presentazione

KTM alla Dakar 2013 con Cyril Despres e Marc Coma. Obiettivo: vincere!

- La Casa austriaca punta a restare al vertice della Dakar, gara che domina dal 2001 (quando vinse con Meoni). Abbiamo incontrato Despres, candidato alla quinta vittoria, e il... Commissario Rex, che correrà per KTM l'Africa Race
KTM alla Dakar 2013 con Cyril Despres e Marc Coma. Obiettivo: vincere!
Cyril Despres ci spiega il suo programma di allenamento (sulla sx Paolo Carrubba, KTM Italia)
Cyril Despres ci spiega il suo programma di allenamento (sulla sx Paolo Carrubba, KTM Italia)

Lo spettacolo sarà grandioso, grazie anche agli splendidi scorci che offrono Argentina, Cile e Perù.  I due da battere saranno come sempre Coma e Despres. Quest’ultimo (vincitore come detto dell’ultima edizione) in particolare è apparso in grande forma a Salisburgo, tonico e col morale a mille. Marc Coma invece era assente, impegnato in un serrato programma di recupero fisico dopo la lussazione alla spalla patita il mese scorso in Marocco. Per lui non sarà facile scalzare dal podio il francese.
 
Abbiamo chiesto a Cyril dove trova le motivazioni per correre ai massimi livelli una corsa che ha già dominato ben quattro volte.
«E’ innanzitutto una sfida con me stesso – ha detto Despres. Voglio continuare a mettermi alla prova e questo lo farò finché continuerò a sentire l’emozione della gara che si avvicina, l’adrenalina che ti spinge ad allenarti e a preparare ogni dettaglio per vincere. Correre in moto è il mio lavoro, ma mi piace ancora tanto farlo».

Già nel 2007 ci siamo visti a casa tua, in Andorra, e mi hai mostrato un piano di allenamenti intenso, degno di un olimpionico. Tanta palestra, bici, corsa e poca moto (come ha dichiarato lo stesso Cyril a Piero Batini nell’intervista di Moto.it, nda).
È ancora così?

«Riconosco d’essere fortunato. Non mi occorre tanto girare con la moto. Mi limito a un’uscita settimanale con la moto da Rally nel campo da cross o nel mio anello di allenamento. Ormai ho tanta esperienza e velocità in sella, quindi mi concentro sulla preparazione fisica. La tabella preparata dal mio allenatore prevede molta palestra e tanta bicicletta. Questo, a solo un mese dalla Dakar, mi consente di partire con un’ottima base di preparazione atletica».

Tobias Moretti (in arte il Commissario Rex) con Despres
Tobias Moretti (in arte il Commissario Rex) con Despres
  • Marci 1952, Milano (MI)

    IO PER QUESTA DAKAR

    Anche se con la vera DAKAR non centra nulla,tiferò per la rientrante HONDA.
Inserisci il tuo commento