Focus

100 anni di Gilera. Simoncelli incontra Duke

- 1909-2009: lo storico marchio italiano festeggia un secolo di successi. Superpippo incontra il mito inglese e ci parla del Mondiale. VIDEO e GALLERY


Autodromo Internazionale di Monza, 5 marzo 2009
Gilera festeggia il centenario
dalla fondazione con Marco Simoncelli, Campione del Mondo della 250, e Roberto Locatelli, alfieri della scuderia lombarda nel Motomondiale Classe 250. A tre anni dal ritorno di Gilera nella classe 250 del Motomondiale, dopo tredici anni di assenza, il Team Metis Gilera è la squadra da battere, proprio nella stagione nella quale la casa dei due anelli festeggia il suo centenario.

E' una coincidenza straordinaria, ricca di significati e di suggestioni. Una storia gloriosa che ha scritto pagine importanti del motociclismo sportivo italiano e che ha visto trionfare campioni come Umberto Masetti, Libero Liberati, Geoff Duke e più recentemente, Manuel Poggiali (Campione del Mondo classe 125 nel 2001) fino al campione in carica Marco Simoncelli.

Nel 2009 si rinnova l'avventura nelle competizioni mondiali da parte di Gilera che ha fatto delle corse una delle assi portanti della sua storia che si snoda ininterrotta dal 1909. Il Metis Gilera Team è diretta emanazione del reparto sportivo del Gruppo Piaggio, diretto, nella gestione sportiva, da Giampiero Sacchi e che vede alla guida tecnica Gigi Dall'Igna.

"Per me è motivo di particolare orgoglio - spiega Giampiero Sacchi, Responsabile della Gestione Sportiva Road Racing del Gruppo Piaggio - essere presente in questo giorno di festa per Gilera. Festeggiamo 100 anni di successi, di vittorie e di passione che condivido con i piloti che hanno fatto la storia della nostra Marca. E non dimentico chi ha scritto pagine importantissime e indelebili con Gilera. Da Geoffrey Duke a Manuel Poggiali, da Simone Corsi a Roberto Locatelli, sono fiero di poter riunire in questo giorno, nel ricordo del campione Libero Liberati, tante storie, tanto coraggio, tanta storia industriale e sportiva d'Italia".

L'ingegner Dall'Igna ci spiega come cambia la moto del Mondiale: "La Gilera 250 del 2009 ricalca il modello della passata stagione. Adotta solo la centralina già usata da Aprilia in Superbike. Le altre evoluzioni sono già pronte, ma le useremo più avanti, per rispondere alla crescita delle Honda di gran premio in gran premio".

Incontro tra generazioni di campioni

L'autodromo di Monza è teatro di un incontro che tocca il cuore degli appassionati di corse motociclistiche. Marco Simoncelli, giovane ed estroverso campione di oggi, incontra i campioni Gilera del passato. Dall'Isola di Man è arrivato Geoffrey Duke (classe 1923, tre volte iridato), per rivedere la mitica Gilera 500 4 cilindri e abbracciare il suo erede italiano.
Sul palco salgono anche Manuel Poggiali, che di recente ha abbandonato la professione di pilota, e i campioni del passato Remo Venturi e Alfredo Milani.

Cento anni di storia Gilera
La storia di Gilera affonda le sue radici nei primi anni del Novecento: la prima moto che porta questo nome, la VT 317, nasce nel 1909 a opera di Giuseppe Gilera. Negli anni successivi al primo conflitto mondiale, Gilera produce moto 500cc a valvole laterali con cui vince le più importanti competizioni internazionali. Dalla metà degli anni Trenta, arrivano i modelli con distribuzione a valvole in testa come la Quattro Bulloni 500 e la Otto Bulloni. E' del 1936 l'avventura della Rondine, avveniristica moto da corsa con compressore e motore quattro cilindri in linea di 500cc. La moto stabilisce numerosi record mondiali (274,181 km/h sul chilometro lanciato nel 1937: primato imbattuto per quasi vent'anni) e permette a Dorino Serafini la conquista del Campionato d'Europa 1939.

Dopo la guerra Gilera si ripresenta con la nuova Saturno 500. Sui campi di gara, le nuove quattro cilindri 500 diventano le dominatrici della classe regina del Motomondiale ingaggiando duelli epici con Norton, Moto Guzzi e MV Agusta, e conquistando sei titoli piloti tra il 1950 e il 1957.

Umberto Masetti è campione del mondo nel ‘50 e nel ‘52, seguito da Geoff Duke (tre volte iridato) e Libero Liberati (un titolo). E arrivano anche sei titoli mondiali Costruttori, tre vittorie al Tourist Trophy, sette titoli italiani e un impressionante vittoria-record di Bruno Francisci alla Milano-Taranto. Complessivamente la Gilera, prima del ritiro dalle competizioni del 1957, vince 40 Gran Premi mondiali.

Nel 2001 Gilera rientra nel Campionato del Mondo, classe 125. La direzione del team è affidata a Giampiero Sacchi. Condotta in gara dal giovane Manuel Poggiali (Repubblica di San Marino) la Gilera è una delle protagoniste nella classe 125. Il 20 maggio 2001, sul circuito di Le Mans, Manuel taglia il traguardo del Gran Premio di Francia davanti a tutti e riporta Gilera sul gradino più alto del podio.

Nel 2006, a seguito dell'integrazione di Aprilia nel Gruppo Piaggio, e sotto la guida tecnica di Gigi dall'Igna, Gilera torna nella classe 250, condotta dal giovanissimo romagnolo Marco Simoncelli. La stagione 2007 vede raddoppiare l'impegno in 250 e, a fianco di Simoncelli, arriva Roberto Locatelli.

Clicca qui per conoscere il Libro che racconta i cento anni di Gilera.

Simoncelli campione del mondo
La stagione 2008 è quella della consacrazione, arriva la prima vittoria della storia Gilera in 250: Marco Simoncelli si impone nel GP d'Italia al Mugello e bissa subito il successo nel successivo GP di Barcellona. Marco vince ancora nel GP di Germania, nel GP del Giappone e di Australia e con il terzo posto conquistato nel GP di Malaysia si laurea Campione del Mondo della 250.
Nell'ultimo GP della stagione, a Valencia, Simoncelli, con una straordinaria prova di forza, conquista ancora la vittoria, a suggello di una stagione magnifica e alla guida di una Gilera che anticipa la livrea celebrativa dei cento anni.
Un italiano è di nuovo Campione del Mondo su Gilera 51 anni dopo Libero Liberati.

"Nel 2006 -
dichiara Marco - ho vissuto la mia prima stagione in 250 come un anno di apprendistato, una stagione alla quale è seguito un 2007 nel quale ho commesso qualche errore di troppo.Nel 2008 mi sono proprio divertito. Oggi mi sento uguale a prima, sono solo più consapevole delle mie potenzialità e sono certo che anche il 2009 sarà un anno speciale. Quest'anno spero di potermi ripetere, sarà bellissimo correre da campione con la mia Gilera.
All'inzio non conoscevo la sua incredibile storia, poi ho studiato e ho scoperto che Gilera nel passato ha vinto un sacco ed era una figata! Come oggi, direi! Fare le foto con Duke è stata davvero una cosa emozionante".

Palmares Gilera
8 Titoli piloti:
1950 - Umberto Masetti, I (500)
1952 - Umberto Masetti, I (500)
1953 - Geoff Duke, GB (500)
1954 - Geoff Duke, GB (500)
1955 - Geoff Duke, GB (500)
1957 - Libero Liberati, I (500)
2001 - Manuel Poggiali, RSM (125)
2008 - Marco Simoncelli, I (250)

6 Titoli costruttori:
1952 - 500 cc
1953 - 500 cc
1954 - 500 cc
1955 - 500 cc
1957 - 500 cc
1957 - 350 cc

Clicca qui per vedere il video con le gag di Simoncelli e Locatelli

Moto.it

  • robocop07, fermo (FM)

    gilera 250 campione del mondo?

    Ma, cosa c'entra la gilera quando stiamo parlando di un monomarca aprilia, è commovente voler esaltare una moto perchè sul serbatoio riporta un marchio che non c'entra nulla con la sua progettazione e costruzione.
  • bea01, Arcore (MB)

    grande emozione

    il direttivo del motoclub e alcuni rappresentanti del registro storico gilera era presente alla suggestiva ed emozionante presentazione della squadra gilera per l'anno 2009.

    era presente anche il dott. lucchini-gilera nipote del commendatore e neppure una parola riguardante la storia della gilera.
    almeno una piccolissima intervista qualche giornalista avrebbe potuto farla al dott. lucchini.

    in fondo e' grazie alla famiglia GILERA che oggi abbiamo potuto essere presenti all'autodromo di monza a rappresentare i colori delle moto arcoresi.
    forse sbaglio ma vivo ancora da idealista -malinconico

    grazie comunque
    marco baio
Inserisci il tuo commento