Innovazione

Blade Bike, da Marabese un inedito tre ruote in linea! (Video)

- I due figli del celebre progettista Luciano Marabese, Riccardo e il fratello Roberto autore del design, stanno sviluppando questo progetto multiruota del padre. I tre ruote, si domandano, debbono essere necessariamente un triciclo?

Riccardo Marabese è sicuro, questo originale tre ruote “Blade Bike” ha molti plus: accentramento della distribuzione dei pesi, grande stabilità sul dritto ad alta velocità e in percorrenza di curva, agilità nello stretto. E poi il comfort garantito dall'avantreno sulle buche e la sella a soli 740 mm dal suolo.

Il primo prototipo di questo originale veicolo risale al 2006, dopo che Luciano aveva sviluppato il tre ruote MP3 poi prodotto dalla Piaggio. Marabese, fra le sue tante creazioni, ha ideato anche il quattro ruote inclinabile Yamaha Tesseract, nel 2007, e i primi tre e quattro ruote Quadro.

Ora i due fratelli hanno ripreso a lavorare sul progetto Blade Bike, evolvendolo di settimana in settimana. Perché il mercato sembra dare segni di apertura.

Le richieste arrivano principalmente dalla Cina. I tre ruote piacciono molto, in Oriente. Le vendite salgono vertiginosamente.
A Saigon, in Vietnam, lo spazio nel traffico è ridottissimo e un mezzo più stretto del triciclo classico sarebbe l'ideale. In quei Paesi inoltre chiedono veicoli lunghi: piacciono e sono utili, capita di veder circolare tre o quattro persone sullo stesso scooter, come del resto succedeva in Italia con la Vespa nel dopoguerra.

«Il prototipo - dice Riccardo - aveva le ruote da 10 pollici e ora abbiamo provato anche ruote da 12. E attualmente utilizziamo un motore di 300 cc ma crediamo che possa ospitare anche un bicilindrico 500 o 550. Posso dire che in città il nostro mezzo è un giocattolo, e in piega, con angoli di sterzo differenti tra loro, le ruote creano una sorta di carreggiata che lo rende super stabile».

Il video che pubblichiamo in alto è un po' datato, ma esplicativo della potenzialità del tre ruote Marabese.

In Italia potrebbe piacere? Qui da noi certamente è più difficile cambiare gli stereotipi, ma non si sa mai: di profilo il veicolo ricorda la Tyrrell P34, l'unica F1 a sei ruote vista in un Gran Premio mondiale...
Da un certo punto di vista sembra addirittura un cingolato con le ruote. Interessante capire come viene percepito dal nostro pubblico un veicolo così originale.
Lo spazio dei commenti è a vostra disposizione.
 

Dopo la pubblicazione dell'articolo abbiamo ricevuto da Qooder SA questa nota:
Si precisa che il prototipo di triciclo in linea di cui si parla nell’articolo "Blade Bike, da Marabese un inedito tre ruote in linea" e mostrato nel video è di proprietà esclusiva di Qooder SA, già Quadro Vehicles SA, con brevetto depositato.

Marabese contesta queste affermazioni e dunque decideranno se ricorrere nelle sedi opportune.

  • nitron, Genova (GE)

    Un paio di guanti però il collaudatore poteva anche metterli..!
  • Maxzanatta5, San Biagio di Callalta (TV)

    Sarebbe producibile se, e dico se, soddisfasse due requisiti che lo avvantaggino rispetto a quello già visto in giro:

    - Che le due ruote anteriori in linea rendessero, in termini di agilità nel traffico , un vantaggio rispetto i tre ruote tradizionali. leggi....Ingombro'''
    - Che si possa dimostrare che gli spazi di frenata si riducano rispetto ad altri applicando un impianto frenante più potente rispetto quelli tradizionali. Dai video sendo me puntano molto su questo. infatti la stabilità sembra eccezzionale con spazi di arresto da automobile. Un mezzo così non può cappottare o chiudere di sterzo ...con le dovute orpellerie elettroniche.

    Certo che lo sterzare....forse per quello lo testano con ruote nane...fare un inversione o nelle movimentazioni da fermo senza l'ausilio di qualcosa d'altro...la vedo dura.
    In mancanza di tutto ciò, secondo il mio parere, resterebbe un'altra ....tesi.
Inserisci il tuo commento