Crighton CR700W: 220 cavalli per 129,5 kg grazie al suo doppio rotore

Maurizio Gissi
  • di Maurizio Gissi
Presentata in Inghilterra la CR700W con motore rotativo progettata Brian Crighton, ex JPS Norton. Con la potenza specifica di 315 cavalli/litro, questa 699 cc sarà costruita in 25 esemplari. Prezzo di 85.000 sterline, 100.000 euro
  • Maurizio Gissi
  • di Maurizio Gissi
3 novembre 2021

Brian Crighton ha vinto tre campionati britannici nella classe 50 quando era un giovane pilota. Da progettista ha lavorato anche alla Norton, seguendo il progetto delle JPS Norton da corsa a motore rotativo che si imposero in gara prima di essere bandite dalle competizioni a metà degli anni Novanta.

La sua ultima creatura si chiama CR700W e arriva dopo uno sviluppo iniziato dodici anni fa, nel 2009, assieme agli specialisti dei motori aeronautici rotativi Rotron Power.
E' stata presentata lo scorso fine settimana al National Motorcycle Museum e ha caratteristiche alquanto impressionanti.

Il motore a quattro tempi a iniezione e doppio rotore ha cilindrata totale delle camere di combustione di 699 cc.
Eroga la potenza di 220 cavalli a 10.500 giri (compie sei fasi utili a giro contro le due di un quattro cilindri tradizionale, ma un giro del rotore corrisponde a tre giri dell'albero motore) e la coppia massima è di 14,5 kgm a 9.500 giri.
Il peso a secco è di 129,5 kg, significa che il rapporto peso/potenza è di 1,69 cavalli per un chilogrammo, mentre la potenza specifica è di ben 315 cv/litro.

Prestazioni rese possibili da alcune particolari soluzioni di materiali e lavorazioni e – assicura Crighton - dal maggior rapporto fra volume e superficie di qualsiasi altro motore rotativo.

Il raffreddamento è a liquido con circuizione interna (le prime Norton 588 cc erano ad aria e arrivavano a 120 cavalli) e il peso del motore, compresa la trasmissione con cambio a sei marce, si ferma a 43 kg.

Il telaio, realizzato dallo specialista Spondon, è un tradizionale bitrave in lega di alluminio che reca al suo interno il serbatoio dell'olio lubrificante e ha le regolazioni per il cannotto di sterzo e il perno del forcellone.

L'impianto frenante Brembo ha pinze con specifiche Superbike e i pneumatici sono Michelin slick. Le ruote Dymag sono in fibra di carbonio e le sospensioni possono essere Ohlins oppure Bitubo a richiesta; a richiesta si può avere il montaggio del motorino elettrico di avviamento.

Perché la CR700W è naturalmente una moto da pista, ancorché non possa partecipare alle gare, ma l'obiettivo è di offrire un rapporto peso potenza da MotoGP che possa dare sensazioni inarrivabili da altri modelli in vendita.

La moto sarà costruita in 25 esemplari e posta in vendita a 85.000 sterline, ovvero 100.000 euro, prenotazioni a questo link.

Argomenti

Ultime da News

Da Automoto.it

Hot now

Caricamento commenti...

Hot now