EnduroGP #2. Portogallo. Doppietta Ruprecht, TM

EnduroGP #2. Portogallo. Doppietta Ruprecht, TM
Piero Batini
  • di Piero Batini
È McDonald fino… alla caduta rovinosa di sabato, poi l’australiano ufficiale TM sbaraglia il campo. Confronto avvincente con Garcia, KTM, e Verona, GasGas. Momento difficile per i Campioni del Mondo Beta
  • Piero Batini
  • di Piero Batini
16 maggio 2022

Pesa da Regua, Portogallo, 15 Maggio. Ecco la notizia più forte: si arriverà a Carpineti, per la Prova italiana del Mondiale EnduroGP in programma il week end del 25 e 26 Giugno, con il potenziale di un confronto stellare e da brividi. I primi due Grand Prix, infatti, hanno chiuso il periodo di rodaggio e svelato una densità di star sul palcoscenico del Mondiale da far paura. Il livello, già elevatissimo sulla carta, si arricchisce di motivi ad ogni giornata di gara. I due giorni di Spagna avevano messo sul tavolo le credenziali di Verona e Garcia, la due giorni portoghese che segue in calendario ha confermato che anche Wil Ruprecht, un po’ in sordina in Spagna, ha il suo bel portafogli di azioni. Il Pilota scoperto da Jarno Boano e portato alla formazione TM ufficiale, ha sbalordito vincendo entrambe le giornate del Gran Premio del Portogallo. Non a mani basse, tuttavia, soprattutto sabato, e anche questo è il bello del Mondiale EnduroGP 2022…

L’eroe… sconfitto del sabato è Hamish McDonald. Super Test del Venerdì sera a Josep Garcia, KTM, il giovane neozelandese lanciato da Azzalin per i colori Sherco ha dato vita a un immediato botta e risposta con Ruprecht, Sabato mattina, per poi passare al comando alla fine del primo dei tre giri della calda, secca, insomma dura corsa portoghese. Il Campione del Mondo Junior 2020 è rimasto in testa fino all’inizio dell’ultimo giro, per poi crollare con una rovinosa caduta e concludere la giornata della possibile “rivelazione” non oltre il settimo posto assoluto. Sfortuna, sta di fatto che è via libera per Wil Ruprecht, TM, che con 4 vittorie su 12 Speciali, uno scivolone nel primo Super Test, e una grande precisione di esecuzione con la Moto nuova, va a vincere la sua prima giornata di Gara della Stagione (Italiano compreso). Confronto ravvicinato con Josep Garcia, secondo ad appena 3 secondi, e con Andrea Verona, terzo un po’ più distante ma comunque ancora padrone della E1.

La Domenica è meno “drammatica”, più lineare. McDonald non appoggia un piede in terra, figuriamoci se può salire in Moto, e quindi è ancora confronto aperto e spettacolare, diremmo un duello tra Ruprecht e Garcia.  L’australiano vince cinque speciali, lo spagnolo quattro, ma è il Pilota TM che va in testa all’inizio e ci resta fino alla fine della giornata. Andrea Verona è ancora terzo, un po’ meno distante e ancora dominatore della E1. Oldrati è quarto ed è interessante il quinto di Theophile Espinasse, Beta. La doppietta porta Ruprecht al comando del Mondiale EnduroGP, un punto appena su Garcia e su Verona. Anche questo la dice lunga sul programma del Mondiale di Carpineti. Con il rientro di Holcombe, non partito in Portogallo per i postumi dell’infortunio in Spagna, un recuperato Freeman, tre battistrada del Mondiale vicinissimi, tre italiani da guerra e un giovane neozelandese da consacrare, certamente sarà un Gran Prix da non perdere.

Cosa viene di bello poi? A mio avviso, a parte il furore di Zach Pichon, Sherco, nuova stella di pedigree della Junior, tre fatti salienti, tutti italiani. Il doppio quarto posto di Thomas Oldrati, Honda, il sesto domenicale di Alex Salvini, Husqvarna, e la vittoria in E3 di Davide Guarneri, Fantic, Domenica. Cominciamo da quest’ultimo. Guarneri ha vinto la E3 Domenica e, con il secondo di Sabato, si porta al comando della generale provvisoria del Mondiale. Non vuol dire tutto, perché il principale favorito della Classe, Brad Freeman, Beta, ha corso ancora piegato dal CoViD, ha vinto sabato e ed è caduto infortunandosi una mano Domenica, ma è molto perché comunque parla chiaro del potenziale e della generosità dell’Ufficiale Fantic E50.

Di Salvini c’è il sesto posto di Domenica, che vuol dire il podio di classe e migliora sensibilmente il nono di sabato. È, insomma, la conferma della “presenza” dell’ex Campione del Mondo bolognese nella pur difficilissima E2 2022. In quanto a Oldrati, ecco, vorrei dire che siamo alla svolta. È come se il Campione del Mondo Junior, mi pare 2008, si sia preso un periodo un po’ lunghetto per rilanciarsi, ma finalmente il processo di crescita è finito e ora si può tornare a pensare di vincere davvero. Bene! Oldrati è ora secondo nel Mondiale E1 alle spalle di Mister E-Plein Andrea Verona, GasGas, comunque e sempre una garanzia.

© Immagini EnduroGP - Beta Media - TM Boano – KTM – GasGas - JET Racing

FIM Enduro World Championship 2022:

06–08 Maggio 2022, Spagna, Lalin

13–15 Maggio 2022, Portogallo, Peso da Régua – Armamar

24-26 giugno 2022, Italia, Carpineti

01–03 Luglio 2022, Portogallo, Coimbra – Souselas

29–31 Luglio 2022, Slovachia, Gelnica

05–07 Agosto 2022, Ungheria, Zalaegerszeg

14–16 Ottobre 2022, Germania, Zschopau

Argomenti

Ultime da News

Hot now

Caricamento commenti...

Hot now