gp d'olanda

Superbike. A Sykes la Superpole di Assen

- Mr.Superpole non si smentisce e con il tempo di 1’35”043 si aggiudica la seconda Superpole stagionale ad un decimo dal giro veloce di Rea del 2010. Prima fila tutta inglese completata da Rea e Laverty | C. Baldi, Assen
Superbike. A Sykes la Superpole di Assen


Sykes conquista la sua seconda Superpole stagionale, dopo aver primeggiato in tutte e tre le sessioni ed essersi avvicinato al giro veloce della pista di Assen stabilito nel 2010 da Rea, rimasto tale per un solo decimo di secondo. Così come ad Aragon il podio della Superpole parla solo inglese, in quanto alle spalle di Tom si sono classificati Rea e Laverty staccati però rispettivamente di sette ed otto decimi dall’alfiere della Kawasaki.

La seconda fila sarà aperta da Guintoli che sornione come sempre non ha brillato, ma partendo dalla seconda fila e disponendo di un buon passo di gara è certamente da annoverare tra i piloti che puntano alla vittoria. I due ragazzini terribili Baz e Giugliano (ascolta la sua intervista) scalpitano di fianco al francese e solo un problema alla frizione ha impedito a Davide di conquistare una posizione migliore in griglia. Melandri (ascolta la sua intervista) non ha la necessaria fiducia con l’anteriore della sua S1000RR ma in gara cercherà di correre sopra i problemi anche e per lui, come per Checa e Fabrizio, sarà indispensabile fare una buona partenza. Carlos (ascolta la sua intervista) è soddisfatto del suo passo di gara ma non si pone obiettivi particolari per domani. La sua Panigale è ancora un incognita per quanto riguarda la lunga distanza e anche Checa è ansioso di capire come si comporterà la sua 1199 nei 22 giri delle due gare. Fabrizio non aveva brillato in prova ed in Superpole si è qualificato all’ultimo posto utile nelle prime due fasi e si può quindi dire contento della terza fila.

Quarta fila per Cluzel, Badovini e Neukirchner. Il compagno di squadra di Checa è ancora dolorante per la rovinosa caduta del quale è rimasto vittima nelle libere che precedono la Superpole e si è accontentato di aver superato la prima fase. La delusione di questa Superpole si chiama Chaz Davies (ascolta la sua intervista) rimasto escluso dalla fase due a causa di un problema alla sua moto, che gli ha impedito di rientrare in pista dopo una prima sosta ai box. Al momento i tecnici della squadra BMW stanno cercando di capire cosa sia successo al motore della S1000RR dell’inglese che rischia di veder svanire i suoi sogni di vittoria a causa di una quinta fila che sarà difficile da rimediare soprattutto qui ad Assen dove non è facile superare. Al suo fianco i due italiani Clementi e Iannuzzo.

Alla luce di quanto abbiamo visto nelle prove ed in Superpole il favorito sembra essere Sykes, ma non dimentichiamoci che Rea su questa pista ha colto già quattro successi e darà il 110% per portare a casa un altro successo. Guintoli e Laverty puntano decisi al podio ma dovranno fare attenzione alle due mine vaganti Baz e Giugliano con Davide che vorrebbe ripetere almeno il podio dello scorso anno.


Classifica


Assen - FIM Superbike World Championship - Superpole 3

1. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1'35.043
2. Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 1'35.639
3. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'35.814
4. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'35.973
5. Loris Baz (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1'36.166
6. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 1'36.326
7. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 1'36.330
8. Carlos Checa (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 1'36.438
9. Michel Fabrizio (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 1'37.570
10. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1'36.837
11. Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 1'36.937
12. Max Neukirchner (MR-Racing) Ducati 1199 Panigale R 1'38.561
13. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 1'37.865
14. Ivan Clementi (HTM Racing) BMW S1000 RR 1'38.016
15. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 1'39.420
16. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'40.534
17. Mark Aitchison (Team Effenbert Liberty Racing) Ducati 1098R 1'41.408
18. Alexander Lundh (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'42.390
19. Leon Camier (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 2'01.728

 

  • gannicus, Camburzano (BI)

    sono deluso

    Questa Panigale mi sa sia un flop totale.bella è bella non si discute ma non basta per vincere essere la più bella della classe.Aprilia BMW Kawasaki non aspettano . il mondiale per ducati come in MotoGP un miraggio.forse si poteva continuare con la 1198 facendo gare dignitose e intanto sviluppare meglio questa Panigale.spero di essere smentito
  • sempreingiro, Guidonia Montecelio (RM)

    aprilia moto da battere

    oltre alla fantastica pole di sykes e j.rea sulla sua pista l'aprilia piazza tutte 4 le moto entro le prime 9!!!!
Inserisci il tuo commento