• Accedi o registrati
  • Concessionari
scontro mortale

Incidente mortale al raduno social. Muore sedicenne

- A Montelupo Fiorentino un ragazzo di 16 anni ha perso la vita domenica 26 novembre nello scontro con altre due moto nel corso di un raduno organizzato sui social. Sembra stessero impennando
Incidente mortale al raduno social. Muore sedicenne

Nella zona industriale di Montelupo Fiorentino si è verificato un drammatico incidente mortale domenica 26 novembre. Un ragazzo di 16 anni di Sesto Fiorentino (Firenze) è morto nello scontro con altre due moto durante un raduno non autorizzato di motociclisti giovanissimi. I bikers si sono ritrovati grazie al passaparola sui social network. Oltre al sedicenne, altri due ragazzi sono rimasti coinvolti. Un giovane di 17 anni è stato ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Careggi a Firenze. Il  terzo è stato trasportato in ambulanza all'ospedale di Empoli.
La dinamica dell'incidente è al vaglio della polizia intervenuta. Il dramma è avvenuto alle 15 in via dell'Industria. C'erano oltre 100 ragazzi presenti, quando uno dei giovani coinvolti ha perso il controllo della moto durante una impennata e ha colpito l'altro motociclista. Le moto coinvolte sono di 125 e 300 cc. Nei prossimi giorni torneremo su questa triste vicenda.

Nella foto il luogo del raduno dove si è verificato lo scontro.

  • radicchio1, Bologna (BO)

    2-3 copertine l'anno di note riviste motociclistiche mostrano moto in impennata, spesso su strade aperte
  • Moto e Sport, Milano (MI)

    Sono sempre successi questi incidenti purtroppo, cosa continuate a parlarne a fare.................. allontanate i ragazzi dalla passione per la moto e i relativi genitori. Allora parlate tutti i giorni di chi muore per droga , di chi muore il sabato sera di chi muore perché e' depresso , tensione sociale continua ma basta , che ognuno si prenda le sue responsabilita', i genitori insegnerano ai piccoli quali sono i pericoli e continiuiamo a vivere. Ho perso amici in moto e non , ho pianto ma non continuate a farmi rivivere i disastri , per favore.Ciao.
Inserisci il tuo commento