Rally-Raid. Toby Price e Mathieu Baumel: valzer di selle e sedili?

Rally-Raid. Toby Price e Mathieu Baumel: valzer di selle e sedili?
Piero Batini
  • di Piero Batini
Il Campione australiano riferisce di non aver avuto un rinnovo di contratto da parte di KTM, l’ex Navigatore di Nasser al Attiyah salirà il fianco di Guerlain Chicherit per il Portugal. Una tantum precisa l’ex Mondiale Freestyle
  • Piero Batini
  • di Piero Batini
19 marzo 2024

Hillston, Nuovo Galles del Sud, 19 Marzo 2024. Toby Price lancia un post. Lancia nel senso che è una piccola bomba. KTM non gli rinnova il contratto. Il vincitore di due Dakar, 2016 Argentina-Bolivia e 2019 100% Perù, è improvvisamente, virtualmente senza Moto per la Dakar 2025. È un modo per lo meno insolito per mettere fine a una relazione di collaborazione agonistica, per lo meno in tempi in cui si parte e spesso si resta spudoratamente su complimenti e felicitazioni (anche se sotto il velo accomodante dell’ufficialità ci si è scannati).

Il tono della comunicazione del 36enne Campione australiano è di constatazione, e anche di dispiacere. Da Parte di KTM non c’è replica né comunicazione ufficiale. A meno che qualcosa non sia rimasto nella penna, o sui tavoli di Mattighoffen, è mistero. Toby Price è nell’orbita KTM da quindici anni, ha esordito alla Dakar nel 2015 come Pilota supportato, terzo posto, ed è entrato nella Squadra ufficiale arancio l’anno successivo, quello della prima vittoria. Ecco il testo del post di Toby:

“In una nota personale, KTM ha deciso di non rinnovarmi il contratto, quindi la Dakar 2024 è stata la mia ultima gara con loro. Sento ancora di essere nel mio miglior momento e di poter lottare per la vittoria, soprattutto alla Dakar, quindi è un peccato non avere questa opportunità nel 2025. Tuttavia, sono davvero grato per il supporto che mi hanno dato durante la mia carriera. Abbiamo fatto insieme delle cose fantastiche, come vincere due Dakar e ottenere un paio di podi, un campionato del mondo e anche il successo in Australia. Un grande ringraziamento anche a @redbull, @CanAm, @BlundstoneAU, @ARB4x4, @BFGoodrichTires che mi hanno accompagnato in moto, non vedo davvero l'ora di vedere nel mio futuro. Per ora il mio obiettivo è il campionato SCORE International 2024 con il Team Australia".

Dalle Moto alle Auto

Mathieu Baumel, Navigatore storico di Nasser Al Attiyah, è improvvisamente a spasso subito dopo una Dakar 2024 non propriamente soddisfacente per il Principe del Qatar. Anche in questo caso, si parte dal mistero.

Molte le ipotesi, tutte convergenti verso un comune major problem, ma nessuna certezza. Grazie è stato bello e proficuo, insieme Al Attyah e Baumel hanno vinto le Dakar 2015, 2019, 2022 e 2023, ma non va più, non funziona più. Alla vigilia dell’Abu Dhabi Desert Challenge, poi, Al Astiyah e… la pista degli iscritti rivelano che Navigatore di Nasser sarà d’ora in avanti Edouard “Dudd” Boulanger, ex navigatore di Peterhansel non ancora deciso sul proprio programma futuro. Baumel disoccupato (e certamente non tropo contento).

Si arriva alla viglia del BP Ultimate Rally-Raid, terza prova del Mondiale Rally-Raid in Portogallo, e Guerlain Chicherit annuncia che correrà proprio con Mathieu Baumel. I due non sono nuovi alla collaborazione, hanno infatti corso insieme la Barcellona-Dakar 2005 con una Nissan. Nel post, ormai l’ufficialità viaggia sulle piattaforme social, Guerlain tiene a precisare che si tratta di un evento episodico, in attesa che il suo navigatore Alex Winocq sia completamente guarito dalle conseguenze dell’incidente all’ADDC. Il futuro “vero” di Baumel resta dunque sconosciuto.

© Immagini Prodrive, Honda Monster, ASO Media, Red Bull Content Pool, DPPI, RallyZone, Ford, ItalTrans Media, Astara

Ultime da Dakar