54.000 euro per una MV Superveloce AGO. Ma è quella messa all'asta a Goodwood

54.000 euro per una MV Superveloce AGO. Ma è quella messa all'asta a Goodwood
Venduta durante il Festival di Goodwood - e il ricavato donato in beneficenza - la prima delle 311 MV Augsta Superveloce AGO. Prezzo da capogiro che comprende però una "MV Agusta Experience"
28 giugno 2022

Il Goodwood Festival of Speed è ogni anno non solo teatro di uno show motoristico di altissimo livello ma anche l'appuntamento per aste dove vengono messe in vendita alcuni veicoli da sogno e molto particolari.

Uno di questi è la prima delle 311 MV Superveloce AGO dedicata a Giacomo Agostini in edizione limitata. 311 esemplari - come le singole vittorie in gara tra fra campionati nazionali, gare internazionali e Tourist Trophy ottenute dal campionissimo - assemblati a mano di cui i primi 15 sono dedicati ad ognuno dei titoli mondiali messi in carniere da Agostini durante la sua carriera. La moto messa all'asta da Bonhams durante il Festival di Goodwood è la numero 1 e reca sul serbatoio una targhetta celabrativa relativa al primo titolo vinto dal Mino nazionale, quello del 1966.

Il prezzo di aggiudicazione è stato di ben 54.000 euro, totalmente devoluti in beneficenza al UNICEF Ukraine emergency fund: oltre 20.000 euro in più rispetto alla sua quotazione di listino ma, a parte l'intento benefico, bisogna mettere in conto che insieme alla Superveloce AGO il fortunato acquirente si è anche aggiudicata la "MV Experience" e il race kit dedicato. La prima prevede una visita a Bergamo per un incontro a cena con Agostini, una visita al suo museo privato e foto professionali, mentre l’Ago Racing Kit  comprende lo scarico Arrow asimmetrico a tre terminali, la centralina dedicata, un telo coprimoto e un certificato di autenticità.

La Superveloce AGO si distingue dalla  Superveloce 800 "standard" per la colorazione rosso-argento con tabelle portanumero in giallo come sulle MV 500 da corsa e per molte parti realizzate in fibra di carbonio: fianchi carenatura, copricodino monoposto e paratia sottosella, spoiler parafango anteriore e parafango posteriore, uscite aria fiancate carenatura, copricatena e protezione forcellone, oltre ovviamente alla targhetta numerata sul serbatoio e alla firma di Agostini.

Al reparto ciclistico spiccano le sospensioni Ohlins: forcella Nix rovesciata da 43 mm, monoammortizzatore TTX36 e ammortizzatore di sterzo, i cerchi in alluminio lucidato sono a raggi come sulla versione Superveloce S. Ci sono poi il terminale di scarico di nuovo disegno, la sella rivestita in Alcantara, il tappo della benzina lavorato in CNC e con cinghia in cuoio sul dorso del serbatoio, piastra superiore di sterzo forgiata e plexiglas del cupolino rialzato e arrotondato. Insomma, non soltanto un oggetto per collezionisti ma una moto molto raffinata che può sicuramente emozionare e gratificare alla guida (trovate in basso la prova del modello 2020, mentre nel 2021 la moto è stata aggiornata in molti settori).

Per il resto, la scheda tecnica parla di una sostanziale identità con la rinnovata Superveloce 800 m.y. 2021 in fatto di motore (euro 5), ciclistica ed elettronica. Il tre cilindri in linea di 798 cc, con albero motore controrotante, fornisce la potenza di 147 cavalli a 13.000 giri e la coppia massima di 9 kgm a 10.100 giri. Il peso è dichiarato in 173 kg a secco; 165 Kg con il kit racing.
Il Quick-Shift EAS 3.0 è bidirezionale, mentre l’elettronica vede una nuova piattaforma inerziale IMU della e-Novia e ABS Cornering della Continental.
Disponibili il controllo front lift (FLC) e il Launch Control, mentre la strumentazione si serve di un nuovo cruscotto TFT da 5, 5 pollici che dialoga con la MV Ride App con la quale è possibile personalizzare la moto in ogni suo aspetto, anche per quello che riguarda i settaggi del motore.

MV Agusta Superveloce 800 test. Paradosso temporale

Da Automoto.it

Caricamento commenti...