eccellenti anche sul bagnato
Test Metzeler Tourance Next. Il nuovo pneumatico maxi enduro vince anche sul bagnato

Metzeler Tourance Next. Il nuovo pneumatico maxi enduro convince anche sul bagnato


Abbiamo provato sulla pista di Vizzola Ticino il nuovo Tourance Next. Studiato per lavorare al meglio anche con ABS e sospensioni elettroniche, vanta prestazioni eccellenti anche sul bagnato.

Vizzola Ticino – Il Tourance Next debutta nel 2013 di primo equipaggiamento sulla nuovissima BMW R1200GS nelle inedite misure 120/70 R19  anteriore e 170/60 R17  posteriore.
Le nuove Metzeler nascono quindi sotto i migliori auspici, se anche il costruttore bavarese le ha scelte per la sua best seller mondiale. 
Ovviamente le Next non resteranno confinate alla GS, ma saranno disponibili nel corso del 2013 nelle varie misure adottate dalla stragrande maggioranza delle maxi enduro presenti sul mercato. Per questo le abbiamo provate sulle moto di maggior successo di questo segmento. Le Tourance Next sostituiranno le Tourance EXP e avranno un prezzo di listino superiore del 4% circa.

Ottime le prestazioni in frenata, sia con le classiche forcelle sia col Telelever di BMW
Ottime le prestazioni in frenata, sia con le classiche forcelle sia col Telelever di BMW


Queste le misure disponibili nel corso del 2013
:
Anteriore:
120/70 ZR 17 M/C 58W TL
120/70 R 19 M/C 60V TL
110/80 R 19 M/C 59V TL
90/90 - 21 M/C 54V TL
Posteriore:
140/80 R 17 M/C 69V TL
150/70 R 17 M/C 69V TL
160/60 ZR 17 M/C 69W TL
170/60 R 17 M/C 72V TL
180/55 ZR 17 M/C 73W TL


Più chilometri, più grip, più stabilità


Tanti e di spessore sono gli obiettivi che gli uomini Metzeler si sono prefissati nello sviluppo dei nuovi pneumatici dedicati al segmento oggi più importante del mercato. Sulla pista di Vizzola Ticino (debitamente allagata per consentirci di provare a fondo le capacità di drenaggio delle gomme e la resistenza della nostra tuta antiacqua…) abbiamo guidato le più note endurone presentate negli ultimi anni: BMW R1200GS Adventure, Honda Crosstourer, Triumph Explorer e Yamaha Super Ténéré.
L’asfalto di Vizzola ha sicuramente un grip notevole che aiuta, ma la cautela è d’obbligo quando si ha a che fare con un velo d’acqua di alcuni millimetri che copre ogni centimetro della pista.
La pioggia artificiale ha simulato il peggior temporale estivo, quello vigliacco in cui l’acqua ti arriva addosso da ogni dove. In queste condizioni le Next hanno offerto un livello di confidenza – fondamentale nella guida sul bagnato – e di tenuta assolutamente apprezzabili. Vediamo come hanno lavorato in Metzeler per ottenere questi risultati.

La Yamaha durante il test di frenata da 80 km/h sul bagnato
La Yamaha durante il test di frenata da 80 km/h sul bagnato
La confidenza sull’anteriore è una qualità dei nuovi Next, qui montati sulla Honda Crosstourer 1200
La confidenza sull’anteriore è una qualità dei nuovi Next, qui montati sulla Honda Crosstourer 1200

I nuovi pneumatici rivelano un comportamento sorprendente. Il grip offerto dalla spalla ricca di silice è eccezionale, ma il bello è che a questo si accompagna un grande feeling che avvisa con largo anticipo la perdita di aderenza dell’anteriore, consentendo quindi correzioni che con altri pneumatici risultano difficili, e se non impossibili, sul bagnato. La confidenza sull’anteriore è una qualità immediatamente riconoscibile nei nuovi Next ed è forse la dote più apprezzata dai motociclisti.
Il drenaggio è sicuramente valido anche al posteriore, che vanta un’ottima trazione in uscita di curva. Il grip è valido al punto che anche in presenza di pozzanghere importanti è difficile sentire l’intervento dei vari controlli di trazione. Segno che la gomma lavora al meglio. L’aderenza convince sia sulla spalla che al centro del pneumatico, dove è presente meno silice al fine di aumentare le doti di durata a pieno carico.

Le nuove Tourance confermano la buona agilità delle veccie EXP nei cambi di direzione, senza che per questo venga meno la stabilità nelle prove di frenata.
In questo frangente (test di frenata da 80 km/h a 0 su asfalto bagnato) i pneumatici Metzeler hanno svolto un ottimo lavoro sia col sistema Telelever della BMW (che impedisce lo schiacciamento della forcella e quindi limita i trasferimenti di carico sull’anteriore), sia con le forcelle tradizionali di Honda, Triumph e Yamaha. Con queste ultime è fondamentale agire sulla leva con decisione, va evitato però un attacco troppo brusco che comprima la forcella in modo eccessivo, causando un ritorno veloce che provoca l’intervento dell’ABS.

Sono stati utilizzati:
Casco X-lite
Tuta Dainese
Paraschiena Dainese
Antipioggia Spidi
Guanti Dainese
Stivali TCX

Foto di Orazio Truglio e Marco Zamponi

  • ilciano, Silvi (TE)

    Si suda per tenerle calde

    Io le ho da 2.500 km sulla mia nuova Gs, provengo da un altro brand dove potevo iniziare la piega da sotto al garage, con le Next devo fare molta attenzione a tenerle calde e la cosa strana ( non mi era mai successo ) che scendono di temperatura anche quando riduci molto la velocità e vai dritto, tipo quando attraverso un centro urbano.
    Non sono contentissimo al momento!!
  • mirkko, Cerreto d'Esi (AN)

    fantastico il rombo della crosstourer col dct

    bella prova, anche se qualche bella piega sull'asciuto potevano anche farvela fare.
    e cmq tra tutti i sound sentiti, grintoso quello triumph e fantastico quello del v4 honda col dct!
Inserisci il tuo commento