Focus

Harley-Davidson acquista MV Agusta

- E' ufficiale, la storica casa di Milwaukee ha rilevato il 100% di MV Agusta. Castiglioni resta presidente, mentre il centro di ricerca sarà affidato ancora a Tamburini


HARLEY-DAVIDSON ACQUISISCE IL GRUPPO MV AGUSTA E PUNTA A RAFFORZARSI IN EUROPA

La notizia era nell'aria da tempo e oggi, 11 luglio 2008, è stata confermata dalla dirigenza americana.
Harley-Davidson ha rilevato il 100% della azioni del Gruppo MV Agusta, pagando un corrispettivo di 70 milioni di Euro, cifra questa che comprende il debito che gli istituti di credito vantavano dei confronti dell'azienda guidata da Castiglioni.

Il presidente di MV e Cagiva resta Claudio Castiglioni, a lui è affidato il compito di portare avanti lo sviluppo dei nuovi progetti.

Un'altra firma storica del gruppo, quella di Massimo Tamburini, resterà al timone di comando di CRC, il centro di ricerca.

Una scelta all'insegna della continuità, che porterà nel giro di poco tempo alla presentazione di nuovi, vitali, modelli.

Pensiamo a Brutale, ad F3 a tre cilindri. E, già al prossimo EICMA di Milano, la F5 potrebbe sostituire l'attuale F4.

Sono state gettate le basi per un rilancio solido del gruppo italiano e, al contempo, per una penetrazione più efficace di Harley Davidson sul mercato europeo.


Il Comunicato di Harley Davidson
Harley-Davidson ha annunciato oggi la firma dell'accordo d'acquisto definitivo con la casa motociclistica italiana MV Agusta (MVAG).

In base all'accordo, Harley-Davidson acquisirà il 100% delle azioni del gruppo MV Agusta, per un corrispettivo totale di circa 70 milioni di euro (109 milioni di dollari), comprensivo del pagamento di un debito bancario di circa 45 milioni di euro (70 milioni di dollari).

L'accordo prevede inoltre un pagamento straordinario a Claudio Castiglioni nel 2016 in caso di conseguimento di determinati obiettivi finanziari. MV Agusta è una società privata, in cui il 95 percento delle azioni è detenuto dalla famiglia Castiglioni.
La definizione dell'acquisizione è prevista nel giro di alcune settimane, in attesa di risolvere alcune contingenze e di ricevere le autorizzazioni normative previste. Harley-Davidson intende finanziare l'operazione essenzialmente attraverso un debito in Euro.

Il gruppo MV Agusta comprende due serie di motociclette: una linea di moto sportive esclusive, di grande potenza e dalle elevate prestazioni, vendute con il marchio MV Agusta e una linea di motociclette leggere vendute con il marchio Cagiva. La F4-R di MV Agusta, con motore raffreddato a liquido 4 cilindri in linea di 1078cc, sviluppa una potenza di 190 CV.

La società conta circa 500 rivenditori in tutto il mondo, per lo più in Europa. Nel 2007, MVAG ha distribuito 5.819 motociclette.
Nel corso del 2008, la produzione è stata notevolmente rallentata per difficoltà di carattere finanziario.

"Le motociclette sono il cuore, l'anima e la passione di Harley-Davidson, Buell e MV Agusta", afferma Jim Ziemer, CEO di Harley-Davidson. "Le società vantano tutte prodotti straordinari e stretti legami con clienti incredibilmente affezionati. I marchi MV Agusta e Cagiva sono molto noti e godono di grande considerazione in Europa.
Vengono immediatamente associati a motociclette dalle tipiche prestazioni italiane, belle e potenti
", conclude Ziemer.

Harley-Davidson, Inc. prevede di continuare a gestire il gruppo MV Agusta dalla sede generale di Varese. Subito dopo la definizione dell'accordo, la priorità sarà quella di nominare un leadership team, del quale farà parte anche un nuovo amministratore delegato, e ripristinare la produzione dei modelli correnti.

L'attuale presidente di MV Agusta, Claudio Castiglioni, manterrà il proprio ruolo di leadership in qualità di presidente e svolgerà un ruolo di primo piano nell'ambito dello sviluppo dei prodotti futuri.
Massimo Tamburini, in qualità di responsabile progettista, continuerà invece a dirigere l'importantissimo studio progettuale che si occupa di moto sportive per la casa motociclistica.

"Per noi, le motociclette MV Agusta e Cagiva sono motivo di grande orgoglio", ha affermato Castiglioni. "In una moto da prestazione e di grande potenza, i nostri motociclisti sono alla ricerca di forti esperienze.  Harley-Davidson conosce bene gli aspetti emotivi e commerciali propri dell'universo delle motociclette e sono quindi assolutamente certo che MV Agusta continuerà a regalare emozioni a propri clienti per molte generazioni future".

Secondo Ziemer, l'acquisizione va essenzialmente a rafforzare la presenza e il brand Harley-Davidson in Europa e a completare le serie motociclistiche Harley-Davidson e Buell.
Le vendite al dettaglio di motociclette Harley-Davidson sono aumentate ad un tasso a due cifre in Europa in ciascuno dei ultimi tre anni, parallelamente all'adozione di una strategia corporate più mirata ai mercati globali.

"L'acquisizione del gruppo MV Agusta andrà a rafforzare la posizione di Harley-Davidson come leader globale che ha lo scopo di realizzare i sogni dei clienti, offrendo loro esperienze straordinarie. Ci auguriamo di instaurare una relazione lunga e proficua con i clienti e dipendenti MV Agusta e Cagiva", conclude Ziemer.



Andrea Perfetti

  • Carlo Baldi, GROSSETO (GR)

    Minor dei mali

    Visto come era messa l'azienda in fondo ci è andata bene. Meglio alla HD che alla Zongshen.
  • etabeta02, passignano s/t (PG)

    il cerchio si chiude

    con l'acquisizione da parte di HD del gruppo MV si chiude un cerchio che si era aperto oltre 30 anni fa con l'acquisizione da parte del gruppo Castiglioni proprio dalla HD della futura Cagiva. Speriamo in un futuro propizio e roseo per il nostro marchio
Inserisci il tuo commento