Mercato dell'usato

Le Belle e Possibili di Moto.it: Ducati 1299 Superleggera

- Ducati 1299 Superleggera: 156 Kg per 220 cv, ma la richiesta è di ben 100.000 euro. Se non avete fatto in tempo ad aggiudicarvi una delle 500 esclusive superbike Ducati, non preoccupatevi: ne abbiamo trovata una praticamente nuova tra i nostri annunci!
Le Belle e Possibili di Moto.it: Ducati 1299 Superleggera

Non è decisamente colpa nostra se questa rubrica si sta popolando di moto da sogno per il loro fascino, e da incubo per il loro prezzo. È vero, lo ammettiamo per la seconda volta consecutiva: come per la Ducati 888 Sp4S che vi avevamo presentato su queste righe poco tempo fa, anche questa provocante Ducati Panigale 1299 Superleggera ha un prezzo fuori orbita (solare, mica terrestre...) che temiamo possa costringere qualcuno tra gli appassionati meno solidi psicologicamente a darsi al gratta e vinci compulsivo nella – illusoria – speranza di vincere i ben 100.000 (sì, sono cinque zeri) euro richiesti per scrivere il proprio nome nel libretto di circolazione di questa magnifica moto.

Siamo poco interessati ad entrare nel merito del giudizio sulla giustificabilità di questa cifra ma, magari, vorremmo dare una dimensione più concreta all'impegnativa proposta che si qualifica come “Bella” senza ombra di dubbio ma “Possibile” solo limitatamente alla possibilità di potersi ancora accaparrare una di queste vere e proprie opere d'arte motociclistiche.

La dodicinovantanove Superleggera nasce nel 2016 (per essere commercializzata nel 2017) con la precisa volontà di Ducati di portare su una moto euro 4, omologata e con intervalli di manutenzione da grande produzione, il top della raffinatezza e il massimo della tecnologia. Una sfida tecnologica impressionante e forse anche un po' fine a sé stessa, ma che, una volta portata in pista, ha fruttato un terzo posto con Alessandro Valia – tester della casa bolognese - nel Campionato Cinese Superbike 2017 sul circuito di Zhuhai, correndo come wild card con targa e fari in mezzo a piloti di caratura internazionale. Due i numeri della Panigale Superleggera 1299 che fanno ancora adesso girare la testa: 156 kg a secco e 220 cv (entrambi i valori ottenuti con lo scarico racing a corredo), cifre da Superbike vera, che si commentano da sole con capogiri e senso di stordimento quando si realizza che di questa moto sono stati prodotti solamente 500 esemplari al costo (nel 2017) di 80.000 euro cad.
Quella che vedete in vendita, oltretutto, è la numero 1 - uno, come i chilometri percorsi: del resto, si possono notare la presenza della pellicola protettiva sul dashboard, e i pneumatici intonsi, segni che parlano di una moto che non ha mai messo le ruote su strada.

...c'è ancora la pellicola protettiva sulla strumentazione...
...c'è ancora la pellicola protettiva sulla strumentazione...

Per realizzare questa motocicletta irragiungibile, non solo nel senso della sua velocità in pista, la ricerca di prestazioni fuori scala e di leggerezza inarrivabile ha portato Ducati a rivedere totalmente il validissimo progetto Panigale, ve ne abbiamo parlato approfonditamente qui; la 1299 Superleggera fa infatti uso di carbonio per il telaio monoscocca, i cerchi, il codino autoportante e il forcellone: tutti questi componenti sono stati testati, numerati e verificati singolarmente sulla rispondenza al progetto per garantire l'assoluta integrità e affidabilità. All'avantreno spicca una forcella Öhlins FL936 con steli da 43 mm, più leggera di 1,35 kg rispetto alla NIX30 della Panigale R, mentre al mono posteriore, l'outstanding Öhlins TTX36 della Panigale R, viene donata una molla in titanio per un risparmio di mezzo chilo.

Dando libero spazio ai progettisti – e svincolandoli dalla mannaia dei costi di produzione - il bicilindrico 1299 diventa un monumento alla tecnica da corsa grazie ai pistoni a due segmenti da 116mm di diametro che portano il rapporto di compressione fino a 13:1, alle valvole di aspirazione e scarico in titanio di diametro maggiorato rispetto alla Panigale R (che viene quasi da definire una moto “normale”) e dall'alzata aumentata fino a 17,3mm; si continua con le teste totalmente ridisegnate e carter fusi in sabbia per capitolare, più storditi di prima, con l'albero motore – il singolo componente più pesante dell'intero veicolo – da 5,5 kg con contrappesi in tungsteno.

La 1299 Superleggera rappresenta una delle vette più evolute, raffinate e costose in campo motociclistico: certamente lo è riguardo la conclusa stagione delle Ducati bicilindriche Superbike; potrebbe forse condividere lo scettro dell'esclusività con la Honda RC213V-S che, a differenza della bolognese, prendeva le mosse dal progetto MotoGp Open, e concedeva i suoi 159 cv solo dopo un versamento di 192.000 euro; per arrivare ad una potenza degna di una MotoGp bisognava poi compilare un altro assegno di 11.000 euro, ma questa è un altra storia: anzi, se vogliamo, questa è la stessa identica storia di moto nate più per passione e per voglia di stupire che per pensare di far breccia nel grande pubblico; motociclette pensate per dare libero sfogo alle capacità tecnologiche delle Case, e per far sognare gli appassionati e i... milionari.

Lo stesso Claudio Domenicali, amministratore delegato di Ducati, all'atto della presentazione della Superleggera dichiarò che non era stato fatto alcun compromesso, e il prezzo elevato sarebbe stato l'ultimo dei problemi per i 500 fortunati acquirenti. Una moto da collezione, allora? No, una moto raffinatissima e inebriante che già due anni fa realizzava il sogno di poter guidare un mezzo realizzato con gli stessi principi ispiratori delle Ducati da competizione, e con la quale poter provare inimmaginabili sensazioni riservate solo a piloti del calibro di Rea o Davies. Come quella di fare un assegno a cinque zeri.

  • rosgs, Luino (VA)

    Ormai queste moto o anche auto a tiratura limitata sono beni rifugio come le opere d'arte; il suo proprietario avrà necessità di denaro e giustamente vuole che il suo investimento frutti quanto previsto. Scordatevi passione motociclistica. La Honda costruì la RC30 per le gare, solo dopo è diventato un pezzo da collezione. Negli anni d'oro per le auto esistevano le carrozzerie Zagato, Touring, nella moto la corrispondente fu Bimota; purtroppo non c'è più spazio per questi preparatori e allora le case costruttrici fanno tutto in proprio.
  • leonard magnific, Grosseto (GR)

    Ma per carità... Prendo una vecchia rsv 1000r ci spendo 10.000€ in mofifiche e gli rovescio le scritte a sto cancello autografato.
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Ducati 1299 Superleggera (2017 - 17)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Ducati
  • Modello 1299 Superleggera
  • Allestimento 1299 Superleggera (2017 - 17)
  • Categoria Super Sportive
  • Inizio produzione 2017
  • Fine produzione 2017
  • Prezzo da 80.250 - franco concessionario
  • Garanzia 24 mesi chilometraggio illimitato
  • Optional n.d.
  • Lunghezza 2.070 mm
  • Larghezza 745 mm
  • Altezza 1.105 mm
  • Altezza minima da terra n.d.
  • Altezza sella da terra MIN 830 mm
  • Altezza sella da terra MAX n.d.
  • Interasse 1.437 mm
  • Peso a secco 156 Kg
  • Peso in ordine di marcia n.d.
  • Cilindrata 1.285 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 2
  • Configurazione cilindri a V
  • Disposizione cilindri longitudinale
  • Inclinazione cilindri n.d.
  • Inclinazione cilindri a V 90
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 116 mm
  • Corsa 60,8 mm
  • Frizione multidisco
  • Numero valvole 4
  • Distribuzione desmodromica
  • Ride by Wire
  • Controllo trazione
  • Mappe motore 8
  • Potenza 215 cv - 158 kw - 11.000 rpm
  • Coppia 15 kgm - 146 nm - 9.000 rpm
  • Emissioni Euro 4
  • Depotenziata No
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 6
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC n.d.
  • Capacità serbatoio carburante 15,5 lt
  • Capacità riserva carburante n.d.
  • Trasmissione finale catena
  • Telaio Monoscoscca in lega di alluminio
  • Sospensione anteriore Forcella a steli rovesciati pluriregolabile Öhlins FL936 da 43 mm
  • Escursione anteriore 120 mm
  • Sospensione posteriore Ammortizzatore pluriregolabile Öhlins TTX36 con molla in titanio
  • Escursione posteriore 130 mm
  • Tipo freno anteriore doppio disco
  • Misura freno anteriore 330 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 245 mm
  • ABS
  • Tipo ruote integrali
  • Misura cerchio anteriore 17 pollici
  • Pneumatico anteriore 120/70 ZR 17
  • Misura cerchio posteriore 17 pollici
  • Pneumatico posteriore 200/55 ZR17
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Ducati

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta