test - freni

Grimeca lancia il primo disco autoventilante

- Un'idea innovativa che si traduce in temperature di esercizio minori, grazie alla miglior dissipazione del calore, e di conseguenza minor stress per le pastiglie. Ecco come si comporta
Grimeca lancia il primo disco autoventilante

Affermatasi come azienda fornitrice di componenti in leghe leggere e soprattutto di impianti frenanti di primo equipaggiamento, la Grimeca lancia sul mercato un prodotto innovativo, il primo disco autoventilante per moto di serie: DS Line.

Proposto ad un prezzo decisamente concorrenziale, 296 € (iva compresa), questo disco permette un maggiore scambio termico grazie all’aumento della superficie investita dai flussi d’aria. Questo significa temperature di esercizio minori, grazie alla miglior dissipazione del calore, e di conseguenza minor stress per le pastiglie, oltre ad una omogeneità nel comportamento e nella risposta durante tutte le fasi di funzionamento. Il design della fascia frenante è stato influenzato dalla ricerca esasperata di un ulteriore miglioramento del flusso centrifugo di ventilazione dei canali interni, che possa abbassare le temperature di esercizio.

Obbiettivo dei tecnici è stato anche quello di evitare eventuali aggravi di peso rispetto alla migliore concorrenza “tradizionale”, particolare, quello della massa, che potrebbe influire negativamente sul comportamento della moto, e a quanto ci è stato riferito, ci sono riusciti. I DS Line pesano 1.378 gr.

Sulla pista di Adria, una Ducati 1198 S dotata di dischi Grimeca DS Line con relative pastiglie dedicate e pinze freno radiali , presenti nel listino ufficiale a 219 €, ha inanellato una serie di giri per dimostrare la bontà di comportamento del nuovo impianto frenante. Al termine della prova il collaudatore ha riferito dell’ottimo comportamento e delle performance dei componenti Grimeca.  A questo punto monta la curiosità, e la voglia di provare questo prodotto, possibilità che ci viene detto, verrà concessa al più presto.

 

  • francesco9948, Palermo (PA)

    Confermo su Yamaha e dischi autoventilanti, infatti presenti sulla mia FJ1100 del 1984. Purtroppo non sono piu' reperibili.
  • 2Stroke4ever, Napoli (NA)

    ...e che è, una novità?

    ...la mia RD500, progetto 1984, monta bellissimi dischi autoventilanti di serie...
    ...sulla cui reale utilità, poi, non saprei pronunciarmi.
Inserisci il tuo commento