GP DEL PORTOGALLO

SBK. Novità e conferme per il 2013

- Honda presenta il main sponsor Pata e saluta l’arrivo di Leon Haslam. Zanetti con la Honda in SS. Laguna Seca prende il posto di Salt Lake City. Kawasaki conferma Baz e Fabrizio passerà al team Red Devils Roma | C. Baldi, Portimao
SBK. Novità e conferme per il 2013

Honda Europe, Pata ed il team Ten Kate ieri pomeriggio all’autodromo di Portimao hanno indetto una conferenza stampa per annunciare che l’azienda alimentare lombarda sarà il main sponsor del team olandese che dal 2013 si chiamerà Team Honda Pata e parteciperà ai campionati mondiale Superbike e Supersport. Noi di Moto.it avevamo già riportato la notizia qualche giorno fa anticipando anche che i due piloti saranno il confermatissimo Rea e Leon Haslam. Per quanto riguarda invece la Supersport, a cercare di riportare il mondiale in casa Honda, saranno Lorenzo Zanetti ed il giovane olandese Michael Van Der Mark che quest’anno si è messo in mostra nel campionato europeo Stock 600. Zanetti (ascolta la sua intervista), grazie anche all’appoggio di Pata, lascia la Superbike per cercare di essere competitivo in Supersport. Una scelta che per il giovane pilota bresciano potrebbe rappresentare il trampolino per poi magare fare ritorno, con una maggiore maturità e magari con mezzi più competitivi, al mondiale Superbike.


Carlo Fiorani (ascolta la sua intervista) responsabile attività Racing di Honda Europe, ci ha confermato che Haslam ha raggiunto un accordo con il team Ten Kate per quanto riguarda il prossimo anno, ma il suo impegno con il team BMW non consente l’ufficialità dell’accordo stesso. Per quanto riguarda Rea, Fiorani sa che la MotoGP rimane l’obiettivo primario per il funambolico Johnny e, come nello stile della casa di Tokio, non intende certamente trattenerlo controvoglia. La riconferma di Bautista nel team Gresini ha però fatto si che in GP non vi fossero Honda competitive disponibili per il prossimo anno e da qui la decisione del nord irlandese di restare ancora un anno in Superbike.


Ma la conferma ufficiale del nuovo sponsor del team Honda Ten Kate non è stata l’unica novità qui a Portimao. Dopo aver comunicato l’entrata di Jerez tra i circuiti che ospiteranno i mondiali delle derivate dalla serie, Infront Motorsports ha annunciato che Laguna Seca prenderà il posto di Salt Lake City per un round a stelle e strisce che si disputerà nel mese di Settembre 2013. Saranno quindi tre le gare intercontinentali alle quali va aggiunta quella Europea, ma lontana, di Mosca, a conferma che il mondiale Superbike sta aumentando costantemente il proprio raggio d’azione. E’ di questa mattina la notizia che la Kawasaki ha confermato Loris Baz al fianco di Tom Sykes nel team ufficiale 2013. Una scelta logica visto il talento espresso dal giovanissimo pilota francese in questa stagione.


Infine un occhiata in casa Ducati dove manca ormai solo l’ufficialità per quanto riguarda la riconferma di Checa nel team Althea Ducati. Carlos sarà ancora affiancato da Giugliano nella squadra di Genesio Bevilacqua che verrà supportata in tutto e per tutto da Ducati diventando quasi un team ufficiale per la casa di Borgo Panigale. E a proposito di Panigale, Checa e Giugliano proveranno la nuova 1199 a Misano il 27 e 28 Settembre, pochi giorni prima di partire per Magny Cours dove si disputerà l’ultima gara del campionato 2012. E sempre in tema Panigale, sembra che gli appelli di Bevilacqua e della casa italiana abbiano sortito il loro effetto. Non c’è ancora nulla di ufficiale, ma ci sono molte probabilità che alla nuova Ducati non vengano applicate le penalità che quest’anno hanno indubbiamente limitato Checa e compagni e che hanno fatto tanto discutere. Un ultima occhiata al mercato per dirvi che si attende solo l’ufficialità per quanto riguarda il passaggio di Michel Fabrizio al team Red Devils Roma, ma la sorpresa è rappresentata dal fatto che non è sicuro che la squadra romana resti fedele alla Ducati e quindi anziché salire su di una Panigale, Michel potrebbe trovarsi a guidare una quattro cilindri, sempre made in Italy.

 

  • Marci 1952, Milano (MI)

    Eddy74

    Quoto, la mia non voleva essere una battuta ironica, Certo i tuffi fanno parte del mestiere e io ne so qualcosa in quanto ne porto dei ricordi.
    Mi riferivo al fatto che in sbk ci sono troppe cadute causate da piloti irresponsabili che poi non vengono puniti come avviene in motoGP
    Presumo che i veri appassionati di motociclismo non amano certo vedere tante cadute che a volte possono anche essere tragiche.
  • Eddy74, Vedano al Lambro (MB)

    A parte...

    ...la battuta ironica, caro jrampa hai ragione!! Sono piloti anche loro, così come lo sono i ragazzini delle minigp, delle pre-gp e via dicendo!! E per questo meritano rispetto tutti! E' vero che non ci sia un campionato giusto ed uno sbagliato, ma i TUFFI sono specialità di tutte le categorie..MotoGP compresi!!
Inserisci il tuo commento