Le immatricolazioni in Europa sono aumentate nel 2020

Le immatricolazioni in Europa sono aumentate nel 2020
Maurizio Gissi
  • di Maurizio Gissi
In un anno 2020 difficile, le vendite europee di moto e scooter hanno retto e sono incrementate leggermente. I cinque maggiori mercati hanno superato le 900.000 unità. La crescita maggiore in Germania. Italia secondo mercato
  • Maurizio Gissi
  • di Maurizio Gissi
11 febbraio 2021

I primi dati disponibili sulle vendite di moto e Europa l'anno scorso mostrano un leggero aumento sull'anno precedente.
Un risultato positivo vista la situazione pandemica, le sue ricadute economiche, le restrizioni agli spostamenti e la chiusura temporanea di alcune attività nel corso dell'anno.

Le statistiche fornite dalla ACEM, l'associazione europea dei costruttori del settore due ruote, non sono ancora complete ma riguardano i primi cinque mercati europei (Germania, Italia, Francia, Spagna e Regno Unito) oltre ai Paesi Bassi che sono importanti del segmento dei ciclomotori. Complessivamente si tratta di mercati che superano abbondantemente l'80% delle vendite dei 28 Paesi dell'Unione.

Insieme hanno ripreso dopo la crisi vissuta in primavera, recuperando il 4% (somma di moto, scooter e ciclomotori) rispetto al 2019.
L'andamento non è stato omogeneo: la Germania ha ottenuto un +27%, Olanda e Belgio un +30,3%, ma l'Italia ha perso il 5,3%, la Spagna l'8,8, la Francia il 3.5% e il Regno Unito il 2,6%.

Nell'incremento del secondo semestre, e di fine anno in particolare, vanno sicuramente comprese le vendite di quei veicoli Euro 4 che non sarebbero stati più disponibili nel 2021.

Vendite motocicli termici 2019 vs 2020

Mesi  Vendite 2019 Vendite 2020
1 45.195 52.295
2 56.681 64.396
3 104.719 62.656
4 96.736 24.536
5 98.989 84.054
6 98.050 128.392
7 101.409 133.926
8 57.816 77.867
9 73.232 90.336
10 65.022 64.880
11 43.019 45.854
12 33.906 53.910
Totale  874.774 883.102


Le vendite nei paesi sopra citati hanno raggiunto le 923.000 unità (+1,1%), con i motocicli saliti a 883.102 (+1%) a cui sivanno aggiunti 18.620 modelli eletrici, che hanno visto un forte incremento: +51,8%.

I ciclomotori sono aumentati in maniera più significativa (+13.6%) raggiungendo quota 279.841 unità. A questi vanno aggiunti i modelli elettrici, altre 58.569 unità e un +12,5%.

I maggiori mercati motociclistici d'Europa sono stati la Germania (220.304 unità), l'Italia (218.027) e la Francia (191.231). Va osservato che nei mesi di giugno e luglio le vendite italiane hanno raggiunto i maggiori volumi mensili assoluti con 39.088 e 36.885 unità rispettivamente. La migliore terza mensilità dell'anno si è registrata in Germania, a luglio, con la vendita di 30.210 esemplari.

Vendite ciclomotori termici 2019 vs 2020

Mesi Vendite 2019 Vendite 2020
1 14.235 17.454
2 15.411 16.733
3 19.237 12.291
4 20.813 10.008
5 22.897 23.034
6 26.257 33.133
7 29.873 35.622
8 21.480 28.821
9 23.162 29.776
10 20.633 25.543
11 16.118 18.790
12 16.229 28.636
Totale 246.345 279.841

Nel segmento ciclomotori sono stati la Francia (98.592 unità), i Paesi Bassi (84.732) e la Germania (35.010) i mercati maggiori. In Italia ci siamo fermati a 19.746 (-3%).

“Tutto sommato – ha commentato Antonio Perlot, segretario generale dell'ACEM - il settore motociclistico ha affrontato bene un anno molto difficile. Tuttavia, guardando al futuro, restano molte domande sugli effetti complessivi della pandemia ancora in corso, sull'economia all'interno dell'Unione Europea e sulla mobilità”.

Argomenti

Da Automoto.it

Caricamento commenti...