Innovazione

GITA e KILO da Piaggio Fast Forward

- Sono le prime realizzazioni di Piaggio Fast Forward, il centro di ricerca avanzato sulla mobilità del futuro. Due veicoli autonomi, da trasporto, molto particolari
GITA e KILO da Piaggio Fast Forward

Piaggio Fast Forward (PFF) è una società costituita nel 2015 e controllata dal Gruppo di Pontedera.Si tratta di un centro americano di ricerca avanzata e finalizzata a esplorare la mobilità del futuro, dove ieri sera, a Boston, sono stati presentati due piccoli veicoli autonomi che esplorano l’evoluzione del mondo della mobilità applicando soluzioni tecnologiche innovative. Si chiamano GITA e KILO.

Il primo è un veicolo intelligente, ideato per assistere le persone. Trasporta fino a 18 chilogrammi, osserva e comunica. Può seguire una persona raggiungendo i 35 km/h di velocità, e sa muoversi in autonomia in un ambiente mappato. La sua forma sferica ed il design pulito ne caratterizzano la personalità.

KILO è il fratello maggiore di GITA, e grazie ad una più ampia capacità di carico può trasportare fino a 100 kg di peso nel suo vano da 120 litri di capienza. Ha una completa stabilità grazie all’appoggio su tre ruote.

La rivoluzione di Gita e Kilo risiede nel supporto che i due robot saranno in grado di dare alle persone nelle diverse attività che contraddistinguono i loro spostamenti nella vita di tutti i giorni, ampliando di fatto il raggio di azione e le limitate capacità di carico dell’uomo. Sono, infatti, concepiti come una vera e propria piattaforma per la mobilità, che potrà essere personalizzata ed integrata per rispondere a diverse esigenze, in molteplici scenari.

 

 

Michele Colaninno, Presidente di PFF ha commentato: «Comprendere profondamente le persone, le loro abitudini per soddisfare le loro esigenze: questo il percorso che ci ha portato a creare GITA. Abbiamo capito che dobbiamo creare prodotti in linea con i bisogni degli uomini di domani, e lo facciamo attraverso gli uomini. Le storie di successo sono fatte dalle persone ed il team di PFF ne è la conferma. Giovani, entusiasti che non hanno paura delle sfide, un melting pot di culture e professionalità che hanno creato un merging perfetto tra robotica, ingegneria meccanica e design».

«Il Gruppo Piaggio - ha aggiunto Roberto Colaninno, Presidente ed Amministratore Delegato del Gruppo Piaggio - attraverso la creazione di PFF, guarda ancora una volta al futuro, ai giovani, alla prossime generazioni e non solo vuole essere pronto ad affrontare le sfide di questa mobilità sempre più complessa, ma vuole essere attore protagonista di questo cambiamento. Innovazione, ricerca e curiosità sono alla base di questo progetto e ne sono i drivers principali».

 

  • PLINIOSETTE50, Castel San Giovanni (PC)

    Mi piace molto che Piaggio stia studianto nuove opportunità, ottime idee come spesso hanno avuto.
    Basta che non generino un flop come la "MANA" che ha dato spunto ad Honda per creare un successone commerciale come le NC nelle varie declinazioni.
    Le idee non mancano, è il venderle che difetta al gruppo Piaggio.
  • Daigo, pogliano milanese (MI)

    Tutto molto bello ed interessante.
    Ma sarebbe utile che Piaggio trovasse il modo di investire anche sulla gamma di modelli di moto e scooter che produce.
Inserisci il tuo commento