KTM 1290 Super Adventure S e R 2021: serbatoio basso confermato dal brevetto (AGGIORNATO)

KTM 1290 Super Adventure S e R 2021: serbatoio basso confermato dal brevetto (AGGIORNATO)
Maurizio Gissi
  • di Maurizio Gissi
La domanda di brevetto conferma, e mostra bene, come cambiano la KTM 1290 Super Adventure S ed R. Oltre al serbatoio abbassato ci sono altre interessanti novità. I nuovi modelli attesi a inizio 2021; una pagina uscita per errore sul sito KTM conferma altri dettagli
  • Maurizio Gissi
  • di Maurizio Gissi
20 novembre 2020

Non è un mistero che KTM stia preparando il lancio delle nuove versioni: 1290 Super Adventure S, con ruota anteriore da 19 pollici e cerchi in lega, e 1290 Super Adventure R, con cerchi a raggi adatti a pneumatici tubeless, misura da 21" all'anteriore, e sospensioni di escursione superiore.

Agli avvistamenti dei modelli sorpresi nei test su strada, nei dintorni di Mattighofen, si aggiunge ora la pubblicazione dei disegni allegati alla domanda di brevetto depositata da KTM nel maggio scorso. Non solo, ma una pagina web finita online per errore (e tolta immediatamente, ma non prima che l'americana Motorcycle.com ne ricavasse qualche dato) aggiunge alcuni dettagli in più relativamente alla nuova 1290 Super Adventure, come vi descriviamo più avanti.

Oggetto del brevetto è in questo caso il serbatoio a "guance" basse, descritto nei documenti in maniera completa anche nel sistema di riempimento e sfiato, nell'accoppiamento con il telaio, l'air-box e le sovrastrutture.

Il principio dell'abbassamento del carico di carburante deriva dall'esperienza delle moto da rally e, andando indietro nel tempo, anche alla stessa KTM 950 Adventure del 2003 derivata dalla LC8 della Dakar.

Una differente distribuzione dei pesi che migliora il posizionamento del baricentro a vantaggio della guidabilità: l'attuale 1290 imbarca 23 litri di carburante.

Recentemente KTM lo ha lanciato sulle nuove 790 Adventure, poi salite alla cilindrata 890, e anche sulla piccola 390.

Non è questa la sola novità visibile, perché, come hanno confermato le foto spia, troviamo due radiatori di raffreddamento in luogo di quello singolo, e anche questa soluzione premia un lay-out favorevole, oltre che lo smaltimento dell'aria calda grazie a estrattori laterali più efficaci.

Si nota poi il nuovo telaietto posteriore in alluminio, imbullonato al traliccio principale in tubi di acciaio, lasciato in vista e rifinito nelle forme per contribuire all'estetica della coda.

Il motore, Euro 5, pare sia il noto bicilindrico a V di 75°: impossibile dire se siano cambiata la sua cilindrata di 1.301 cc e la potenza attuale di 160 cavalli.

Nella nuova estetica si notano inoltre il diverso frontale, con il gruppo ottico anteriore che lascia spazio in basso al sensore radar anteriore.
KTM ha adottato il sistema Bosch (che ha debuttato sulla Multistrada V4 e arriverà, ad esempio, anche sulla BMW R1250RT), con il redar che gestisce il cruise control adattivo, l'allarme anti collisione e un'eventuale frenata d'emergenza.

E' naturalmente probabile che sia accoppiato a un secondo radar posteriore.

Come si desume sulla già citata pagina web, il cruise control adattivo sarà disponibile di serie solo sulla versione 1290 S, mentre non se ne fa menzione sulla R, che potrebbe però disporne come optional. Per quanto riguarda dettagli più legati alla meccanica, il propulsore erediterà il nuovo cambio introdotto sulla Super Duke R 1290 quest'anno, e ci saranno diverse componenti riviste: il telaio rimane fedele allo schema a traliccio in Cromo-Molibdeno, ma ospita un motore ruotato di 2° verso l'avantreno per dargli maggior carico. Cambia anche la posizione del cannotto di sterzo, leggermente arretrato, mentre il forcellone si allunga. Più bassa la seduta del pilota (con una sella regolabile in altezza sulla più stradale Super Adventure S.

Se non ci fosse stata di mezzo la pandemia, forse le nuove 1290 Super Adventure sarebbero state presentate in questo periodo a EICMA.

Di fatto queste KTM sono davvero in dirittura d'arrivo, pronte per la vendita forse già nei primi mesi del 2021.

Argomenti

Ultime da News

Da Automoto.it

Caricamento commenti...

Hot now