Autostrade. Il Min. Giovannini punta a togliere i cantieri per le vacanze

Autostrade. Il Min. Giovannini punta a togliere i cantieri per le vacanze
Moto.it
  • di Moto.it
Il Ministro ha convocato le società concessionarie e l'Anas per tentare di ridurre al minimo i cantieri durante i mesi di vacanza e i fine settimana
  • Moto.it
  • di Moto.it
4 maggio 2022

L'estate è in arrivo e si inizia a parlare di vacanze e di week end al mare. Non se ne parla solo in famiglia o tra amici, ma anche intorno ai tavoli delle del Governo. Il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile Enrico Giovannini ha infatti convocato le società concessionarie e l'Anas per tentare di ridurre al minimo i cantieri durante i mesi di vacanza e i fine settimana. A spiegarlo è lo stesso Ministro in un'intervista rilasciata a Quattroruote: “Per la prima volta, il Governo ha convocato tutte le Società concessionarie e l'Anas per definire, per ciascuna area territoriale, un piano dettagliato allo scopo di eliminare del tutto o, quantomeno, ridurre al minimo indispensabile i cantieri durante i ponti e i mesi estivi, soprattutto in agosto. Questo approccio, ovviamente, implica che gli interventi necessari a mettere in sicurezza la rete, che non sono rinviabili, siano concentrati negli altri periodi dell'anno”.

Si legge tra le righe che anche ad agosto incappare in qualche cantiere sarà inevitabile visto che sono ancora tanti i lavori urgenti per mettere in sicurezza la rete autostradale. Quello che è sicuramente apprezzabile è l'idea di ragionare di concerto con tutti gli operatori cercando una soluzione a un problema che di fatto è più gestionale che inevitabile. 

D'altra parte oltre alla messa in sicurezza le autostrade richiedono anche aggiornamenti tecnologici per abbracciare un futuro fatto di digitalizzazione e la transizione ecologica. 
“Le automobili resteranno centrali nel nuovo modello di mobilità – continua il Ministro - non soltanto nel nostro Paese, ma anche altrove, e questo è scontato, perché non sono sostituibili in tutti i loro diversi e potenziali utilizzi. Il punto cruciale, tuttavia, è che il loro impiego può essere ottimizzato e integrato nei sistemi di mobilità uscendo dalla logica del singolo mezzo di trasporto. Che ci sia l'opportunità, in altre parole, di andare da un punto all'altro servendosi delle informazioni delle piattaforme digitali, che suggeriscono tutte le possibili opzioni – quella più rapida, quella meno costosa, quella più ecologica – di tutti i mezzi disponibili. Con la possibilità di comprare il biglietto per l'intero viaggio con un semplice clic”.

Da Automoto.it

Caricamento commenti...