Masterpilot: "Ducati Streetfighter V4 Lamborghini, come una Huracan STO... Ma più esclusiva!" [VIDEO]

Moto.it
  • di Moto.it
In compagnia del nostro Edo in altre vesti, Emiliano Perucca Orfei ci racconta la nuova hypernaked Ducati ispirata alla supercar di Sant'Agata Bolognese
  • Moto.it
  • di Moto.it
27 settembre 2022

Due narratori d'eccezione: Masterpilot ed Edoardo Licciardello, e una grande protagonista: la nuova Ducati Streetfighter V4 Lamborghini che nasce sulla base tecnica della Panigale V4 S 2023 ma, come risulta chiaro fin dal primo sguardo, integra gli elementi caratterizzanti il DNA Lamborghini, compresa l'esclusività: la moto è stata realizzata in serie numerata e limitata a 630+63 esemplari (già tutti venduti a tempo record) e rielabora in chiave motociclistica i concetti che hanno dato vita a Lamborghini Huracán STO, una vettura supersportiva e il modello più performante mai realizzato della famiglia Huracán.

L'esclusività della Streetfighter V4 Lamborghini è sottolineata anche dal nome del modello e dal numero progressivo dell’esemplare che vengono riportati su una targhetta metallica inserita nella cover centrale serbatoio. Il numero è anche ricavato dal pieno su un inserto in alluminio della chiave d’avviamento ed appare sul cruscotto TFT in fase di accensione, insieme ad un’animazione celebrativa che riporta gli scudetti Ducati e Lamborghini e la silhouette del modello.

Prova, gratis la Ducati Streetfighter: https://bit.ly/3xTqeev

L'ispirazione estetica

L'ispirazione tratta dalla Huracán STO si nota anche su componenti (totalmente nuovi e realizzati con la stessa trama di fibra di carbonio visibile sulle vetture Lamborghini) come parafango anteriore, cover serbatoio, puntale e codino dove sono stati inoltre ricavati estrattori a griglia, sfoghi e prese d’aria in pieno stile Huracán STO: il parafango è ispirato agli sfoghi aria integrati nel “cofango” Lamborghini, gli estrattori ricavati sul puntale ricalcano le prese di raffreddamento dei freni posteriori della hypercar bolognese, quelli presenti sulle cover laterali del serbatoio richiamano gli sfoghi sui parafanghi anteriori dell’auto, mentre gli estrattori sul codino monoposto citano quelli presenti sul cofano motore della vettura; la sella, inoltre, è ispirata alla finitura dei sedili di Huracán STO grazie alla presenza di accenti in tinta con le sovrastrutture. I cerchi forgiati, realizzati specificamente per questa moto con lo stile di Huracán STO, vedono il cerchio posteriore arricchito dalla presenza del monodado di serraggio in titanio.

Non mancano pregiate pedane pilota regolabili e le leve freno e frizione alleggerite in alluminio ricavate dal pieno, realizzate in collaborazione con Rizoma e numerosissimi dettagli realizzati nella stessa speciale fibra di carbonio usata per la carrozzeria come i paratacchi, il tampone sella, la protezione del pignone la cover del dashboard e del commutatore d’accensione; dello stesso materiale sono le parti cui è demandata la protezione dal calore come le cover della testa posteriore e dei collettori della relativa bancata, ma anche il supporto proiettore, il parafango posteriore e le protezioni del telaietto posteriore. Completa l'allestimento il silenziatore di scarico Akrapovič in titanio con fondello in fibra di carbonio. 

Le caratteristiche tecniche

Non cambia la base tecnica che già conosciamo: il motore è il Desmosedici Stradale da 1.103 cm3 da 208 CV di potenza, caratterizzato da albero controrotante, distribuzione desmodromica a quattro valvole per cilindro e ordine degli scoppi Twin Pulse mentre per quanto riguarda la ciclistica, resta il telaio Front Frame in alluminio, con il motore come elemento stressato.

Le sospensioni sono unità semiattive Öhlins Smart EC 2.0, mentre l’impianto frenante Brembo conta su pinze Stylema e dischi da 330 mm.

Il pacchetto aerodinamico, basato su ali biplano in carbonio integrate nelle cover laterali del serbatoio, stabilizza la moto alle alte velocità senza comprometterne agilità e maneggevolezza. Il peso in ordine di marcia è contenuto in 197,5 kg. 630 esemplari di Ducati Streetfighter V4 Lamborghini saranno realizzati nei colori Verde Citrea e Arancio Dac, una delle combinazioni colori specifiche della Huracán STO.

Anche le ali e le pinze freno Brembo sono colorate in “Arancio Dac”, queste ultime con logo a contrasto in nero. I foderi e i piedini forcella Öhlins sono neri ma, per chi desidera assolutamente il massimo dell'esclusività, è prevista una serie di ulteriori 63 esemplari oltre quelli realizzati nella livrea Verde Citrea/Arancio Dac: sono le 63 ulteriori Streetfighter V4 Lamborghini denominate Speciale Clienti, disponibili solo per 63 clienti Lamborghini.

L’unicità della collaborazione viene rinforzata dalla possibilità, riservata ai possessori di Ducati Streetfighter V4 Lamborghini, di completare il proprio look con un casco, un giubbotto e una tuta di pelle in edizione limitata, caratterizzati da uno schema colori che riprende quello della moto. Inoltre, per gli acquirenti della versione Speciale Clienti, anche la tuta è personalizzabile nei colori utilizzati per la configurazione, limitatamente alla scelta offerta dalla palette Dainese. Ducati Streetfighter V4 Lamborghini viene fornito con una serie di accessori a corredo come la cover in fibra di carbonio aperta per la frizione a secco, i tappi per l’eliminazione di targa e specchi retrovisori, il tappo serbatoio racing e il telo coprimoto in tinta con la carrozzeria.

Caricamento commenti...