solidarietà

Alluvione piacentina: in aiuto di Farini

- Il piacentino è stato duramente colpito dalla recente alluvione che ha devastato la Val Nure in particolare. Rilanciamo quindi l’appello della Proloco di Farini, paese da sempre vicino ai motociclisti

Le immagini di Bettola e di Farini, in Val Nure (provincia di Piacenza), sono ancora negli occhi di tutti noi. Ma ve le mostriamo ancora per farvi meglio comprendere la devastazione che ha colpito questa bellissima terra. Farini è nel cuore di tanti motociclisti dell’Emilia Romagna e della Lombardia; è infatti un paese che spesso ospita gare di enduro e che da sempre dedica un’accoglienza speciale a tutti i motociclisti.

Ora ci pare giunto il momento di ricambiare questa ospitalità, per quanto è nelle nostre possibilità, rilanciando l’appello della Proloco di Farini. Una parte del’abitato, quella vicina al campo sportivo, non esiste più. Tre  persone hanno perso la vita. È difficile credere che soltanto un mese fa chi vi scrive era col campione di Enduro Gio Sala e con gli amici del Moto Club Chieve a festeggiare in piazza e ad ammirare la gara riservata alle moto d’epoca. Ora quello stesso territorio è stato sconvolto dalla forza dell’acqua. Ma gli abitanti sono già al lavoro per riportare un minimo di normalità nelle loro vite e per aiutare chi ha più bisogno. Tanti anziani sono infatti rimasti isolati o con le case non agibili.

Di seguito indichiamo ai lettori di Moto.it come fare per aiutare la popolazione in difficoltà, recandosi sul luogo a dare una mano o versando un contributo sul conto corrente della Proloco, il ricavato sarà poi devoluto a chi ora ha più bisogno. Ecco quanto richiesto oggi dalla Proloco di Farini (Piacenza):

Aiuto economico 

La situazione è critica, tutte le case di Via Roma, Via Don Anacleto Mazzoni, il Comune e la Chiesa sono state dichiarate inagibili, minate alle fondamenta dalla deviazione che ha preso il Nure. Via dei Sassi Neri, con le sue case e le sue attività ha lasciato il posto al letto del fiume ed è stata dichiarata zona rossa. Gli ambulatori della Croce Rossa e la Casa Protetta sono rimasti isolati e molte frazioni hanno subito gravi danni e disagi.  Alla luce di questa situazione la Proloco, le associazioni del Paese e la comunità hanno deciso di promuovere una raccolta fondi a favore delle persone colpite. 
Chi volesse aiutare, può effettuare una donazione tramite bonifico alle seguenti coordinate bancarie:

- Intestatario: Associazione Amici del Volontario 
- Banca di Piacenza, filiale di Farini
- IBAN: IT 59 X 05156 65290 CC00 7000 5164
- Causale: Donazione alluvione Farini ai sensi dell'articolo 13 dlgs. 460/97

Per detrarre la donazione dalla dichiarazione dei redditi, inviate una mail a assovolontarifarini@hotmail.com con indicato:

- nome e cognome
- data del bonifico
- causale del bonifico
- indirizzo
- codice fiscale

Il campo sportivo è stato spazzato via
Il campo sportivo è stato spazzato via

Aiuto in loco

A Farini per aiutare bisogna mandare un fax al numero 0523.910470 o telefonare ai numeri 0523 910235- 910482-910110, dando nominativo con numero di telefono e giorni in cui si dà disponibilità. Poi saranno i responsabili a contattare le persone. Questo per evitare esuberi di aiuto in momenti in cui non si riesce a fare nulla se non lavori specifici con idonei mezzi, e per avere il lavoro distribuito nel tempo. Per quanto riguarda gli aiuti, non c'è bisogno di vestiti, ma di acqua, bicchieri di plastica e generi alimentari confezionati per i volontari.

(Foto: pagina Facebook Pro loco di Farini)

  • MM2, Monte San Pietro (BO)

    Ottima iniziativa, il mio piccolo contributo l'ho dato ed ho fatto riferimento nella causale a moto.it perché penso sia giusto che le popolazioni colpite sappiano che la comunità motociclistica gli è vicina.
    Non posso però non smettere di pensare che i 150.000 spesi per assistere alla finale degli open USA sarebbero stati molto meglio spesi in Val Nure e Val Trebbia.
  • UMBERTOI2007, San Daniele Po (CR)

    Ciao Ragazzi,
    ho appena effettuato la donazione, vi incoraggio a farlo,
    basta poco per dare un segno tangibile di vicinanza....
    al popolo di motociclisti della Valnure...
Inserisci il tuo commento